Io ho paura

Io ho paura

Voto del pubblico
Valutazione
3.3 di 5 su 3 voti
Genere: Drammatico
Anno: 1977
Paese: Italia
Durata: 120 min
Distribuzione: C.I.C.
Io ho paura è un film di genere drammatico del 1977, diretto da Damiano Damiani, con Gian Maria Volonté e Erland Josephson. Durata 120 minuti. Distribuito da C.I.C..
Genere: Drammatico
Anno: 1977
Paese: Italia
Durata: 120 min
Formato: VISTAVISION - TECHNICOLOR
Distribuzione: C.I.C.
Fotografia: Luigi Kuveiller
Musiche: Riz Ortolani
Produzione: LUIGI E AURELIO DE LAURENTIIS PER AURO CINEMATOGRAFICA

TRAMA IO HO PAURA

Il brigadiere Ludovico Graziano, uomo di mezza età, in crisi generale (sfiducia nella professione e nella vita, dissapori con la compagna Gloria, lontano dall'amatissima figlia Silvia), viene affidato come scorta al giudice Cancedda, magistrato all'antica, incaricato di indagare su di un omicidio apparentemente banale. Il giudice, guidato anche dalle timide intuizioni del poliziotto-autista, s'avvede ben presto di essersi invischiato in cose grosse: traffico d'armi, trame terroristiche che coinvolgono organizzazioni e personaggi giganteschi. Invano Graziano tenta di indurre il Cancedda a fermarsi: questi continua nelle indagini e viene ucciso. Il brigadiere viene affidato con analoghi compiti al giudice Moser che decisamente dalla parte dei criminali, vuole scoprire sino a che punto Graziano è riuscito a sapere...

CRITICA DI IO HO PAURA

"Raccontato come un romanzo di avventure poliziesche, ravvivate da un ritmo serrato e da un clima angoscioso ben reso, retto da figure significative ben dipinte e perfettamente interpretate, questo film unisce allo spettacolo robusto impegni politici e civici. Infatti, con indiscutibile credibilità, il lavoro analizza quanto sta succedendo da diverso tempo in Italia; trame eversive, Sid, terrorismo, stragi, fermenti nella nuova polizia, misteriose uccisioni di magistrati. Il protagonista è un poliziotto che intuisce la verità più per istinto che per volontà professionale; uno che odia il crimine e vorrebbe tanto che sia la società che la propria vita scorressero su binari di accettabile umanità. Uno che però ha paura perché il male è troppo vasto e troppo potente: nel complesso è il simbolo, oltre che di coloro che dovrebbero tutelare gli interessi della società, anche dell'uomo della strada che ha ragioni da vendere per sentirsi sfiduciato e a disagio. Per quanto impressionante in alcune scene, il lavoro è un positivo apporto alla volontà generale di uscire dal tunnel edi violenza in cui ci si è troppo a lungo inoltrati. Dispiace soltanto che in qualche sporadica figurazione e in qualche brano di dialogo il regista abbia immesso giudizi affrettati e polemichette di maniera. Si tratta, comunque, di aspetti molto parziali." ("Segnalazioni cinematografiche, vol. 83, 1977)

CURIOSITÀ SU IO HO PAURA

- REVISIONE MINISTERO OTTOBRE 1995

INTERPRETI E PERSONAGGI DI IO HO PAURA

Attore Ruolo
Gian Maria Volonté
Brigadiere Graziano
Erland Josephson
Giudice Concedda
Mario Adorf
Giudice Moser
Angelica Ippolito
Gloria
Bruno Corazzari
Cap. La Rosa
Giorgio Cerioni
Magg. Masseria
Joe Sentieri
Tognon
Paola Arduini
Irma Caterini
Laura De Marchi
Elsa Meroni
Paolo Malco
Caligari
Raffaele Di Mario
Col. Ruiz
Laura Trotter
La ragazza di Caligari
Aldo Valletti
Direttore Carcere
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming