La società del malessere

Titolo originale: Barbagia

share

La società del malessere è un film di genere drammatico del 1969, diretto da Carlo Lizzani, con Terence Hill e Don Backy. Durata 101 minuti. Distribuito da PARAMOUNT.


TRAMA LA SOCIETÀ DEL MALESSERE:

Graziano Cassitta giovane pastore barbaricino, educato, secondo il costume della sua gente, a considerare l'onore più importante della vita, ha vendicato la morte di un fratello uccidendo uno dei suoi assassini. Arrestato riesce a evadere per ben tre volte: l'ultima, dal carcere di Sassari in compagnia di uno spagnolo, Miguel Tienza, col quale si rifugia sul Supramonte, l'aspra e boscosa catena di montagne nel cuore stesso della Barbagia. Spalleggiato da Spina, un disonesto avvocato, Graziano e la sua banda cominciano a dedicarsi a una fruttuosa attività: il sequestro di persone danarose da liberare in cambio di cospicui riscatti. Mentre la polizia e speciali reparti dei carabinieri gli danno inutilmente la caccia, Graziano - che giustifica le proprie gesta col fine di riparare, togliendo soldi ai ricchi, le secolari ingiustizie subite dai pastori - sogna, diventato estremamente popolare, di porsi addirittura alla testa di un movimento separatista. Spaventati dalla sua megalomania, Spina e gli altri decidono di liberarsi di lui inducendolo a commettere un errore: il sequestro di Nino Bedetto, un onesto uomo tutt'altro che ricco. Il gesto suscita indignazione in tutta l'isola; la stessa popolazione si unisce ai carabinieri per cercare di stanarlo mentre il malcontento serpeggia tra gli stessi uomini della sua banda, non più disposti a ubbidirgli ciecamente. Durante un attacco dei carabinieri, Miguel, l'unico che gli sia rimasto amico, muore. Graziano riesce ancora una volta a sottrarsi alla cattura, ma non per molto.

CRITICA DI LA SOCIETÀ DEL MALESSERE:

"Un pamplet avvincente e utile: un saggio di buon giornalismo ricostruito." (Tullio Kezich)

SOGGETTO:

liberamente tratto da "La societa' del malessere" di Giuseppe Fiori

IL CAST DI LA SOCIETÀ DEL MALESSERE:



Lascia un Commento
Lascia un Commento