Johnny English

Johnny English

( Johnny English )
Voto del pubblico
Valutazione
4.3 di 5 su 41 voti

Al cinema dal: 11 aprile 2003
Regista: Peter Howitt
Genere: Commedia
Anno: 2001
Paese: Gran Bretagna
Durata: 111 min
Data di uscita: 11 aprile 2003
Distribuzione: UIP
Johnny English è un film di genere commedia del 2001, diretto da Peter Howitt, con Rowan Atkinson e John Malkovich. Uscita al cinema il 11 aprile 2003. Durata 111 minuti. Distribuito da UIP.
Guardalo subito su CHILI Guardalo subito su CHILI
Data di uscita: 11 aprile 2003
Genere: Commedia
Anno: 2001
Paese: Gran Bretagna
Durata: 111 min
Distribuzione: UIP
Fotografia: Remi Adefarasin
Montaggio: Robin Sales
Produzione: Working Title Films

TRAMA JOHNNY ENGLISH

Johnny English, film diretto da Peter Howitt, racconta la storia di Johnny English (Rowan Atkinson), un agente dei servizi segreti piuttosto imbranato a cui non viene mai affidata alcuna missione sul campo. L'occasione di dimostrare a tutti che può farcela arriva quando, durante un'operazione segreta, l'uomo migliore dell'MI7 resta ucciso e, al suo funerale, un attentato fa fuori anche il resto della squadra. Per portare a termine l'incarico non rimane che una sola spia: English.
Il colpo da sventare è alla Torre di Londra dove sono esposti i preziosi gioielli della Corona. Arrivato sul posto per vegliare il bottino, l'agente conosce Lorna Campbell (Natalie Imbruglia), una bellissima e misteriosa donna. In seguito a un temporaneo blackout, poi, i monili vengono rubati. La spia impacciata inizia a indagare avvalendosi dell'aiuto di Angus Bough (Ben Miller), il suo assistente giovane e intelligente. Riuscirà English a recuperare la refurtiva e prendersi la rivincita su chi non ha mai creduto in lui? Tra peripezie e momenti esilaranti, l'impresa non sarà affatto facile…

Guardalo subito su CHILI

CRITICA DI JOHNNY ENGLISH

"Si sa com'è questo comico inglese imbranato, stralunato, inetto, distratto: o piace oppure non si sopporta. E' irresistibile nella parte di un piccolo impiegato dei servizi segreti costretto a fermare il corrotto affarista John Malkovich, in un film ispirato a certi spot televisivi di Atkinson per la pubblicità delle carte di credito". (Lietta Tornabuoni, 'La Stampa', 11 aprile 2003)"Un dubbio: che senso ha fare parodie di James Bond, quando 007 è già diventato, con i suoi gadget, le sue imprese iperboliche, la sua aria da sciupafemmine un po' appannato la parodia di se stesso? Forse è per questo che 'Johnny English' si crede in dovere di esagerare e sceglie, per mettere in burla il vecchio agente segreto, quella specie di cartoon vivente che è Rowan Atkinson, alias Mr. Bean, concentrato di tutte le sfighe e di tutte le inettitudini che si possano attribuire a un eroe a-contrario". (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 12 aprile 2003) "Gli sceneggiatori, Neal Purvis e Robert Wade, sono gli stessi del Bond 'serio' (hanno firmato anche 'La morte può attendere'). Ciò non toglie che le gag del film siano quelle classiche per famiglie; non superando, in pratica, l'età mentale di un dodicenne: vedi la pistola puntata da Johnny, che immancabilmente si sfascia o lascia cadere il caricatore. Se il comico è, come dice Freud, risparmio di pensiero, questa Pasqua gli italiani hanno risparmiato molto". (Roberto Nepoti, 'la Repubblica, 26 aprile 2003)"Ci hanno tolto Stanlio e Ollio, Totò, De Funés e Jerry Lewis. Teniamoci stretto questo epigono british, ottimo parodista che questa volta ha tolto la maschera di Mr. Bean e ha indossato lo smoking di 007, con uno strillo promozionale efficace e veritiero: 'Non sa cosa sia la paura; non sa cosa sia il pericolo; non sa... niente'. Quando bacia la English Girl (sta per Bond Girl) sulla Aston Martin superaccessoriata schiaccia inavvertitamente il bottone dell'espulsione del sedile, e la manda in orbita. Si può andare avanti a raccontare così questa baraonda di equivoci ed errori scritta da due competenti sceneggiatori di 007. Divertente, qualche volta ripetitivo, mette di buon umore davanti all'insensatezza delle neo-tecnologia". (Silvio Danese, 'Il Giorno', 12 aprile 2003) "Rowan Atkinson, il popolare Mr. Bean, arriva buon ultimo a fare la parodia di James Bond (che ormai si prende in giro anche da solo), iniziata in tempi non sospetti da Franco e Ciccio e da Buzzanca James Tont. (...) E' la solita storia del più scemo degli 007, ma Atkinson, che si comporta da cartone animato e infila gag una più mediocre dell'altra, non è il Peter Sellers della 'Pantera Rosa' e bisognerà che qualcuno lo avverta, mentre il povero e distratto Malkovich non si sa come si sia fatto incastrare in questo pastrocchio. L'unica premonizione è la rivalità Francia - Inghilterra: ma questa è un'altra storia".(Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 19 aprile 2003)

CURIOSITÀ SU JOHNNY ENGLISH

Ha ricevuto una nomination agli European Film Awards nel 2003.

L'idea del film nasce da uno spot pubblicitario della Barclaycard in cui Atkinson interpreta proprio una spia incompetente.

Il film segna il debutto cinematografico della cantante Natalie Imbruglia.

INTERPRETI E PERSONAGGI DI JOHNNY ENGLISH

Attore Ruolo
Rowan Atkinson
Johnny English
John Malkovich
Pascal Sauvage
Natalie Imbruglia
Lorna Campbell
Ben Miller
Bough
Douglas McFerran
Vendetta
Tim Pigott-Smith
Pegasus
Kevin McNally
Primo Ministro

PREMI E RICONOSCIMENTI PER JOHNNY ENGLISH

European Film Awards - 2003

Ecco tutti i premi e nomination European Film Awards 2003

  • Candidatura premio del pubblico: miglior attore a Rowan Atkinson
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming