La scelta di Sophie

La scelta di Sophie

( Sophie's Choice )
Voto del pubblico
Valutazione
3.6 di 5 su 25 voti
Genere: Drammatico
Anno: 1982
Paese: USA
Durata: 150 min
Distribuzione: Universal - Cic (1983) - Panarecord, 20th Century Fox Home Entertainment, Polygram Filmed Entertainment Video
La scelta di Sophie è un film di genere drammatico del 1982, diretto da Alan J. Pakula, con Meryl Streep e Kevin Kline. Durata 150 minuti. Distribuito da Universal - Cic (1983) - Panarecord, 20th Century Fox Home Entertainment, Polygram Filmed Entertainment Video.
Genere: Drammatico
Anno: 1982
Paese: USA
Durata: 150 min
Distribuzione: Universal - Cic (1983) - Panarecord, 20th Century Fox Home Entertainment, Polygram Filmed Entertainment Video
Sceneggiatura: Alan J. Pakula
Fotografia: Néstor Almendros
Produzione: KEITH BARISH E ALAN J. PAKULA

TRAMA LA SCELTA DI SOPHIE

La scelta di Sophie, film del 1982 diretto da Alan J. Pakula, è tratto dall’omonimo romanzo di William Styron.
La vicenda è ambientata a Brooklyn nel 1947, in un’America ancora scossa dalla Seconda guerra mondiale e dagli orrori perpetrati dai nazisti nei campi di sterminio.
Dopo aver abbandonato l’uniforme dei Marines, il giovane Stingo (Peter McNicol) decide di tentare la fortuna a New York e coltivare la sua passione per la scrittura. Stingo prende in affitto una delle camere della bizzarra casa della signora Yetta (Rita Karin), condividendo l’appartamento con Sophie Zawistowska (Meryl Streep), un’immigrata di origine polacca, e con l’intellettuale ebreo Nathan Landau (Kevin Kline).
Tra i tre nasce un rapporto molto complesso, fatto di estrema vicinanza emotiva e burrascose incomprensioni, che fanno da sfondo ai racconti paranoici di Nathan sull’impossibilità di vivere il futuro.
Fidandosi di Stingo, Sophie decide di raccontare il suo passato, segnato dalla permanenza nel campo di concentramento di Aushwitz. La donna confessa di sentirsi moralmente colpevole per il massacro dell’olocausto, avendo sostenuto gli ideali del padre che simpatizzava apertamente per i nazisti. Nonostante le idee della famiglia Zawistowska collimassero con quelle del Reich, Sophie fu deportata insieme ai suoi due figli.
A causa della perversione degli ufficiali tedeschi, la donna fu costretta a prendere una decisione aberrante. Intanto l’ossessione di Nathan per il passato diventa sempre più forte, peggiorata dall’abuso di cocaina e Stingo propone a Sophie di fuggire per la Virginia…

CRITICA DI LA SCELTA DI SOPHIE

"E' una vicenda complessa che si svolge su diversi piani temporali e psicologici. La verità affiora a poco a poco da un insieme di pietose "menzogne" che coprono un passato di tragedia e di morte. L'interpretazione dei tre protagonisti è superiore a ogni elogio, specialmente la prestazione di Meryl Streep, l'interprete di Sophie, nelle complesse vicende drammatiche della sua vita. Non è lei che cerca la morte, è la morte che cerca lei. Per questo rinuncerà all'amore di Stingo, rinuncerà alla vita, come ha fatto per la sua bambina, nel lager di Auschwitz. La scelta di Sophie è la scelta della morte, assecondata dalla voluttà di autodistruzione di Nathan, che fin dall'inizio dirà alla donna: "Non lo capisci, Sophie, stiamo morendo". La donna si difende disperatamente dal suo mostruoso passato, non ne vuol parlare, non vuole svelarlo: le è stato imposto, con scelte laceranti, e continua a subirlo, in una tragedia intima, quotidiana, tanto che in un momento di disperazione perde anche la fiducia in Dio: "Gesù non ha alcun interesse per me. Vivo sola col tormento del mio peccato". Tenta allora di suicidarsi, tagliandosi i polsi, ma la morte la rifiuta, la ricaccia nel tormento nel suo rimorso e nel fatale fascino dell'amore distruttivo di Nathan. E' un dramma terribile, rappresentato spesso fino all'esasperazione dello spasimo. Un merito del regista è di aver intuito che la ricostruzione in immagini degli infernali lagers nazisti deve essere fatta dalla parte del tedeschi, secondo la loro ordinata, scrupolosa, spietata amministrazione della morte, lasciando sussistere la loro lingua e la lingua delle loro vittime, il tedesco e il polacco, con sapiente discrezione, senza infierire, poiche le situazioni terribili sono già un urlo lacerante e un'accusa drammatica in se stesse. L'interpretazione dei personaggi nei vari ambienti e specialmente nell'allucinante casa rosa, che assurge a simbolo di un mondo anormale, è efficacemente espressa in linguaggio filmico dalla splendida fotografia di Nestor Almendros. Forse qualcuno può accusare il film di troppa letteratura, troppe citazioni di poeti, ma, a nostro avviso, non stancano in bocca ai personaggi della vicenda e si adeguano alla loro cultura. (...) Un elogio merita lo spendido doppiaggio specialmente di Sophie." (Segnalazioni cinematografiche, vol. 95, 1983)

CURIOSITÀ SU LA SCELTA DI SOPHIE

Agli Oscar del 1983, Meryl Streep si aggiudicò la statuetta come ‘Miglior attrice protagonista’ e un Golden Globe come ‘Migliore attrice protagonista in un film drammatico’.

Per avere un accento più veritiero possibile, Meryl Streep apprese il polacco e il tedesco.

Nel film è citata la poesia ‘Ample make this Bed’ di Emily Dickinson.

SOGGETTO DI LA SCELTA DI SOPHIE

romanzo omonimo di William Styron

INTERPRETI E PERSONAGGI DI LA SCELTA DI SOPHIE

Attore Ruolo
Meryl Streep
Sophie Zawistowski
Kevin Kline
Nathan Landau
Peter MacNicol
Stingo
Rita Karin
Yetta
Stephen D. Newman
Larry Landau
Greta Turken
Leslie Lapidus
Josh Mostel
Morris Fink
Robin Barlette
Lilian Grossman
Eugene Lipinski
Professore polacco
John Rothamn
Bibliotecario
David Wohl
Professore di inglese
Marcell Rosenblatt
Astrid Weinstein
Moishe Rosenfeld
Moishe Rosemblum
Katharina Thalbach
Wanda
Günther Maria Halmer
Rudolph Hoess
Ulli Fessl
Signora Hosess
Melanie Pianka
Emmi Hoess
Nedim Prohic
Josef
Adrian Kalitzka
Figlio di Sophie
Jennifer Lawn
Figlia di Sophie
Joseph Leon
Dr. Blackstock
Michaela Karacic
Sophie bambina
Ivo Pajer
Padre di Sophie
Karlheinz Hackl
Dottore delle SS
Vida Jerman
Guardia SS
Peter Wegenbrecht
Attendente di Hoess
Joseph Tobin
Reporter
Cortez Nance
Fattorino
Krystyna Karkowska
Cameriera
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming