News Cinema

La leggenda del pianista sull'oceano: emozioni e musica in mare aperto

66

23 anni fa usciva il film di Tornatore con Tim Roth, tratto dal monologo di Alessandro Baricco intitolato Novecento. La leggenda del pianista sull'oceano è la storia di un uomo nato e vissuto su un transatlantico.

La leggenda del pianista sull'oceano: emozioni e musica in mare aperto

L'immensità dell'oceano e quella linea orizzontale che ne traccia il confine con il cielo. Navigare in mare aperto e guardare lontano è un esercizio di disconnessione e di connessione che dovremmo fare spesso per ritrovare una dimensione nell'ordine delle cose che regolano il mondo. Disconnessione dalla frenesia per tentare di comprendere la grandezza che ci avvolge, connessione con noi stessi per trovare la pace e la poesia che sono parte di noi. Siamo piccoli, siamo in viaggio e fermarsi per guardarsi intorno è un regalo che ci dobbiamo per mantenere viva la sintonia con le nostre emozioni. La vastità dell'oceano che corre oltre i confini dell'occhio umano, ci seduce o ci spaventa?

Devono essere state anche queste le riflessioni di Alessandro Baricco quando ha scritto Novecento. Il monologo teatrale dello scrittore si spinge molto oltre raccontando una storia singolare, quella di Danny Boodman T.D. Lemon Novecento, un pianista di eccezionale bravura che non ha mai messo piede sulla terraferma. Quel testo del 1994 è diventando un film quattro anni più tardi, adattato per lo schermo e diretto da Giuseppe Tornatore.

La leggenda del pianista sull'oceano: emozioni e musica in mare aperto

Interpretato da Tim Roth, il protagonista de La leggenda del pianista sull'oceano è un uomo che trascorre la sua intera vita su una grande nave, il transatlantico Virginian. La storia è narrata da Max, un trombettista ingaggiato per suonare a bordo con l'orchestra, che racconta in flashback chi fosse quest'uomo dall'immenso talento di fronte al pianoforte. Trovato a bordo in una cassetta di limoni da un macchinista nero, il neonato viene "adottato" nella sala macchine della nave diventando la mascotte dell'equipaggio. Quando si scopre la sua dote musicale, diventa il pianista ufficiale della Virginian, deliziando i viaggiatori con la sua bravura, da una sponda all'altra dell'oceano e viceversa, per decenni.

Quella bravura però è in diretta opposizione con i confini del luogo in cui ha sempre vissuto. Novecento non si è mai mosso dalla nave, eppure non è mai stato fermo, ma del mondo esterno ha sempre e soltanto conosciuto coloro che salivano e scendevano e li ha osservati con curiosità e sospetto. Che cosa c'è là fuori dove questa gente vive? Arroganza? Razzismo? Discriminazione? Una società ambiziosa e arrivista? O semplicemente Novecento ha il terrore di scoprire le sue paure in un territorio sconosciuto? Rimanere a bordo in uno spazio grande, familiare e che non ha segreti è la scelta che l'uomo compie per se stesso, per il suo benessere, per il suo futuro.



Ecco, mai come in questo periodo, la nave può essere il luogo ideale per trascorrere una vacanza lontano da tutto, in totale serenità e relax. È un po’ come scegliere di rifugiarsi su un’isola felice, un’oasi di pace, dove potersi trovare a tu per tu con se stessi, di fronte all’immensità del mare.
Questa per esempio è la sensazione che si prova a bordo delle navi MSC Crociere, che navigano tutto l'anno nel Mediterraneo, che d’estate solcano anche i mari del Nord Europa e nei mesi invernali viaggiano negli Emirati Arabi, nel Mar Rosso e nei Caraibi. Le crociere estive MSC che viaggiano nel Mediterraneo ti conducono in luoghi davvero suggestivi come Mykonos e Atene, arrivano in Croazia, in Francia, in Spagna e in Italia, passando per Trieste, Ancona, Venezia, Genova, Portofino, Napoli, la Puglia, la Sicilia e Malta.
Chi è stato in vacanza a bordo delle navi MSC Crociere dice di essersi regalato un po’ quelle emozioni che troviamo nel racconto di Baricco, ovvero di essersi come ritirato in un microcosmo, apparentemente lontano da tutto ma al contempo immerso nell’infinità del mare, che ci mette di fronte a tante riflessioni e che ci regala emozioni indimenticabili. Si può scegliere di restare sempre a bordo, un po’ come il protagonista di Novecento, oppure si può scendere a terra, approfittando delle tappe previste dal viaggio, regalandosi così la possibilità di ammirare le bellezze italiane ed europee, alcune riconosciute come patrimonio dell’umanità. Basta pensare al Teatro Greco di Siracusa o di Taormina, all’Acropoli di Atene con il Partenone, al centro storico di Napoli con l’odore di pizza che invade i suoi vicoli a tutte le ore, alla bellezza delle Cinque Terre non lontano da La Spezia, alla parte antica della città di Bari, al Castello Aragonese di Taranto, ai canali di Venezia, al fascino di Malta e della sua capitale La Valletta.





A bordo poi c’è tutta la comodità e la sicurezza che si può desiderare in vacanza: un’ampia scelta di ristoranti con buffet e cucine da tutto il mondo, dove potersi concedere pranzi e cene vista mare, bar aperti fino a tardi per l’aperitivo o il dopo cena, cinema 4D, musica dal vivo, mostre ed esposizioni, spettacoli teatrali, attività per bambini, piscine e parchi acquatici, negozi, palestre, piscine, spa e aree termali, con sauna, bagno turco e trattamenti di benessere di ogni tipo.
Per non parlare del comfort delle cabine e delle suite, pensate per accogliere tutti i tipi di viaggiatori e perfette anche per una vacanza in coppia o con tutta la famiglia. I motivi per scegliere una crociera MSC sono tanti.
Stai già prenotando?

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming