Così è la vita

Così è la vita

Voto del pubblico
Valutazione
4.3 di 5 su 53 voti
Genere: Commedia
Anno: 1998
Paese: Italia
Durata: 109 min
Distribuzione: MEDUSA FILM - MEDUSA VIDEO
Così è la vita è un film di genere commedia del 1998, diretto da Massimo Venier, Giacomo, Giovanni, Aldo, con Aldo e Giovanni. Durata 109 minuti. Distribuito da MEDUSA FILM - MEDUSA VIDEO.

TRAMA COSÌ È LA VITA

A Milano Aldo, un detenuto di mezza tacca, deve essere scortato in tribunale. L'incarico è affidato al poliziotto Giacomo che si ritrova in macchina solo perché il collega Catania aveva qualcosa di più urgente da fare. Giacomo ha lasciato la pistola d'ordinanza nel portaoggetti, cosicché Aldo se ne impossessa e prende il sopravvento. Per strada Giovanni, un inventore di giocattoli che ha appena subito il furto dell'auto, chiede aiuto alla macchina della polizia, viene fatto salire e si ritrova preso come ostaggio. I tre cominciano una fuga senza meta, lungo la strada aiutano una donna a partorire, scampano per miracolo all'esplosione della loro macchina, sono dati per morti, passano la notte in un cimitero, incontrano Clara, ragazza bella e misteriosa, di cui Aldo si innamora. Tornati a Milano, si salutano, ma Aldo non sa dove andare, Giacomo è stato lasciato fuori di casa e Giovanni trova la moglie a letto con Catania. Con l'aiuto di Clara si vendicano, si sentono soddisfatti, ma l'ultima sorpresa la rivela loro proprio Clara: i tre in realtà sono morti nell'incidente della macchina, in Paradiso c'è posto solo per Aldo, ma i tre amici non si separano. O tutti o nessuno.

CRITICA DI COSÌ È LA VITA

"Film molto scritto, pensato al millimetro, dove ogni battuta segue uno schema di gioco. Ma non si dovrebbe fare così. Bisogna confondere sempre un po' le acque, dare aria, lasciare segnali impropri, aprire piste false, sprecare qualcosa: qui non si butta via mai nulla, tutto serve, come alla "casalinga modello". 'Però Così è la vita' film secondo di firmato Aldo Giovanni e Giacomo, resta una piacevole conferma. Gestualmente il meccanismo non stride (ottimi gli attori, anche Antonio Catania e Marina Massironi) e la strategia emozionale funziona, e commuove perfino. Chi ha più il coraggio di profanare 'Easy rider', inebriandosi al cimitero di Vieri e Del Piero invece che di Lsd rosa e blu? O di citare Jerry Lewis, come nella scena della mancia anticipata ai camerieri?" (Roberto Silvestri, 'Il Manifesto', 17 dicembre 1998)"Diretto a 8 mani, da non dimenticare quelle di Massimo Venier, e scritto a 16 (con Gino e Michele, Gherarducci, Ferrari), 'Così è la vita' conferma che Aldo, Giovanni e Giacomo hanno un talento esplosivo di comunicazione ed esprimono con un copyright, la sintesi delle follie quotidiane: aspettano Godot che tarda, basterebbe un nulla, un tocco in più di pessimismo e nonsense, per trovarsi nelle lande di Beckett, come accadde a Paolo Rossi. I difetti del secondo film (qualche lentezza, prevedibilità, manierismo, i tre si vogliono bene) sono veniali rispetto alle qualità, anche potenziali, di cui il terzetto si fa portatore sano nel nostro cinema comico: Aldo, Giovanni e Giacomo trasportano immutato il loro copyright dal cabaret al cinema. Ed è sempre amabile il gioco degli stereotipi, che inizia con una sequenza carceraria tipo 'Papillon' e finisce con un foglietto vagante come la piuma di 'Forrest Gump'. Non c'è dubbio che qui si mira un poco più in alto: ma per fortuna tenendo presente che il primo comandamento del pubblico di A.G.G. è la risata, anche grassa, anche folle, anche futile, del gioco di parole: ma sfido chiunque a non uscire da questo film con un dubbio in più sul mestieraccio di vivere. (Maurizio Porro, 'Il Corriere della sera', 19 dicembre 1998)"Se 'Così è la vita' fosse durato, che so, un'ora e venti, sarebbe stato divertente: i loro tre caratteri in fuga funzionano, certe battute strappano la risata, certi personaggi di contorno sono azzeccati. Ma, dilatato a quasi due ore, più che un film, sembra un abbozzo di sceneggiatura di due o tre film, che non riescono a fondersi, si aprono alla noia e si concludono sul terreno scivolosissimo della 'commedia fantastica'. Tutto tentenna e oscilla tra lo sketch e ambizioni narrative più complesse, tra i caratteri tipici dei tre comici e l'articolazione di personaggi nuovi. soprattutto, tutto si diluisce e annacqua, perdendo completamente di vista la scansione dei tempi cinematografici (purtroppo, anche di quelli comici). Un cedimento tipico del cinema di serie B, quando all'improvviso cerca di reinventarsi e ampliarsi per la serie A". (Emanuela Martini, 'Film Tv', 22 dicembre 1998)Diciamo che è un film troppo lungo (108 minuti) che inizia mezz'ora dopo e finisce mezz'ora prima. Ha un lungo prologo in cui i tre giocano a fare i galeotti in una prigione dell'Arizona, stile 48 ore. E ha quel finale di cui sopra, francamente attaccato coi cerotti. Il problema è il solito: geniali nelle gag, i tre non hanno respiro narrativo e nessuno dei numerosi sceneggiatori ha saputo darglielo. Vanno avanti per citazioni cinefile, per tormentoni teatral-televisivi e per situazioni (strepitoso Aldo nella scena del ristorante). Ma il film, spesso, gira a vuoto. Aldo, Giovanni & Giacomo come Totò? Nel senso che fanno crepar dal ridere anche all'interno di film modesti? Sì, con il piccolo dettaglio che Totò non era regista di se stesso. La sensazione è che si sia andati di corsa per sfruttare il traino del primo successo. Il film è tirato via ma certo i fans possono accomodarsi, le risate sono garantite. Sperando in un terzo film più meditato. Magari fra due anni,

CURIOSITÀ SU COSÌ È LA VITA

- N.B. ALDO BAGLIO - GIOVANNI STORTI - GIACOMO PORETTI- IL TITOLO DEL FILM VIENE DAL ROMANZO SCRITTO DA GIACOMO E CHE LUI TIENE NEL CASSETTO- MARINA MASSIRONI, PARTNER ABITUALE DEL TRIO, NELL'85 AVEVA FONDATO INSIEME A GIACOMO, IL DUO "HANSEL & STRUDEL"

INTERPRETI E PERSONAGGI DI COSÌ È LA VITA

Attore Ruolo
Aldo
Aldo
Giovanni
Giovanni
Giacomo
Giacomo
Marina Massironi
Clara
Antonio Catania
Catania
Francesco Pannofino
Cognato di Giacomo
Elena Giusti (II)
Moglie di Giovanni
Carlina Torta
Sorella di Giacomo
Giovanni Cacioppo
Uomo calabrese
Roberto Bigherati
Secondino
Bobby Rhodes
Sceriffo
Emanuela Rossi
Donna con bimbo
Roberto Marelli
Fiorista
Carla Monti
Donna di mezza età
Augusto Zucchi
Commissario
Stefania Di Nardo
Moglie dell'uomo calabrese
Alessandro Luci
Secondino
Fabrizio Emilio La Marca
Detenuto
Franco Gargia
Detenuto
Gianfranco Mattioli
Detenuto
Fausto Caroli
Guardia penitenziaria
Franco Filogamo
Guardia penitenziaria
Arturo Brachetti
Agente P.S.
Fabio Biaggi
Nipote di Giacomo
Fabrizio Amachree
Platone
Davide Ziantoni
Bimbo Pascolo
Vanni Fois
Detenuto
Saturno Brioschi
Ragazzo "Che Guevara"
Cesare Gallarini
Cameriere
Marco Pagani
Guidatore
Rudi Rezzoli
Cadavere
Giorgio Centamore
George
El Sayed Gaber
Gaber
Big Jimmy
Crapanzano
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming