News Cinema

Una storia vera: il film in cui il visionario David Lynch racconta... una storia vera!

338

Una storia vera del 1999 è uno dei capolavori del regista americano, e il suo film meno lynchiano di tutti (ma solo in apparenza).

Una storia vera: il film in cui il visionario David Lynch racconta... una storia vera!

Nel 1999, due anni dopo aver diretto Strade perdute, e due prima di dirigere Mulholland Drive, David Lynch stupì il mondo e i suoi fan con un film che in apparenza non ha nulla a che vedere con lo stile, i temi e le storie con cui il suo cinema è identificato. Veniva presentato in prima mondiale, al Festival di Cannes, Una storia vera. Che è tale di nome e di fatto.

Una storia vera racconta... una storia vera

Una storia vera racconta la storia di un uomo di 73 anni che vive in Iowa, Alvin Straight. Quando una telefonata lo avverte che il fratello con cui non parla da anni, e che vive nel Wisconsin a quattrocento chilometri da lui, Alvin decide di andarlo a trovare, incurante dei tanti problemi di salute che lo affliggono e del fatto di non avere più la patente per via di una vista che non è più quella di una volta. Alvin infatti partirà per il suo viaggio on the road a bordo del suo vecchio trattore tosaerba.
Durante il tragitto, tra un problema meccanico e uno fisico, Alvin incontrerà diverse persone disposte ad accoglierlo e aiutarlo, e riuscirà a raggiungere il fratello per riconciliarsi con lui.
Per quanto incredibile possa sembrare, quella di Alvin Straight è una storia vera e realmente accaduta (tanto che il titolo originale del film di Lynch, che la racconta, è The Straight Story, che vuol dire sia "la storia di Straight" che "la storia semplice, così com'è").

Il vero viaggio di Alvin Straight

Alvin Straigh partì dalla sua casa di Laurens, in Iowa, all'inizio del mese di luglio del 1994 a bordo del suo taglierbe John Deere del 1966, al quale aveva attaccato un carrello nel quale aveva sistemato una tanica di carburante, abiti, cibo e attrezzi da campeggio. Dopo quattro giorni di viaggio e trenta chilometri di viaggio il tagliaerba si ruppe, e Straight dovette spendere 250 dollari di riparazioni. Dopo altri centoquaranta chilometri l'uomo finì i soldi, e fu costretto a rimanere a Charles City, ancora in Iowa. Fu lì che la sua storia iniziò a diffondersi: dapprima presso i media locali, poi su quelli nazionali. A pochi chilometri dal punto del suo arrivo, nella cittadina di Blue River, in Wisconsin, il tagliaerbe di Straight finì di nuovo in panne, ma riuscì a raggiungere la casa del fratello con l'aiuto di un contadino di passaggio, che lo trainò fino a destinazione. Il viaggio di Alvin Straight durò sei settimane, e la sua velocità massima nel corso del tragitto non superò mai gli 8 km/h.
Dopo aver fatto visita al fratello, Alvin Straight fu riportato a casa dal nipote, e sembrò piuttosto infastidito dall'attenzione che la sua impresa aveva suscitato, rifiutando le offerte di apparire in tv ricevute dai popolarissimi talk show di David Letterman e Jay Leno. Accettò però il regalo del presidente della Texas Equipment Company, che gli inviò un nuovo trattore tagliaerba del valore di 5000 dollari.
Per cedere a David Lynch i diritti della sua storia, Alvin Straight ricevette nel 1995 un compenso di 10.000 dollari più il 10% degli incassi del film. Ma morì prima che il film fosse completato, e non vide mai la sua storia vera sul grande schermo.

Richard Farnsworth: una performance da Oscar (che non vinse)

Come protagonista di Una storia vera, Lynch scelse Richard Farnsworth, veterano di Hollywood che, dopo aver esordito nel 1937 come stuntman, e essere apparso non accreditato in film come Via col vento, Il selvaggio e I dieci comandamenti, ricevette il primo credit nel 1963, e divenne un caratterista utilizzato in numerosi western. Nel 1979 venne nominato all'Oscar come miglior attore non protagonista per il suo lavoro in Arriva un cavaliere libero e selvaggio di Alan J. Pakula.
Vent'anni dopo, ricevette una seconda, meritatissima nomination (questa volta da protagonista) per la sua interpretazione di Alvin Straight nel film di Lynch, ma i giurati dell'Academy gli preferirono il Kevin Spacey di American Beauty.
Al momento delle riprese di Una storia vera, a Richard Farnsworth era già stato diagnosticato un tumore alla prostata in fase terminale, e il cancro aveva già aggredito anche le ossa. Malgrado questa precaria condizione e i dolori che provava, l'attore volle a tutti i costi fare il film e portarlo a termine per la grande ammirazione che provava per l'impresa di Straight. Le scene in cui il film mostra Alvin vittima di una paralisi alle gambe sono presenti perché Farnsworth era davvero in quelle condizioni fisiche.
Oramai gravemente malato, Richard Farnsworth si tolse la vita l'anno successivo alla realizzazione del film, sparandosi col suo fucile nell'ottobre del 2000.

Il David Lynch più insolito di sempre (e con Walt Disney fa un'accoppiata unica)

Per strano che possa sembrare, Una storia vera è il film che è stato capace di mettere insieme il genio inquietante di Lynch con il marchio assai rassicurante della Disney: a distribuirlo fu infatti la Walt Disney Pictures.
A differenza di quanto fatto in tutti gli altri suoi film (e di quanto avviene normalmente nel cinema in generale), David Lynch ha girato Una storia vera in ordine rigorosamente cronologico.  Ma non è solo l'ordine in cui ha girato le scene a fare di Una storia vera un film insolito per la filmografia lynchiana, solitamente fatta di incubi surreali, montaggi spiazzanti, accavallamenti spazio-temporali e personaggi estremi, inquietanti e sopra le righe.
Eppure, pur nella confortante lentezza del viaggio e della storia, e nella semplicità così profondamente umana del suo protagonista, Lynch riesce comunque a indagare il mondo e la sua filosofia con la stessa attenta curiosità di film dove invece scandaglia l'inconscio, e a raccontare la sua voglia di stupire e stupirsi.
In qualche modo, il viaggio di Alvin Straight e i suoi incontri sono altrettanto incredibili dei mondi creati altrove da Lynch: e il risultato è quello di un vero e proprio capolavoro che commuove e riscalda il cuore.

Una storia vera: il trailer originale del film



  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming