Amusia

Amusia

( Amusia )
Voto del pubblico
Voto Coming Soon
Valutazione
3.8 di 5 su 17 voti

Al cinema dal: 27 aprile 2023
Genere: Sentimentale
Anno: 2022
Paese: Italia
Durata: 91 min
Data di uscita: 27 aprile 2023
Distribuzione: 102 Distribution
Amusia è un film di genere sentimentale del 2022, diretto da Marescotti Ruspoli, con Carlotta Gamba e Giampiero De Concilio. Uscita al cinema il 27 aprile 2023. Durata 91 minuti. Distribuito da 102 Distribution.
Data di uscita: 27 aprile 2023
Genere: Sentimentale
Anno: 2022
Paese: Italia
Durata: 91 min
Distribuzione: 102 Distribution
Fotografia: Luca Bigazzi
Montaggio: Gianluca Scarpa
Produzione: UMI Films in collaborazione con Rai Cinema con il contributo del MIC

TRAMA AMUSIA

Amusia, il film diretto da Marescotti Ruspoli, prende il suo titolo dalla parola greca "a-musia", ovvero "mancanza di armonia", una malattia cerebrale che impedisce a chi ne soffre di comprendere, eseguire e apprezzare la musica. Questa subisce una distorsione sonora, provocando un disturbo uditivo.
Il film affronta la patologia in maniera sottile: attraverso una storia d’amore tra una ragazza che "scappa" dalla musica e un ragazzo che "sopravvive" grazie alla musica. Un'infanzia solitaria, trascorsa a difendersi dai pregiudizi altrui, spingerà la protagonista a fuggire e la porterà dentro il mondo periferico, dimenticato e vagamente onirico di un ragazzo che combatte la solitudine con la musica mentre cerca di non far marcire i sogni che ha nel cassetto. In un microcosmo provinciale e vagamente surreale, fatto di edifici metafisici, motel a ore e luci a neon, due opposti si incontrano e come spesso accade, si attraggono.

PANORAMICA SU AMUSIA

Marescotti Ruspoli debutta sul grande schermo firmando la regia di un film romantico sulla solitudine, quella che si sceglie e quella che capita. Tutto nasce nell’autunno del 2019, dopo la lettura di un libro di Oliver Sacks, intitolato Musicofilia, in cui l’autore parla di una patologia cerebrale, detta amusia, che impedisce la comprensione e l’esecuzione corretta della musica a causa di una distorsione sonora. La malattia, che può essere congenita o no, ha impressionato particolarmente il regista, tanto da farla diventare il tema della sua prima opera cinematografica. Un isolamento acustico che, appunto, esclude ed emargina. Proprio per trasmettere questa sensazione, Ruspoli decide di girare la storia in Emilia-Romagna: “È una regione che ci permette di ritrarre paesaggi drammatici, abbandonati, dimenticati e che quindi riflettono i nostri personaggi solitari. Le pianure con le piantagioni, gli enormi alberi isolati e i corsi d’acqua, ripresi al tramonto, ci ricordano il mid-west americano. La costa, con le sue località balneari vuote e abbandonate, assomiglierà alla spiaggia di Brighton in inverno. La sua nebbia mattutina e le sue strade vuote, riprese di mattina presto, ci ricorderanno quei paesi industriali del nord, dove l’erba è sempre verde e il cielo è sempre nuvoloso” - ha spiegato. Il fil rouge che lega tutti i personaggi della pellicola è senza dubbio l’incomunicabilità, soprattutto tra padre e figlia: lui, interpretato da Maurizio Lombardi (Ferdinando), e lei da Carlotta Gamba (Livia). Durante la visione dei vari selftape, il regista ha visto negli occhi dell’attrice qualcosa del personaggio che aveva scritto: “Poi ho avuto la fortuna di provinarla subito dopo aver trovato Giampiero De Concilio (Lucio). Lo abbiamo fatto entrare in stanza per provare con lei ed è scattata immediatamente la scintilla tra loro. Erano fuoco e ghiaccio” - ha spiegato Ruspoli. Per la parte di Domitilla, la madre, la scelta è ricaduta su Fanny Ardant: “Il momento che mi ha colpito di più in assoluto è quando è venuta a fare la prova costume nel nostro appartamento che avevamo adibito a ufficio di produzione. Lì l’ho conosciuta per la prima volta. È stato emozionante averla in casa mia” - ha confessato il regista. Anche lei era entusiasta di partecipare al progetto: “Un copione è come un bicchiere d'acqua, se non si beve in una volta sola, vuol dire che c'è qualcosa che non va. Quando ho letto la sceneggiatura di Marescotti, l'ho subito amata. Mi piaceva lo stile, mi piaceva che fosse una storia d'amore, mi piaceva l'imprevedibilità dei personaggi. Per me aveva un grandissimo charme" - ha raccontato.

Mi è stata data l'opportunità di farle leggere il copione. Timidamente ho accettato e silenziosamente ho aspettato dicendomi: per lo meno un giorno dirò di aver mandato una sceneggiatura a Fanny Ardant, e invece… Non lo dimenticherò mai: due settimane più tardi ho ricevuto da lei una email molto molto presto, forse erano le 6 del mattino, e nella mail c'era scritto che le era piaciuta. Non mi sono mai svegliato così velocemente in vita mia (Marescotti Ruspoli).

CURIOSITÀ SU AMUSIA

Presentato in concorso al Bif&st 2023, nella sezione Panorama Internazionale.

FOCUS SU AMUSIA

Chi è Luca Bigazzi, il direttore della fotografia di Amusia? Classe 1958, pluripremiato tra David di Donatello, Nastri d’Argento e Ciak d’Oro, la sua carriera inizia come aiuto regista nel settore pubblicitario alla fine degli anni Ottanta. Nel 1983 ottiene il suo primo incarico come direttore della fotografia nel film di Silvio Soldini, intitolato Paesaggio con figure. La collaborazione con il regista è destinata a durare nel tempo: realizza con lui altre 8 pellicole, tra cui Pane e Tulipani (1999) grazie al quale vince il David di Donatello. I nomi illustri del panorama cinematografico che vogliono lavorare con Bigazzi sono molti: da Gianni Amelio a Francesca Archibugi, da Mario Martone a Michele Placido, e ancora Fabrizio Bentivoglio, Francesca Comencini, Carlo Mazzacurati, Paolo Sorrentino, Paolo Virzì e la stessa Fanny Ardant, tra i protagonisti di Amusia. L’incontro tra Bigazzi e Ruspoli è casuale: il regista lo incrocia per le vie di Milano nel 2019 e, una volta riconosciuto, decide di fermarlo e dirgli quanto lo apprezzi. Poi gli confessa che vorrebbe fare un film con lui. È allora che il direttore della fotografia gli lascia la sua email. Un anno dopo Ruspoli gli invia la prima stesura di Amusia, avviando la collaborazione che li porterà alla realizzazione della pellicola.

INTERPRETI E PERSONAGGI DI AMUSIA

Attore Ruolo
Carlotta Gamba
Livia Bonazza
Giampiero De Concilio
Lucio Solengo
Maurizio Lombardi
Ferdinando Bonazza
Fanny Ardant
Domitilla Bonazza
Adriano Chiaramida
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming