C'era una volta... a Hollywood: lettera aperta di Tarantino alla stampa contro gli spoiler

-
159
C'era una volta... a Hollywood: lettera aperta di Tarantino alla stampa contro gli spoiler

Non rivelare particolari significativi su film e serie tv molto attesi, che non tutti hanno la fortuna di vedere in anteprima, sarebbe il minimo che si possa chiedere. Sarebbe, appunto. Perché in questi tempi dominati dai social, quando ormai chiunque abbia un blog può ottenere un accredito anche nei festival più importanti, e dove alcuni sono convinti che lo scoop sia più importante di tutto o - peggio ancora - che per recensire un film si debba per forza raccontare la trama, non è così scontato.

Così adesso tocca a Quentin Tarantino pubblicare nell'account Twitter e Instagram di C'era una volta... a Hollywood, il suo attesissimo film in concorso a Cannes (domani), una cortese lettera aperta rivolta a tutti quelli che vedranno il film e che dice:

Io Amo il cinema. Voi Amate il cinema. È il viaggio di scoperta di una storia per la prima volta.
Sono elettrizzato di essere a Cannes per mostrare C'era una volta a Hollywood al pubblico del festival. Il cast e la troupe hanno lavorato davvero sodo per creare qualcosa di originale e io vi chiedo solo di non rivelare qualsiasi cosa che possa impedire al pubblico futuro di fare la vostra stessa esperienza. Grazie, Quentin.

Ecco, noi speriamo che anche gli (speriamo pochi) imbecilli che si nascondono tra la folla dei veri amanti del cinema abbiano uno scrupolo di coscienza e facciano quello che il buon Tarantino chiede loro: non raccontare niente di rilevante sulla storia. Considerando che, ad esempio, la stragrande maggioranza di noi italiani vedrà C'era una volta... a Hollywood, tra ben 4 mesi, visto che la data di uscita del film è fissata al 19 settembre. Incrociamo dunque le dita e nel frattempo break a leg al regista e agli attori per questo attesissimo ritorno a Cannes!



Daniela Catelli
  • Saggista e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento