Anticipazioni TV

Masterchef e la concorrente più ganza di sempre: incontro con Eleonora Riso, ma anche con Niccolò

6

Ha vinto con merito e un plauso unanime di telespettatori e appassionati di MasterChef Italia. La più ganza di tutte, Eleonora, che si gode la vittoria mentre tutti tifiamo per la coppia più disincantata e ansiogena della TV. Ci meritiamo Eleonora e Niccolò. Interviste e apologie per voi.

Masterchef e la concorrente più ganza di sempre: incontro con Eleonora Riso, ma anche con Niccolò

Ha vinto la preferita di tutti, o quasi. Ha vinto la più ganza concorrente che abbia mai spadellato a Masterchef Italia. Si chiama Eleonora Riso e ha piegato le regole di un gioco senza scrupoli alla sindrome dell’impostore, sempre più pandemica nel nostro paese di questi tempi. Ha portato ansia rigeneratrice e insicurezze in una cucina ebbra di testosterone al topinambour o certezze allo zenzero, la risata imbarazzata e schiva nella vetrina degli chef “con un progetto per il futuro”. La leggerezza e la goffaggine contro la coscienza di sé pedante, o meglio “pesa”. Perché è livornese, e con quel cognome ha subito conquistato un comico dilettante con qualche esperienza come stand-up e un flirt abortito (per conflitto d’interessi) con Zelig. 

Un concorrente, parliamo di Niccolò Califano, medico alla Hippocrate (film e serie francese che vi consigliamo di recuperare), o per chi ha superato i 35 anni alla Scrubs. Sono stati i due che milioni d’italiani con la fregola del giovedì sera in cucina hanno subito voluto trasformare in coppia. Così, con un colpo di frusta o un salto nell’abbattitore. Per una volta non per morboso voyeurismo, anche ora che siamo quasi orfani di Fedez e Ferragni, ma per il loro candore antidivistico, la palese assenza di autostima con annessa voglia di trovarsi a migliaia di chilometri di distanza. Per il coraggio di ridersi addosso, invece di sbrodolare ricette chilometriche, proprio nei momenti più tesi. Poi per la cinefilia di un Niccolò che andandosene, una volta eliminato, risponde alla domanda su chi vincerà con un “francamente me ne infischio” che scongela in un attimo Clark Gable nell'Italia del 2024. Con baffetti e tutto il resto. Anzi, tutto il resto è noia, verrebbe da dire insistendo su facili calembour da cognome, non fosse che è stata la più bella stagione da quando seguiamo Masterchef Italia. Di sempre, quindi.

La coppia più shippata non è stata scippata della vittoria, con Eleonora che ha reagito alla proclamazione, una volta esaurito il condotto lacrimale per un calo di adrenalina, come se avesse trovato una multa sul parabrezza. E l’adoriamo anche per questo, ma soprattutto per il suo genio solo apparentemente involontario, per il suo commuoversi per un piatto che diventa arte. “Non ha senso”, ha esclamato dopo la vittoria, ma la bellezza un senso raramente ce l’ha. Ne ha ben più di uno, e a parte il gusto, inevitabile assente per noi guardoni di Masterchef, di emozioni sensoriali Eleonora (e Niccolò) ne hanno trasmesse parecchie. Stanno insieme, non stanno insieme? Ma che volete che ne sappiano anche loro, impostori e ansiogeni, anche se scherzando sui social, cavalcando la volontà popolare, ci sembra si stiano avvicinando piano piano anche a quella di consapevolezza.

Niccolò, a nostra domanda specifica, insistente ma speriamo con un minimo di garbo, ha bofonchiato con la sua retorica fra Woody Allen e Paolino Paperino, “Con Eleonora c’è un rapporto molto bello e strano, come siamo noi. Per certe cose siamo simili, per altri siamo carne e pesce, quindi difficili da abbinare con le nostre personalità. Manca la salsa che ci unisce. Abbiamo anche cavalcato la ship sui social, ma adesso non mi esprimo più di un tot sul rapporto, ma è strano”. La stranezza regna, quindi, mentre Eleonora incontrando i giornalisti dopo la vittoria ha navigato ancora di più fra le nebbie dei sentimenti. “Ho festeggiato con tutti, mica solo con Niccolò. O meglio mi ricordo solo che mi sono divertita, il resto un po’ meno”. Ma Niccolò si lascia andare sui social a frasi di una tenerezza disarmante, covate nei mesi trascorsi dalle registrazioni, che sembrano quasi dichiarazioni. Scherza? “Con Niccolò le prese in giro sono sempre in agguato, ma anche con me. Stay tuned”. Conclusione di Eleonora che alimenta ogni possibile lettura.

Quello che è sicuro è che la fresca vincitrice - dopo una finale con gli ascolti migliori degli ultimi anni - si è divertita, ha dedicato il trofeo “ai disagiati come me, l’ho fatto per sbattermi in faccia da sola che sono brava, dai, nonostante le scarse aspettative che avevo, e che ho sempre. È stato un viaggio, delle montagne russe in cui ogni secondo era diverso dal precedente, un picco di emozioni. Un delirio che ci sta, questo l’ho capito. Eravamo tutti amici, c’era tanto supporto, nonostante la competizione fosse così importante. Il menù di pesce con sapore giapponese è stato un rischio, ma volevo divertire e stupire, le cose più ganze che accadono quando mangi qualcosa di nuovo, come è accaduto con me per il mochi, che mi ha fatto impazzire”.

Mantenere il segreto per mesi è stato difficile, “mi sono chiusa in casa, in realtà non è stato male”, mentre il 7 marzo uscirà in libreria il suo primo libro, Laboratorio di sapori - 80 ricette ganzissime (per Baldini+Castoldi). “Non sono dietetiche”, rassicura Eleonora, “e raccontano il mio sperimentare in cucina, un percorso tutto mio di conoscenza, come in un vero laboratorio. Spero siano ganze, di base viaggio con la mente, perché non amo tanto farlo davvero, mi mette ansia. Strano, visto che non mi mette mai ansia niente... Però viaggio con l’immaginazione, alla ricerca di sapori da tutto il mondo. È ganzo, no?”

Chi siamo noi per dubitare, mentre lei qualche certezza in più l’ha ottenuta nel suo percorso a Masterchef 13. “Ci sono arrivata piano piano, e il culmine è giunto adesso. Ho capito che la cucina è una cosa indescrivibile, di una complessità senza pari, una forma di espressione fra le più complete che coinvolge tutti i sensi e il cuore. Quindi sono prima di tutto grata a me stessa per essere catapultata quasi per caso in una consapevolezza del genere. Cosa farò con i 100 mila euro vinti? Mi comporterò da brava business woman, li investirò per il mio obiettivo finale, che è bello ambizioso e richiede un bel po’ di soldi. Voglio andarmene in campagna, in un posto con gli animali, le api, tutto al posto giusto. E accogliere gente, cucinare per loro. Vedrete”.

È un appuntamento, ne sentiremo di certo parlare. Di Eleonora Riso, livornese, e anche di Niccolò Califano, ravennate. I social sono sempre più in fermento.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • critico e giornalista cinematografico
  • intervistatore seriale non pentito
Suggerisci una correzione per l'articolo