Daniele Cortis

share

Daniele Cortis è un film di genere drammatico del 1947, diretto da Mario Soldati, con Sarah Churchill e Vittorio Gassman. Durata 90 minuti. Distribuito da MINERVA FILM - DOMOVIDEO.


TRAMA DANIELE CORTIS:

Elena che da ragazza era innamorata di suo cugino, Daniele Cortis, va in sposa al barone di Santa Giulia, uomo di mondo senza ideali né troppi scrupoli, ma pieno d'orgoglio aristocratico. Elena capisce troppo tardi l'errore commesso e quando rivede Daniele, che nel frattempo ha terminato gli studi all'estero, s'accorge d'amarlo ancora, ma il suo elevato senso morale le fa soffocare un sentimento che però non riesce a nascondergli. Daniele, giovane entusiasta, assertore di idee nuove, viene eletto deputato e si reca a Roma dove si trova anche Elena, che ha seguito il marito senatore. Il conte, giocatore sfrenato, oberato di debiti, ha commesso una truffa e rischia di venire denunciato. Elena che in un primo momento si è rifiutata di aiutarlo, di fronte alla gravità della situazione si offre da intermediaria per salvarlo ed accetta di seguirlo in America. Sistemato tutto, però, prima di partire Elena ritorna al suo paese natio, dove rivede Daniele, al quale fa promettere solennemente di continuare a combattere per il trionfo dei suoi ideali.

CRITICA DI DANIELE CORTIS:

"La trama segue fedelmente il romanzo ma il regista ha saputo imprimere alla vicenda un ritmo abbastanza vivace. L'interpretazione, ottima per certe parti, risulta un po' ineguale." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 21, 1947)"Il film [...] è venuto fuori slegato, non sempre logico nei passaggi psicologici ed anche narrativi, a volte addirittura noioso. L'interpretazione, dal suo canto, non è granché, tranne per quanto riguarda Gino Cervi". (Lorenzo Quaglietti, "L'Unità", 9 maggio 1947).

CURIOSITÀ SU DANIELE CORTIS:

- PRIMO ESEMPIO DI COPRODUZIONE DEL DOPOGUERRA. LA CASA PRODUTTRICE FRANCESE PERO' NON E' ACCREDITATA NEI TITOLI DI TESTA.- L'ATTRICE SARAH CHURCHILL ERA LA FIGLIA DELLO STATISTA WINSTON.- NASTRO D'ARGENTO 1947 PER LA MIGLIOR FOTOGRAFIA.

SOGGETTO:

romanzo omonimo di Antonio Fogazzaro

IL CAST DI DANIELE CORTIS:



Lascia un Commento
Lascia un Commento