Roba da ricchi

Roba da ricchi

( Roba da ricchi )
Voto del pubblico
Valutazione
5 di 5 su 5 voti
Genere: Comico
Anno: 1987
Paese: Italia
Durata: 111 min
Distribuzione: MEDUSA DISTRIBUZIONE (1987) - PENTAVIDEO, MEDUSA VIDEO (PEPITE)
Roba da ricchi è un film di genere comico del 1987, diretto da Sergio Corbucci, con Paolo Villaggio e Renato Pozzetto. Durata 111 minuti. Distribuito da MEDUSA DISTRIBUZIONE (1987) - PENTAVIDEO, MEDUSA VIDEO (PEPITE).
Genere: Comico
Anno: 1987
Paese: Italia
Durata: 111 min
Formato: PANORAMICA A COLORI
Distribuzione: MEDUSA DISTRIBUZIONE (1987) - PENTAVIDEO, MEDUSA VIDEO (PEPITE)
Fotografia: Sergio D'Offizi
Produzione: SCENA FILM PRODUCTION RETEITALIA

TRAMA ROBA DA RICCHI:

Il film è diviso in tre episodi, che hanno in comune soltanto la località in cui si svolgono: Montecarlo. La giovane principessa Topazia vedendo un giovane parroco, don Vittorino, di passaggio sulla Costa azzurra, perché reduce coi suoi parrocchiani da Lourdes, crede di riconoscere in lui l'uomo che le appare in sogno nelle notti di luna piena e ogni volta la violenta. Il prete è costretto a presentarsi alla ragazza, vestito da dragone, e ad amarla anche, per ordine di un interessato monsignore e, poi, addirittura del Papa, perché, se non guarisce da questa ossessione, la principessa si rifiuta di sposare il fidanzato, mentre le nozze porterebbero un grande vantaggio economico al principato. Poiché l'incontro col presunto dragone va anche troppo bene, il matrimonio si farà e don Vittorino, ormai sedotto, sarà il futuro "direttore spirituale" della sposa. Dora una prosperosa donna raggira sia il marito Guido Baldo che un imbranato assicuratore Attilio Carbone suo spasimante, i quali, all'insaputa l'uno dell'altro, l'aiuteranno a compiere una truffa di miliardi ai danni dell'assicurazione, sicuri di goderne il frutto con lei, mentre la donna li gabberà lasciandoli a farsi compagnia l'un l'altro su di un'isola deserta del Pacifico. Un ricco industriale barese, Aldo Petruzzelli, abituato a spassarsela con molte donne nei suoi viaggi d'affari, si trova nella spiacevole situazione di avere la moglie Mapi che tenta il suicidio, perché pazzamente innamorata di un giovane e brutto cantautore, che lui crede "gay", e che la rifiuta. Il marito, per far guarire la consorte, è quindi costretto a persuadere lui stesso il giovanotto ad incontrare la moglie, ma naturalmente solo per convincerla della sua impossibilità di amarla. Com'era prevedibile, le cose vanno in modo molto diverso da quello che l'industriale voleva: la moglie e il giovanotto diventano amanti e continueranno la loro relazione alle spalle del marito credulone.

CRITICA DI ROBA DA RICCHI:

Corbucci, nei limiti di un onesto mestiere, aveva realizzato ben altri film. (Magazine italiano tv) Un film professionale, per passare un paio d'ore in armonia con un facile divertimento. (Tutto tv) Costo 4 miliardi; sceneggiatori tra i meglio pagati d'Italia; un regista, il bravo Corbucci, che è il n.1 degli incassi da 20 anni. Attori: tanti e notissimi. Risultato: desolante, al livello dei peggiori varietà televisivi. (Laura e Morando Morandini, Telesette)

SOGGETTO DI ROBA DA RICCHI:

BASATO SUL TESTO DI MARIO AMENDOLA

lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming