News Cinema

La Disney tra streaming e future uscite in sala medita sulle conseguenze dell'emergenza

2

L'uscente presidente della Disney, Bob Iger, espone lo stato economico dell'azienda e i piani per l'immediato futuro, nell'emergenza Coronavirus.

La Disney tra streaming e future uscite in sala medita sulle conseguenze dell'emergenza

Bob Iger si è trovato a essere presidente uscente della Disney proprio nel momento di massima emergenza Coronavirus: discutendone col sito Barron's ha spiegato come si sta muovendo la major nel disastro economico che tocca anche chi, appena ieri, sembrava invulnerabile. Nello specifico, per quello che più ci interessa, c'è da capire quanto alla Disney si abbia intenzione di spostare uscite di film dalla prevista sala allo streaming: sappiamo che il calendario dei film Marvel è cambiato, ma la piattaforma di streaming Disney+ è un'altra possibile valvola di sfogo.

Abbiamo deciso di mettere alcuni film sul Disney+. Ne abbiamo annunciato uno, Artemis Fowl, che invece doveva uscire in sala. Altri li abbiamo semplicemente rimandati. In alcuni casi abbiamo spostato cose sul Disney+ prima del previsto. Frozen 2 per esempio, ma Onward è ancora più significativo [entrambi non sono ancora però sul Disney+ italiano, ndr]. Onward era nei cinema americani quando tutto questo è cominciato, l'abbiamo spostato per un paio di settimane a noleggio/vendita, poi alla fine è andato sul Disney+. Dopo Artemis, potrebbe esserci qualche altro film distribuito direttamente sul Disney+, ma per quanto riguarda la maggior parte dei grossi film Disney, aspetteremo semplicemente che si liberino slot per un'uscita più avanti. In alcuni casi abbiamo già annunciato nuove date, rivedendo il calendario.

Saremmo curiosi di sapere quali saranno i prossimi candidati allo "streaming sostitutivo" dopo Artemis Fowl: dalle parole di Iger s'intuisce che arriveranno altri annunci. Parlando anche a nome di Bob Chapek, suo sostituto designato al quale stava passando il testimone proprio in questi mesi, Iger ha risposto anche a domande generali riguardanti altre attività del gruppo.
Sulla pesantissima chiusura dei parchi a tema, Iger realisticamente prevede un futuro scaglionamento delle entrate dopo la riapertura, con misure restrittive, progressive, che l'azienda sta già pianificando di adottare per il futuro, contando sul fatto che la gente si abitui a una vita più monitorata. Il Disney+ è una boccata d'aria in questo periodo, ma Iger non ci insiste molto, ritenendo forse ragionevolmente che sarebbe andato bene in ogni caso. Sulle condizioni economiche globali e sull'atmosfera che si respira, vi citiamo le sue parole.

Come compagnia siamo fortunati, perché abbiamo accesso a un capitale che ci manterrà più che solventi per un periodo prolungato. Quando dico prolungato, non voglio mica però dire per sempre. Nessuno se lo può permettere. [...] Quando si comincerà a ripartire, 1) Dovremo badare alla sicurezza della gente; 2) Dovremo lavorare sull'efficienza della compagnia nelle condizioni del mercato che si saranno create.[...]
Siamo ottimisti, anche se siamo anche realisti. Ottimisti, perché abbiamo fiducia nelle prospettive sul lungo termine dei nostri affari e dei nostri brand, sono quello che contano. [...] Non voglio assolutamente liquidare la cosa con un "passerà", perché chiaramente questa è la più grande interruzione della nostra attività che abbiamo mai affrontato. [...] Però sappiamo che quando finirà, noi avremo sempre intrattenimento e vie di fuga per la gente, forse più che mai apprezzabili adesso.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Suggerisci una correzione per l'articolo