ARF

ARF

( ARF )
Voto del pubblico
Voto Coming Soon
Valutazione
3 di 5 su 9 voti

Al cinema dal: 25 gennaio 2024
Anno: 2023
Paese: Italia
Durata: 75 min
Data di uscita: 25 gennaio 2024
Distribuzione: Genoma Films
ARF è un film di genere animazione, commedia, drammatico del 2023, diretto da Simona Cornacchia, Anna Russo. Uscita al cinema il 25 gennaio 2024. Durata 75 minuti. Distribuito da Genoma Films.
Data di uscita: 25 gennaio 2024
Genere: Animazione, Commedia, Drammatico
Anno: 2023
Paese: Italia
Durata: 75 min
Distribuzione: Genoma Films
Sceneggiatura: Anna Russo
Musiche: Tony Canto
Produzione: Genoma Films in collaborazione con Marguttastudios, Studio Panebarco, ShowLab, Digitoonz, con il sostegno della Regione Emilia-Romagna attraverso Emilia-Romagna Film Commission e con il contributo selettivo del MIC.

TRAMA ARF

ARF, film diretto da Simona Cornacchia e Anna Russo, racconta la storia di un bambino che non è in grado di parlare, ma solo di abbaiare. Il suo nome è Arf ed è nato in paese che sta combattendo un terribile guerra. Il bambino è stato salvato da Bianca, una cagna che lo ha cresciuto nella collina ai margini della cittadina insieme a un branco di altri cani randagi. Quando la guerra arriva perfino laggiù, a causa di una retata tutti i cani si disperdono e Arf viene prelevato per essere portato in un campo di prigionia, dove si trovano altri bambini.
Arf, però, ignora cosa sia la cattiveria umana e, sebbene si trovi in un luogo così triste stringe amicizia e continua a sorridere felicemente. Questa sua serenità manda su tutte le furie l'irascibile comandante a capo del campo, che decide di far sbranare il piccolo Arf dai dobermann, messi a guardia del posto. Ma i cani gli si rivoltano contro e difendono il bambino, scatenando un ammutinamento proprio nel giorno in cui il Dittatore è in visita al campo per tenere il suo discorso. Lo stesso Arf avrà a che fare con lui; infatti, mentre il Dittatore è dal barbiere, il bambino sgattaiola all'interno e taglia i baffi per cui il tiranno è tanto famoso. Quando il Dittatore sale sul palco per tenere il suo discorso, le sue guardie notano l'assenza dei baffi e non lo riconoscono, perché sembra un uomo qualsiasi.
Nel caos generale che si scatenerà, Arf riuscirà a raggiungere la sua mamma Bianca, che lo ha rintracciato fiutando le sue tracce. Insieme i due liberano tutti gli altri bambini fatti prigionieri e fuggono sulla collina, dove potranno vivere felici in pace.

CRITICA DI ARF

ARF aderisce in forma e sostanza al suo protagonista, che non parla. Riduce i dialoghi al minimo, trasmette il suo racconto e i suoi valori con l'immediatezza di un'immagine stilizzata di gusto: il ritmo rallenta per stare al passo della stranezza, la fiaba acquista solidità ed evita le trappole degli spiegoni verbali. Il messaggio arriva leggero come la poetica e spiritosa messa in scena delle due registe, Simona Cornacchia e Anna Russo.(Domenico Misciagna - Comingsoon.it)
ARF: leggi la nostra recensione completa del Film.

CURIOSITÀ SU ARF

Durante i titoli di coda si può ascoltare una canzone scritta da Tony Canto e Simone Cristicchi.

Il film è stato presentato al Sottodiciotto Torino Film Festival ed esce al cinema in occasione della Ggiornata della Memoria del 27 gennaio.

lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming