La parrucchiera

Titolo originale: La parrucchiera

share
La parrucchiera è attualmente in programmazione Trova Cinema
Poster
VOTO DEL PUBBLICO
Grazie del tuo voto
VOTO COMINGSOON
VALUTAZIONE

3.5 di 5 su 36 voti

Rosa è una bellissima ragazza dei quartieri spagnoli di Napoli che lavora nel negozio di parrucchiere di Lello e Patrizia. Lello è attratto da lei fino all'ossessione​, ma​ quando le avances si fanno troppo pesanti, Rosa è costretta a scappare e a licenziarsi. Patrizia, che ha sempre considerato Rosa come una figlia, si sente tradita e prende le parti del marito lasciando la ragazza senza lavoro. A questo punto Rosa, con l'aiuto delle sue amiche del cuore Micaela, donna passionale e intraprendente, e Carla, transessuale sensibile e materna, tenta la grande scommessa di aprire un salone tutto suo. Ben presto i sogni diventano realtà: il negozio di Rosa non solo si afferma, ma arriva addirittura a rivaleggiare con quello di Lello e Patrizia, e nella vita della ragazza si riaffaccia anche Salvatore, ​da sempre ​il grande amore di Rosa che, dalla ricerca del locale all’organizzazione dei lavori, la aiuterà in questa nuova avventura. Insomma, le cose sembrano andare per il meglio, finché un misterioso evento cambierà le sorti del salone e delle loro vite. Sarà proprio quello il momento in cui Rosa, le sue amiche e la stessa Patrizia mostreranno davvero quale cuore posseggono le donne di Napoli.



CRITICA DI LA PARRUCCHIERA:

Un film che non ti aspetti in un cinema italiano spesso troppo prevedibile: il regista Stefano Incerti riesce col suo ottavo lungometraggio a sorprendere il suo pubblico e forse anche se stesso. Se si escludono le donne al centro del racconto, La parrucchiera ha poco in comune con i film a cui pure allude: i primi lavori di Pedro Almodovar e l'estetica pop di Pappi Corsicato. Girato in un bellissimo simil technicolor, è un trionfo di costumi, trucco, acconciature, musica e recitazione che affronta temi contemporanei e dove la risata ha un retrogusto amaro. Forse c'è un po' troppa carne al fuoco, ma resta il piacere di vedere un film che riporta al centro della narrazione una città dalle molte anime e dai mille colori, spesso mortificata da cliché e semplificazioni insopportabili. (Daniela Catelli)

Lascia un Commento
Il trailer del film - HD
4062
Lascia un Commento