Salò o le 120 giornate di Sodoma

Salò o le 120 giornate di Sodoma

Voto del pubblico
Valutazione
4.2 di 5 su 14 voti
Genere: Drammatico
Anno: 1975
Paese: Francia, Italia
Durata: 117 min
Distribuzione: PEA - RICORDI VIDEO, VIVIVIDEO, PANARECORD, L'UNITA' VIDEO
Salò o le 120 giornate di Sodoma è un film di genere drammatico del 1975, diretto da Pier Paolo Pasolini, con Paolo Bonacelli e Giorgio Cataldi. Durata 117 minuti. Distribuito da PEA - RICORDI VIDEO, VIVIVIDEO, PANARECORD, L'UNITA' VIDEO.
Genere: Drammatico
Anno: 1975
Paese: Francia, Italia
Durata: 117 min
Formato: TECHNICOLOR
Distribuzione: PEA - RICORDI VIDEO, VIVIVIDEO, PANARECORD, L'UNITA' VIDEO
Fotografia: Tonino Delli Colli
Montaggio: Nino Baragli
Produzione: ALBERTO GRIMALDI, P.E.A. (ROMA) - PRODUCTIONS ARTISTES ASSOCIES (PARIGI)

TRAMA SALÒ O LE 120 GIORNATE DI SODOMA

I fatti si svolgono in due località, nella Salò dove Mussolini fece la sua ultima tappa (1944-45) e a Marzabotto dove i nazisti uccisero gli abitanti di un intero paese. Il filo conduttore è quello di De Sade: quattro "signori", fascisti di quel tempo, ma particolarmente colti, capaci di leggere Nietzsche e di citare Baudelaire, organizzano prima dei rastrellamenti e rapimenti di ragazzini e ragazzine e poi, coadiuvati da giovani militari fascisti, organizzano in una villa appartata tremende feste e infine uccidono tutti. Questi "signori" riducono a cose delle vittime umili. E ciò in una specie di "sacra rappresentazione". La vicenda si svolge nello spazio di tre giorni durante i quali le tre "narratrici" ingaggiate raccontano storie intonate alle caratteristiche dei tre diversi giorni: "cerchio delle passioni", "cerchio della merda", "cerchio del sangue".

CRITICA DI SALÒ O LE 120 GIORNATE DI SODOMA

"Con molte intuizioni narrative, quali il rapporto fra la squisitezza triviale dei racconti e la matta bestialità dell'azioni, le pitture "degenerate" di cui i mostri si circondano, l'uso di sfatte bellezze per le parti di ruffiane di lusso, la musica che accompagna le orge, il silenzio sulle torture finali (...). Salò è un film privo di gioia erotica, e per paradosso anche privo di volgarità, ma dove la luce dell'intelligenza di Pasolini è appannata da un'ideologia della sconfitta (...)." (Giovanni Grazzini, "Corriere della Sera, 16 novembre 1975)

CURIOSITÀ SU SALÒ O LE 120 GIORNATE DI SODOMA

- ALDO VALLETTI E' DOPPIATO DA MARCO BELLOCCHIO E GIORGIO CATALDI DA GIORGIO CAPRONI.- PASOLINI FU ASSASSINATO PRIMA CHE IL FILM USCISSE NELLE SALE. - L'USCITA NELLE SALE ERA PREVISTA DEL 22 NOVEMBRE 1975 MA IL FILM SUBI' UN SEQUESTRO PREVENTIVO. USCI' A MILANO L'11 GENNAIO 1976 MA FU SEQUESTRATO E IL 30 DELLO STESSO MESE FU CONDANNATO PER OSCENITA' E TUTTE LE COPIE FURONO SEQUESTRATE, A FEBBRAIO 1977 FU DISSEQUESTRATO MA CON L'OBBLIGO DI ALCUNI TAGLI.- PRODUTTORE ALBERTO GRIMALDI FU PROCESSATO E POI ASSOLTO PER "CORRUZIONE DI MINORI E ATTI OSCENI IN LUOGO PUBBLICO".

SOGGETTO DI SALÒ O LE 120 GIORNATE DI SODOMA

ROMANZO "LE 120 GIORNATE DI SODOMA" DI DONATIEN ALPHONSE FRANÇOIS DE SADE

INTERPRETI E PERSONAGGI DI SALÒ O LE 120 GIORNATE DI SODOMA

Attore Ruolo
Paolo Bonacelli
Il Duca
Giorgio Cataldi
Il Monsignore
Umberto Paolo Quintavalle
L'Eccellenza
Aldo Valletti
Il Presidente
Caterina Boratto
Sig.ra Castelli
Elsa De Giorgi
Sig.ra Maggi
Hélène Surgère
Sig.ra Vaccari
Sonia Saviange
La pianista
Ines Pellegrini
Cameriera
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming