Da qui all'eredità

share

Da qui all'eredità è un film di genere commedia del 1955, diretto da Riccardo Freda, con Tina Pica e Beniamino Maggio. Durata 88 minuti. Distribuito da CENTAURO FILM.


TRAMA DA QUI ALL'EREDITÀ:

Alberto e Beniamino sono due fannulloni, che vivono coinquilini senza acqua, luce, gas e generi di prima necessità. Essi passano il tempo architettando stravaganti imprese o sforzandosi di rimediare alle disastrose conseguenze delle stesse. I due eroi sono nipoti di Zia Tina, donna rude e risoluta, che minaccia di diseredarli se continueranno a comportarsi in modo così sciocco e sconveniente. Cè poi una graziosa cuginetta, di nome Marisa, che Zia Tina vorrebbe far sposare ad un giovanotto, che al cospetto della severa zia assume degli atteggiamenti da giovane morigerato e dabbene, mentre la sua condotta è tutt'altro che seria. Marisa però ama, riamata, un altro giovane e il caso vuole che la zia, i due nipoti e Marisa una sera si trovino nel locale notturno dove canta l'innamorato di Marisa. Questi ne approfitta per smascherare la falsità e le insidie del rivale. Alberto e Beniamino continuano a dar prova della loro incosciente scemenza finché la Zia Tina decide di prendersi in casa i due nipoti, proibendo loro di prendere qualsivoglia iniziativa. Marisa invece sarà felice al fianco del suo innamorato, che ha saputo conquistare anche il cuore dell'energica zia.

CRITICA DI DA QUI ALL'EREDITÀ:

"È un lavoro molto debole, che a prescindere da qualche battuta comica e di originalità, è privo di apprezzabili qualità artistiche e tecniche". (Segnalazioni Cinematografiche, vol.38, p.107).

IL CAST DI DA QUI ALL'EREDITÀ:



Lascia un Commento
Lascia un Commento