PREFERISCO IL RUMORE DEL MARE

PREFERISCO IL RUMORE DEL MARE

Voto del pubblico
Valutazione
3.8 di 5 su 5 voti
Genere: Drammatico
Anno: 1999
Paese: Italia
Durata: 88 min
Distribuzione: MIKADO FILM (2000) - FOX VIDEO
PREFERISCO IL RUMORE DEL MARE è un film di genere drammatico del 1999, diretto da Mimmo Calopresti, con Silvio Orlando e Michele Raso. Durata 88 minuti. Distribuito da MIKADO FILM (2000) - FOX VIDEO.
Genere: Drammatico
Anno: 1999
Paese: Italia
Durata: 88 min
Distribuzione: MIKADO FILM (2000) - FOX VIDEO
Fotografia: Luca Bigazzi
Montaggio: Massimo Fiocchi
Produzione: DONATELLA BOTTI, ROBERTO CICUTTO, LUIGI MUSINI

TRAMA PREFERISCO IL RUMORE DEL MARE

Tornato a Torino dopo una vacanza nella natia Calabria, Luigi, affermato dirigente d'azienda, non riesce a togliersi dalla mente Rosario, un ragazzo conosciuto al cimitero del paese: sepolta c'è la madre, vittima di una faida, mentre il padre è in carcere. Rosario, quindici anni, è silenzioso, composto, scontroso, solitario. Luigi, separato dalla moglie, ha un figlio coetaneo, Matteo, che, all'opposto, è svogliato, dispersivo, inconcludente e sfoga la sua insoddisfazione dipingendo e ascoltando musica. Luigi si rivolge a don Lorenzo, un sacerdote che in città manda avanti una comunità per giovani disagiati e, con il suo aiuto, fa arrivare Rosario a Torino. Qui il ragazzo, che ha un forte sentimento religioso, entra nella vita della comunità, lavora in biblioteca, serve la Messa. Luigi fa incontrare Rosario e Matteo. Tra i due c'è all'inizio una inevitabile distanza. Quando qualche confidenza comincia a farsi avanti, alcuni episodi relativi a piccoli furti scavano profonde incomprensioni. Luigi (che non riesce a gestire il rapporto d'affetto con l'amica Serena) fa di Rosario il bersaglio delle proprie difficoltà personali, lo accusa di abuso di fiducia, lo respinge. Quando arriva l'ultimo dell'anno, Rosario è in comunità con gli altri, Luigi è solo, Matteo va ad una festa ma quasi subito esce. Tornato a casa, avverte all'improvviso un vuoto che lo porta a tentare il suicidio. Telefona a Rosario che arriva in tempo, proprio poco prima dell'ingresso in casa anche di Luigi che soccorre il figlio e scaccia a male parole l'altro. Per Rosario è troppo. Chiama don Lorenzo per dirgli che sta per tornare in Calabria. Don Lorenzo parte con lui per fargli cambiare idea ma, una volta arrivati, Lorenzo dice "Preferisco il rumore del mare".

CRITICA DI PREFERISCO IL RUMORE DEL MARE

"Complesso e affascinante, il film ha un interprete davvero ammirevole in Silvio Orlando e sa raccontare i problemi degli italiani attraverso i personaggi". (Lietta Tornabuoni, 'La Stampa', 28 aprile 2000)"Amaro dramma sociale del misurato e sensibile Mimmo Calopresti, che ha il vizio di voler apparire sempre nei propri film, ma, ahilui, a differenza di Hitchcock si ritaglia ruoli fastidiosamente prolissi. Un film dove si parla fino allo sfinimento, succede poco e non si capisce tutto. Il poetico titolo è carino, ma fa venire voglia di andare in montagna ". (Massimo Bertarelli, 'Il giornale', 18 luglio 2003)

CURIOSITÀ SU PREFERISCO IL RUMORE DEL MARE

PRESENTATO A CANNES 2000 NELLA "QUINZAINE DES REALISATEURS"

INTERPRETI E PERSONAGGI DI PREFERISCO IL RUMORE DEL MARE

Attore Ruolo
Silvio Orlando
Luigi
Michele Raso
Rosario
Mimmo Calopresti
Don Lorenzo
Andrea Occhipinti
Massimo
Paolo Cirio
Matteo
Raffaella Lebboroni
Miriam
Eugenio Masciari
Cappabianca
Enrica Rosso
Elisabetta
Fabrizia Sacchi
Serena
Palma Valentina Di Nunno
Adele

PREMI E RICONOSCIMENTI PER PREFERISCO IL RUMORE DEL MARE

Nastri d'Argento - 2000

  • Premio migliore attore protagonista a Silvio Orlando
  • Candidatura miglior regista a Mimmo Calopresti
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming