Salò o le 120 giornate di Sodoma

Salò o le 120 giornate di Sodoma

( Salò o le 120 giornate di Sodoma )
Voto del pubblico
Valutazione
4.2 di 5 su 14 voti
Genere: Drammatico
Anno: 1975
Paese: Francia, Italia
Durata: 117 min
Distribuzione: Pea - Ricordi Video, Vivivideo, Panarecord, L'unita' Video
Salò o le 120 giornate di Sodoma è un film di genere drammatico del 1975, diretto da Pier Paolo Pasolini, con Paolo Bonacelli e Giorgio Cataldi. Durata 117 minuti. Distribuito da Pea - Ricordi Video, Vivivideo, Panarecord, L'unita' Video.
Genere: Drammatico
Anno: 1975
Paese: Francia, Italia
Durata: 117 min
Formato: TECHNICOLOR
Distribuzione: Pea - Ricordi Video, Vivivideo, Panarecord, L'unita' Video
Fotografia: Tonino Delli Colli
Montaggio: Nino Baragli
Produzione: Alberto Grimaldi, P.E.A. (Roma) - Productions Artistes Associes (Parigi)

TRAMA SALÒ O LE 120 GIORNATE DI SODOMA

Salò o le 120 giornate di Sodoma, è l'ultimo film del 1975 scritto e diretto da Pier Paolo Pasolini nel 1975.
Ispirato al romanzo incompiuto del marchese Donatien Alphonse Francois de Sade "Le centoventi giornate di Sodoma", il film è suddiviso in quattro parti che rappresentano un chiaro riferimento dantesco: Antinferno, Girone delle Manie, Girone della Merda e Girone del sangue.
Durante la Repubblica Sociale italiana, quattro signori (metafora delle forme di potere: casta, clero, giustizia, economia) il Duca (Paolo Bonacelli), il Vescovo (Giorgio Cataldi), il Presidente della Corte d'Appello e il Presidente della Banca Centrale si chiudono in una enorme villa in campagna (di proprietà del Duca e arredata con capolavori d'arte), incaricando le SS e i soldati repubblichini di rapire un gruppo di giovani (ragazze - ragazzi) di famiglie antifasciste.
Per 120 giorni i diciotto giovani sono oggetto di un regime carnale. Una cruenta commedia fatta di un susseguirsi di abusi, violenze e crimini. Tutto questo viene regolamentato da un codice rigoroso stipulato dai "Signori" che impone ai ragazzi assoluta obbedienza, pena umiliazioni, torture e infine la morte.
Le sevizie inflitte ai giovani sono di ogni genere e mirano ad annullare l'individualità delle vittime. Assistiti da quattro ex prostitute di bordello che hanno il compito di stimolare con i loro racconti le perversioni dei "Signori" che poi le manifesteranno sui corpi dei giovani. I giovani sono il simbolo della manipolazione del potere che li rende schiavi incatenandoli, controllando le loro menti. Questo susseguirsi di violenza disarmante, vuole descrivere l'abominio del regime fascista della seconda guerra mondiale ai confini tra trasgressione e conservazione. Scene al limite del paradossale, pedofilia, erotismo maniacale, sono una tormentata descrizione delle dinamiche vissute in quegli anni.

CRITICA DI SALÒ O LE 120 GIORNATE DI SODOMA

"Con molte intuizioni narrative, quali il rapporto fra la squisitezza triviale dei racconti e la matta bestialità dell'azioni, le pitture "degenerate" di cui i mostri si circondano, l'uso di sfatte bellezze per le parti di ruffiane di lusso, la musica che accompagna le orge, il silenzio sulle torture finali (...). Salò è un film privo di gioia erotica, e per paradosso anche privo di volgarità, ma dove la luce dell'intelligenza di Pasolini è appannata da un'ideologia della sconfitta (...)." (Giovanni Grazzini, "Corriere della Sera, 16 novembre 1975)

CURIOSITÀ SU SALÒ O LE 120 GIORNATE DI SODOMA

Il produttore Alberto Grimaldi subì processi per oscenità e corruzione di minori e nel 1976 fu decretato il sequestro della pellicola, che scomparve dagli schemi per poi essere rimessa in circolazione nel 1978.

Al Festival di Venezia 2015 il lungometraggio restaurato dalla Cineteca di Bologna e dal Centro Sperimentale di Cinematografia, in collaborazione con Alberto Grimaldi, ricevette il premio per il miglior film restaurato.

INTERPRETI E PERSONAGGI DI SALÒ O LE 120 GIORNATE DI SODOMA

Attore Ruolo
Paolo Bonacelli
Il Duca
Giorgio Cataldi
Il Monsignore
Umberto Paolo Quintavalle
L'Eccellenza
Aldo Valletti
Il Presidente
Caterina Boratto
Sig.ra Castelli
Elsa De Giorgi
Sig.ra Maggi
Hélène Surgère
Sig.ra Vaccari
Sonia Saviange
La pianista
Ines Pellegrini
Cameriera
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming