Bianco, rosso e Verdone

Bianco, rosso e Verdone

( Bianco, rosso e Verdone )
Voto del pubblico
Valutazione
3.4 di 5 su 39 voti

Al cinema dal: 20 febbraio 1981
Regista: Carlo Verdone
Genere: Commedia
Anno: 1981
Paese: Italia
Durata: 116 min
Data di uscita: 20 febbraio 1981
Distribuzione: Medusa Film
Bianco, rosso e Verdone è un film di genere commedia del 1981, diretto da Carlo Verdone, con Carlo Verdone e Lella Fabrizi. Uscita al cinema il 20 febbraio 1981. Durata 116 minuti. Distribuito da Medusa Film.
Data di uscita: 20 febbraio 1981
Genere: Commedia
Anno: 1981
Paese: Italia
Durata: 116 min
Distribuzione: Medusa Film
Fotografia: Luciano Tovoli
Montaggio: Nino Baragli
Produzione: Medusa Film

TRAMA BIANCO, ROSSO E VERDONE

Bianco, rosso e Verdone è una commedia del 1981 diretta e interpretata da Carlo Verdone.
Tre storie, ambientate in Italia nei primi anni Ottanta, si intrecciano e raccontano le vicende di tre italiani, che tornano nei loro comuni di appartenenza per votare.
Da Monaco di Baviera parte con la sua Alfasud rossa per raggiungere Matera, il taciturno Pasquale, un appassionato dell'Italia, che vive con nostalgia il ricordo della sua terra. Sposato con una donna tedesca, subisce la sua terribile cucina e sogna le vivande succulente del suo adorato paese.
Da Torino si avvia verso Roma, con due figli ancora piccoli e la moglie piemontese Magda (Irina Sanpiter), l'insopportabile Furio, un funzionario pignolo, logorroico e senza fantasia, abituato a programmare ogni secondo tanto un viaggio in auto, quanto la vita propria e quella dei familiari.
Rientra nella capitale Mimmo, un giovanottone di Trastevere, goffo e ingenuo, che a dispetto dell'età ragiona come un bambino. Arriva da Verona, dov'è andato a prendere sua nonna (Elena Fabrizi), una vecchia signora obesa, piena di problemi di salute che non vuole assolutamente rinunciare a dare il suo voto al Partito Comunista. Guardalo subito su Prime Video

CURIOSITÀ SU BIANCO, ROSSO E VERDONE

I colori delle auto dei protagonisti, come il titolo del film, si rifanno al Tricolore italiano: l'auto di Mimmo è una Fiat 1100 D verde, quella di Furio è una Fiat 131 Panorama bianca, quella di Pasquale è una Alfa Romeo Alfasud 1.2 rossa.

Magda si congeda dai figli e fugge via con Raoul e la vettura di questo: una Volkswagen azzurra, colore che simboleggia il principe azzurro al quale probabilmente la donna anelava da tempo.

Il produttore Sergio Leone non era d'accordo nello scritturare Elena Fabrizi per il ruolo della nonna di Mimmo a causa della sua salute precaria, temendo problemi durante le riprese, in quanto diabetica. Ulteriori provini convinsero il regista a scegliere l'attrice romana.

Le preoccupazioni di Leone vertevano anche sul personaggio di Furio, temendo che questi potesse risultare particolarmente odioso al pubblico. Prima dell'uscita del film, organizzò una proiezione privata in casa sua, a cui parteciparono, oltre a Verdone, Alberto Sordi, Monica Vitti e il calciatore brasiliano Paulo Roberto Falcão, i quali gradirono molto il personaggio di Furio, soprattutto Sordi che addirittura si congratulò con Verdone, convincendo così il produttore Leone.

Stefano Natale, inquilino dello stesso palazzo in cui abitava Verdone da ragazzo e che è stato lo spunto per il personaggio di Mimmo, interpreta il soldato che aiuta Elena Fabrizi a salire le scale una volta che lei e il nipote arrivano al seggio.

La pellicola si è aggiudicata nel 1981 ai David di Donatello le nomination come Migliore attrice protagonista per Elena Fabrizi, Miglior attore protagonista per Carlo Verdone, Migliore colonna sonora per Ennio Morricone e Miglior montaggio.
Vincitore nel 1981 del Nastro d'argento per Migliore attrice esordiente a Elena Fabrizi.

FRASI CELEBRI DI BIANCO, ROSSO E VERDONE

Er Principe (Mario Brega): 'Sta mano po' esse fero e po' esse piuma: oggi è stata 'na piuma.

Furio (Carlo Verdone): Signor Presidente, se mi permette, vorrei far presente a lei e ai signori scrutatori una cosa poco piacevole di cui forse non sono a conoscenza. Niente, è successo che, sulla parete della cabina numero uno dove poc'anzi ho votato, c'è un disegno di un'oscenità sconvolgente! Il mio dovere era quello di informarvi. Tutto qua! Arrivederci.

Mimmo (Carlo Verdone): Nonna... nonna... m'hanno fatto un buono... che vor di'? Vor di' che...?
Nonna (Elena Fabrizi): Che te la piji n'der culo!

Nonna (Elena Fabrizi): Je sto' a di' che razza de nipote che c'ho! Grande, grosso e fregnone! Che scambia 'na sorca per un par de mutande!

INTERPRETI E PERSONAGGI DI BIANCO, ROSSO E VERDONE

Attore Ruolo
Carlo Verdone
Pasquale/Furio/Mimmo
Lella Fabrizi
Nonna di Mimmo
Mario Brega
Il "principe"
Irina Sanpiter
Magda, moglie di Furio
Angelo Infanti
Il corteggiatore di Magda
Milena Vukotic
La prostituta in albergo
Guido Monti
Figlio di Furio
Giuseppe Pizzulli
Figlio di Furio

PREMI E RICONOSCIMENTI PER BIANCO, ROSSO E VERDONE

David di Donatello - 1981

  • Candidatura miglior colonna sonora a Ennio Morricone
  • Candidatura migliore attore protagonista a Carlo Verdone
  • Candidatura migliore attrice protagonista a Elena Fabrizi
  • Candidatura migliore montatore a Nino Baragli

Nastri d'Argento - 1981

  • Premio migliore attrice esordiente a Elena Fabrizi
  • Candidatura migliore attrice non protagonista a Elena Fabrizi
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming