ESTATE VIOLENTA

ESTATE VIOLENTA

Voto del pubblico
Valutazione
5 di 5 su 2 voti
Genere: Drammatico
Anno: 1959
Paese: Francia, Italia
Durata: 100 min
Distribuzione: TITANUS - CREAZIONI HOME VIDEO, MONDADORI VIDEO (IL GRANDE CINEMA)
ESTATE VIOLENTA è un film di genere drammatico del 1959, diretto da Valerio Zurlini, con Jean-Louis Trintignant e Jacqueline Sassard. Durata 100 minuti. Distribuito da TITANUS - CREAZIONI HOME VIDEO, MONDADORI VIDEO (IL GRANDE CINEMA).
Genere: Drammatico
Anno: 1959
Paese: Francia, Italia
Durata: 100 min
Distribuzione: TITANUS - CREAZIONI HOME VIDEO, MONDADORI VIDEO (IL GRANDE CINEMA)
Fotografia: Tino Santoni
Montaggio: Mario Serandrei
Produzione: SILVIO CLEMENTELLI PER TITANUS (ITALIA) - (FRANCIA)

TRAMA ESTATE VIOLENTA

Nel luglio del 1943, Carlo, insieme a Rossana, di lui innamorata, fa parte di una compagnia di giovani che passano insieme molte ore a Riccione. Egli conosce per caso Roberta, giovane vedova di un ufficiale, e tra i due germoglia un sentimento di reciproca simpatia, che infastidisce Rossana. La sera del 25 luglio, il padre di Carlo, grosso gerarca fascista, è costretto a fuggire, e vorrebbe condurre con sè il figlio, ma questi non vuole allontanarsi da Roberta e preferisce rimanere. Durante un incontro notturno Carlo e Roberta sono fermati da una pattuglia, che chiede di controllare i documenti personali. Quelli di Carlo non sono in regola: il giovane dovrà presentarsi al Comando il giorno seguente. L'episodio impressiona vivamente Roberta, la quale pensa con terrore che la guerra sta per toglierle l'uomo che ama. I due prendono una grave decisione: Roberta nasconderà Carlo in una sua villa, a Rovigo, per sottrarlo alla chiamata alle armi. Durante il viaggio il treno subisce un attacco aereo che sparge intorno terrore e morte. Nello scompiglio Carlo e Roberta vengono separati: quando si ritrovano, il giovane esige che la donna ritorni a casa. Egli ha deciso di presentarsi al Comando Militare.

CRITICA DI ESTATE VIOLENTA

"Il film tratta un soggetto convenzionale, presentato veristicamente. L'artificiosità dei sentimenti, attribuiti ai protagonisti, si ripercuote sul lavoro rendendolo freddo e poco convincente. Abbastanza impegnata la recitazione e degne di nota alcune sequenze." (Segnalazioni cinematografiche, vol. 47, 1960)" 'Estate violenta' vuole raccontare una storia d'amore: il regista indica la data 25 luglio - 8 settembre, ma aggiunge: purché mi sia lecito fare la riserva che non ho fatto alcun film storico (...) .Questo rimando a una posizione astorica, per così dire alla Musil, evidente nella formazione del regista, è sottolineata quando afferma che nella sua storia d'amore il pubblico dovrebbe trovare una "vicenda assai lontana, che nella nostra memoria romantica - pur nella sua drammaticità - ha il valore che hanno tutti i ricordi. "La genericità di simili affermazioni viene comprovata dalla posizione acritica dello Zurlini, che non intende parteggiare per nessuno e proclama, nella "violenza dell'estate" un pacifismo che non può non essere vuoto e astratto." (Guido Aristarco, "Cinema", 1959)

CURIOSITÀ SU ESTATE VIOLENTA

- AIUTO REGISTA: FLORESTANO VANCINI, MARIO MISSIROLI.. NASTRO D'ARGENTO 1960 A ELEONORA ROSSI DRAGO PER MIGLIOR ATTRICE E MARIO NASCIMBENE PER MIGLIOR COMMENTO MUSICALE.

INTERPRETI E PERSONAGGI DI ESTATE VIOLENTA

Attore Ruolo
Jean-Louis Trintignant
Carlo Caremoli
Jacqueline Sassard
Rossana
Eleonora Rossi Drago
Roberta Parmesan
Enrico Maria Salerno
Padre Di Carlo
Lilla Brignone
Madre Di Robeta
Cathia Caro
Serena
Bruno Catotenuto
Giulio
Tina Gloriani
Emma
Giampiero Lettera
Daniele
Raf Mattioli
Giorgio
Federica Ranchi
Maddalena
Sergio Paolini
Sergio
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming