GROG

share

GROG è un film di genere commedia del 1982, diretto da Francesco Laudadio, con Omero Antonutti e Claudio Cassinelli. Durata 95 minuti. Distribuito da RIACE (MARTINO).

VOTO DEL PUBBLICO
Grazie del tuo voto
VALUTAZIONE

1 di 5 su 1 voti


TRAMA GROG:

Nicola e Pasquale, evasi dal penitenziario durante una sommossa si barricano in una villa di un quartiere residenziale prendendo per ostaggi tutti i componenti della famiglia. Hanno con loro anche una guardia carceraria ferita, alla quale avevano sottratto le armi. Acceso il televisore apprendono che il quartiere è circondato dalle forze dell'ordine. Terrorizzato Nicola telefona ad una televisione privata e intima al Direttore, pena l'incolumità degli ostaggi, di annunciare che le persone in ostaggio saranno uccise se non sarà dato a loro un aereo per fuggire. Il Direttore si rifiuta, ma propone a Nicola che sia lui stesso a lanciare il messaggio. Arriva così nella villa tutta la troupe della TV e allestisce una "diretta" dalla casa del sequestro. Ne nasce un gigantesco spettacolo tragico-comico che investe sequestrati, sequestratori, parenti, intermediari, poliziotti, giustizieri improvvisati, e persino una ditta di sponsor. Quando la polizia irromperà nell'appartamento si scoprirà che le immagini, che continuano ad andare in onda sui teleschermi, sono state registrate in precedenza ed i due evasi sono ancora una volta fuggiti dalla finestra del bagno, dopo aver rinchiuso tutta la famiglia e gli operatori della TV-Gold in una stanza dalla quale non potevano uscire. Per strada i due evasi trovano le telecamere di un'altra TV privata pronta a riprendere le sequenze della fuga.

CRITICA DI GROG:

L'esordio di Laudadio (...) è simpatico e promettente. Si affianca ai già tanto numerosi esempi di satira sullo strapotere televisivo con un estro surreale che ribalta la retorica imperante nei mass-media e conferma la loro virtù di digerire i veleni (G.Grazzini - Cinema '82).

CURIOSITÀ SU GROG:

- DAVID DI DONATELLO 1983 PER MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE (FRANCESCO LAUDADIO).

IL CAST DI GROG:



Lascia un Commento
Lascia un Commento