Tokyo Godfathers
Locandina Tokyo Godfathers

Tokyo Godfathers

Voto del pubblico
Valutazione
3.9 di 5 su 7 voti

Al cinema dal: 04 febbraio 2005
Anno: 2003
Paese: Giappone
Durata: 91 min
Data di uscita: 04 febbraio 2005
Distribuzione: METACINEMA
Tokyo Godfathers è un film di genere animazione, avventura, drammatico del 2003, diretto da Satoshi Kon, Shogo Furuya. Uscita al cinema il 04 febbraio 2005. Durata 91 minuti. Distribuito da METACINEMA.
Data di uscita: 04 febbraio 2005
Genere: Animazione, Avventura, Drammatico
Anno: 2003
Paese: Giappone
Durata: 91 min
Distribuzione: METACINEMA
Sceneggiatura: Satoshi Kon, Keiko Nobumoto
Fotografia: Katsutoshi Sugai
Montaggio: Takeshi Seyama
Produzione: MADHOUSE

TRAMA TOKYO GODFATHERS

In una Tokyo sepolta dalla neve si avvicina il Natale. Tre senzatetto, l'ex allenatore di ciclisti professionisti Gin, il travestito Hana e la giovane Miiyuki, rovistando nei cassonetti del quartiere di Shinjuku, vengono attirati da un pianto diperato. La Notte Santa è testimone di un evento eccezionale: i tre amici trovano uno splendido neonato. Gin propone di andare subito alla polizia per denunciare l'accaduto, mentre Hana, il cui istinto materno è chiaramente frustrato, sogna di tenerlo con loro e in cuor suo ha già trovato un nome al piccolo: Kiyoko. Dal momento che i soli indizi che possono ricollegare il neonato alla sua famiglia sono il biglietto di un bar e poche foto, i tre iniziano una turbinosa avventura in giro per la città alla ricerca dei genitori del bambino. Ma per consegnarlo al suo futuro, dovranno fare i conti con i fantasmi del loro passato...

CRITICA DI TOKYO GODFATHERS

"Ancora una scoperta: Kon Satoshi, animatore giapponese, creatore di questa sorprendente favola per adulti (non portateci i bambini!) che ricorda Almodovar e invece è il remake di un anomalo western di John Ford (per qualcuno uno dei suoi migliori in assoluto, e scusate se è poco). La differenza fondamentale tra 'Tokyo Godfathers' di Satoshi e i 'Three Godfathers' di Ford ('In nome di Dio', 1948) è naturalmente la tecnica. (...) Vedere per credere, la matita di Satoshi è un prodigio di inventiva. Come tutto in questo mélo comico che mescola generi e culture (ci sono anche haiku a bordo schermo) sullo sfondo di una Tokyo iperrealistica. E chiude sull'Inno alla Gioia di Beethoven in salsa techno. Più bizzarri di così..." (Fabio Ferzetti, 'Il Messaggero', 4 febbraio 2005)"'Tokyo Godfathers' è uno dei migliori cartoon giapponesi. Lo dirige con meticolosa precisione Satoshi Kon, che porta questo genere oltre i confini del disegno animato. Racconta, sulla scorta del Ford di 'In nome di Dio', la strana e ambigua alleanza tra un derelitto senza tetto, una ragazzina in fuga e un transessuale con vocazione materna che trovano una neonata nella spazzatura. (?) Beffa finale e guest star l'Inno alla gioia di Beethoven. Una sorpresa." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 5 febbraio 2005)"Vietato aspettarsi un cartone edificante. Il piccolo universo disegnato da Satoshi bagna in un pessimismo radicale, su cui neppure il finale di speranza tenta d'ingannarci." (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 4 febbraio 2005)

CURIOSITÀ SU TOKYO GODFATHERS

- PERSONAGGI IDEATI DA: KENICHI KONISHI.

SOGGETTO DI TOKYO GODFATHERS

personaggi ideati da Kenichi Konishi

lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Netflix
Amazon Prime Video
Disney+
NOW
Infinity+
CHILI
TIMVision
Apple Itunes
Google Play
RaiPlay
Rakuten TV
Paramount+
HODTV