La bella vita

La bella vita

Voto del pubblico
Valutazione
3.2 di 5 su 8 voti
Regista: Paolo Virzì
Genere: Drammatico
Anno: 1994
Paese: Italia
Durata: 92 min
Distribuzione: LIFE INTERNATIONAL (1994) - BUENA VISTA HOME ENTERTAINMENT
La bella vita è un film di genere drammatico del 1994, diretto da Paolo Virzì, con Claudio Bigagli e Sabrina Ferilli. Durata 92 minuti. Distribuito da LIFE INTERNATIONAL (1994) - BUENA VISTA HOME ENTERTAINMENT.
Genere: Drammatico
Anno: 1994
Paese: Italia
Durata: 92 min
Formato: PANORAMICA
Distribuzione: LIFE INTERNATIONAL (1994) - BUENA VISTA HOME ENTERTAINMENT
Fotografia: Paolo Carnera
Montaggio: Sergio Montanari
Produzione: ROBERTO CIMPANELLI, PAOLO VANDINI PER TIME INTERNATIONAL FILM, LIFE INTERNATIONAL

TRAMA LA BELLA VITA

Nel 1989, Bruno Nardelli, operaio in un acciaieria di Piombino, sposato con Mirella, cassiera in un supermercato, conduce una vita coniugale serena. Ma una sera, durante la rappresentazione di una rudimentale filodrammatica, proposta da Gerry Fumo, un presentatore di una televisione locale, Mirella rimane affascinata dall'aspetto e dalle maniere persuasive di Gerry. Conosciutolo, Gerry a sua volta la circuisce e la corteggia con insistenza. Complice la nuova situazione del marito, ridotto in cassa integrazione a causa della crisi dell'acciaieria, deluso e demotivato dalle promesse fasulle dei sindacati e dall'insuccesso degli scioperi, e preoccupato di trovare, insieme agli amici Renato Mansani e Luciano Batoni, sognatori utopici, un'alternativa alla propria inerzia, e quindi meno prodigo di attenzioni verso la moglie, Mirella si lascia andare a un'avventura passionale con Gerry, mediante sotterfugi e inganni a danno dell'ignaro marito. Quando Bruno, insospettito dalle insinuazioni di Rossella, una sindacalista da tempo invaghita di lui, si mette a pedinare Mirella e la scopre una sera, a distanza, in automobile con Gerry, la rottura con la moglie diventa inevitabile. E' la sera del commiato di Mirella dal fatuo Gerry, ma Bruno non lo sa e non crede alla confessione e alle spiegazioni di Mirella, invitandola anzi ad andarsene. La donna si allontana ma, tutt'altro che paga della nuova vita con Gerry - a sua volta nei guai a causa della crisi finanziaria - che le si rivela lagnoso e privo d'iniziativa, decide di tornare dai suoi, all'isola d'Elba. Bruno, cinsieme agli amici, divenuti più realisti, decide di lavorare in uno stabilimento balneare. Bruno e Mirella si tengono in contatto mediante una corrispondenza epistolare, in cui si confidano le reciproche vicende.

CRITICA DI LA BELLA VITA

"Gradevole commedia social-sentimentale del dotato livornese Paolo Virzì, che per il film d'esordio gioca furbescamente in casa, tenendo d'occhio i sussulti del cuore senza perdere di vista quelli della fabbrica. La matrice è, manco a dirlo, rossa, annacquata però da una sorprendente autoironia. La vistosa, e sorprendentemente brava, Sabrina Ferilli, regge benissimo il confronto in sex appeal con le più celebri maggiorate del passato". (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 16 luglio 2002)

CURIOSITÀ SU LA BELLA VITA

- ESTERNI GIRATI A PIOMBINO (LIVORNO).- REVISIONE MINISTERO APRILE 1992.- DAVID DI DONATELLO 1995 A PAOLO VIRZI' COME MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE.

INTERPRETI E PERSONAGGI DI LA BELLA VITA

Attore Ruolo
Claudio Bigagli
Bruno Nardelli
Sabrina Ferilli
Mirella
Massimo Ghini
Gerry Fumo
Giorgio Algranti
Renato Mansani
Emanuele Barresi
Luciano Batoni
Paola Tiziana Cruciani
Rossella
Ugo Bencini
Il padre di Bruno
Mario Erpichini
Il direttore della banca
Raffaella Lebboroni
Marisa Cavedoni
Roberto Marini
Ello Morini
Silvio Vannucci
L'operaio sindacalista
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming