Le quattro giornate di Napoli

share

Le quattro giornate di Napoli è un film di genere drammatico del 1962, diretto da Nanni Loy, con Lea Massari e Aldo Giuffré. Durata 123 minuti. Distribuito da TITANUS - MGM HOME ENTERTAINMENT, MONDADORI VIDEO (GLI SCUDI, IL GRANDE CINEMA).


TRAMA LE QUATTRO GIORNATE DI NAPOLI:

Le quattro giornate di Napoli non furono una rivoluzione. Non ebbero capi, non ebbero preparazioni di nessun genere. La rivolta nacque e divampò nel giro di poche ore. Tutta la popolazione di Napoli partecipò al fatto, ma tutti lo fecero senza consultare gli altri. Spinti da una specie di necessità, i napoletani imbracciarono il fucile, si armarono di pietre, di oggetti di casa, di bottiglie di benzina, e combatterono nel loro tratto di strada, anonimi e silenziosi. Finita la battaglia ognuno tornò a casa sua e la rivolta restò nel ricordo con i soli nomi dei morti, quelli, almeno, che si conoscevano. Una figura ancora ricordata è quella di Gennarino Capuozzo, un bambino di dieci anni che fu ucciso su una barricata mentre combatteva contro gli invasori del suo paese.

CURIOSITÀ SU LE QUATTRO GIORNATE DI NAPOLI:

- CANDIDATO ALL'OSCAR PER IL MIGLIOR FILM STRANIERO E PER LA MIGLIOR SECENEGGIATURA (1962).- NASTRO D'ARGENTO 1963 PER MIGLIOR REGIA, MIGLIOR SCENEGGIATURA E MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA (REGINA BIANCHI).

IL CAST DI LE QUATTRO GIORNATE DI NAPOLI:



Lascia un Commento
Lascia un Commento