Madre!

Madre!

( Mother! )
Voto del pubblico
Voto Coming Soon
Valutazione
3.4 di 5 su 327 voti

Al cinema dal: 28 settembre 2017
Anno: 2017
Paese: USA
Durata: 121 min
Data di uscita: 28 settembre 2017
Distribuzione: 20th Century Fox
Madre! è un film di genere horror, drammatico, thriller del 2017, diretto da Darren Aronofsky, con Jennifer Lawrence e Javier Bardem. Uscita al cinema il 28 settembre 2017. Durata 121 minuti. Distribuito da 20th Century Fox.
Data di uscita: 28 settembre 2017
Genere: Horror, Drammatico, Thriller
Anno: 2017
Paese: USA
Durata: 121 min
Distribuzione: 20th Century Fox
Sceneggiatura: Darren Aronofsky
Fotografia: Matthew Libatique
Montaggio: Andrew Weisblum
Produzione: Protozoa Pictures

TRAMA MADRE!

Madre!, è un film del 2017 diretto da Darren Aronofsky. Il film è incentrato su una coppia di sposi che vive in un vecchio casolare in mezzo al bosco. L’abitazione, distrutta da un incendio, è stata ricostruita con amore e devozione dalla moglie (Jennifer Lawrence), una donna che vive per aiutare e servire suo marito (Javier Bardem), un poeta molto stimato che sta attraversando una profonda crisi creativa.
In mezzo alle ceneri della casa, l’uomo ha trovato un cristallo che custodisce gelosamente impedendo a sua moglie di toccarlo. Nonostante sia devota a suo marito, la donna inizia a provare una sorta di gelosia per la sua ossessione creativa, sentendosi esclusa dai pensieri dell’uomo che ama ed idolatra.
Un giorno, bussa alla porta uno sconosciuto (Ed Harris) che si dice grande fan del poeta. Quest’ultimo, noncurante delle proteste di sua moglie, decide di ospitare il forestiero poiché il suo ego viene nutrito dai complimenti e dalle premure del misterioso uomo. Vedendosi messa da parte, la moglie soffre profondamente. Le sue paure, inoltre, crescono con l’arrivo della moglie dello sconosciuto (Michelle Pfeiffer) e degli invadenti figli che distruggono il clima rilassato della casa…

Guardalo subito su Prime Video

Madre!
8 Foto
Madre!
Sfoglia la gallery

PANORAMICA SU MADRE!

E' un "mistero misterioso" Madre! (mother!), il nuovo film di Darren Aronofsky - direbbero Lillo e Greg, citando parte del titolo di un loro spettacolo. E avrebbero ragione, perché poco si sa della trama del nuovo film del regista di Noè, che dopo il kolossal biblico torna a parlare una lingua più simile a quella di Black Swan.
Certo, l'idea di una coppia la cui stabilità (e probabilmente non solo) viene minacciata dall'arrivo di alcuni ospiti fa pensare a un kammerspiel, a un Carnage di Polanski ad esempio o a un The Dinner, ma ad avvertirci che si sconfinerà nell'horror (o nel thriller, o magari perché non nel gore?) non è solo un influente signore della Paramount che tempo fa ha dichiarato che mother! assicurerà "thrills and chills" (trepidazione e brividi), ma anche un magnifico poster in stile un po' cartolina d'auguri kitsch e un po' quadro preraffaellita disegnato da James Jean in cui una Jennifer Lawrence dall'aria virginale tiene fra le mani insanguinate il proprio cuore, presumibilmente dopo esserselo strappato dal petto.
L'opera d’arte - perché di un capolavoro si tratta - è apparsa online nel giorno della festa della mamma in USA (il 14 maggio), con intento non certo "dissacratorio”, ma almeno per indicare che la madre del film sarà tutt'altro che normale.
In ogni modo, genere di riferimento a parte, ecco qualche preziosa informazione:
1) mother! (attenzione, la "m" è minuscola, e poi c'è quel punto esclamativo che in sé racchiude chissà quale enigma...) è un film dal budget tutt'altro che stellare, nonostante il caché da capogiro dell'attrice protagonista, che fra un ciak e l'altro si è legata sentimentalmente al regista.
2) Nel cast c'è Javier Bardem, che impersona la dolce metà della Lawrence e che, abituato com'è a personaggi eccentrici, potrebbe benissimo "impazzire" o comunque comportarsi in maniera bizzarra.
3) Gli altri interpreti sono Ed Harris, Michelle Pfeiffer, Brendan Gleeson, Domhnall Gleeson e, in un piccolo ruolo, Kristen Wiig.
4) La sceneggiatura è opera dello stesso Aronofsky.
5) A occuparsi delle musiche non è stato Clint Mansell, abituale collaboratore del regista, ma l'islandese Jóhann Jóhannsson, a cui dobbiamo la colonna sonora di The Arrival, Sicario, La teoria del tutto e dell’imminente Blade Runner 2049.
Filmmaker capace di tirare fuori il meglio dalle sue attrici (da Jennifer Connelly a Rachel Weisz, da Marisa Tomei a Natalie Portman), Aronofsky aveva pensato fin dall’inizio alla Lawrence per la parte della protagonista. Mettendole a disposizione la propria immaginazione e visionarietà, le ha regalato un ruolo piuttosto inedito, sicuramente diverso dalla Katniss Everdeen di Hunger Games, dalla giovane Mystica di X-Men - L'inizio, X-Men - Giorni di un futuro passato e X-Men - Apocalisse e dai meravigliosi ritratti femminili che Jennifer ci ha restituito nei film di David O. Russell. Qualcuno ricorderà che l’attrice ha accettato immediatamente la proposta del buon Darren, rinunciando senza ripensamenti a The Rosie Project di Richard Linklater.
Anche la Pfeiffer, che non fa cinema da un po' e che rivedremo nel nuovo Assassinio sull'Oriente Express, ha acconsentito volentieri, salvo poi ammettere di aver avuto qualche problema a capire, almeno da una prima lettura, la sceneggiatura, un po' troppo "esoterica" per i suoi gusti. Chissà come sarebbe stato felice di dividere il set con quest'ultima Mark Margolis, presenza fissa nei film del regista e attore che i più conoscono per la sua interpretazione di Hector Salamanca in Breaking Bad e Better Call Saul. Stavolta, chissà perché, non ci sarà.
Quarto film di Darren Aronosfsky girato in 16mm, Madre! uscirà nei cinema in Italia il 28 settembre 2017.

CRITICA DI MADRE!

L'ambizione in sé non è una cosa da biasimare. Né la volontà di Darren Aronofsky di mettere lo spettatore di fronte ad un film provocatorio tanto nei contenuti quanto nello stile. Anzi, in un cinema sempre più omogeneizzato, sono dei pregi. Il problema di madre!, però, è che la base teorica e concettuale sulla quale tutto si basa - dove per tutto s'intende una matassa di tematiche che toccano il rapporto tra artista, ispirazione e processo creativi, quello tra uomo e donna, questioni sentimentali e perfino - abbia uno spessore finissimo, e pretestuoso. E allora, quando le questioni si accumulano, e il film esplode anche visivamente, queste fondamenta non reggono, e il castello di Aronofsky non si rivela solo fragile, ma anche artificioso, pretestuoso e un po' pacchiano. Non tutti sono Buñuel, o Ferreri. (Federico Gironi)
Leggi la recensione completa di madre!.

CURIOSITÀ SU MADRE!

Il film fu presentato alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e candidato ai Saturn Awards come ‘Miglior film horror’

Jennifer Lawrence ha confessato di essere stata colpita dalla bellezza e dalla bravura di Michelle Pfeiffer, tanto da dimenticare un’intera parte del copione

Durante le riprese, Jennifer Lawrence e il regista Darren Aronofsky ebbero una liaison.

lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming