GRAZIE AMORE MIO

GRAZIE AMORE MIO

Voto del pubblico
Regista: Mario Camus
Genere: Sentimentale
Anno: 1973
Paese: Italia
Durata: 87 min
Distribuzione: REGIONALE - RICORDI VIDEO
GRAZIE AMORE MIO è un film di genere sentimentale del 1973, diretto da Mario Camus, con Marcello Arroita e Lea Massari. Durata 87 minuti. Distribuito da REGIONALE - RICORDI VIDEO.
Genere: Sentimentale
Anno: 1973
Paese: Italia
Durata: 87 min
Formato: CINESCOPE EASTMANCOLOR
Distribuzione: REGIONALE - RICORDI VIDEO
Sceneggiatura: Mario Camus, Miguel Rubio
Fotografia: Juan Julio Baena
Produzione: METEOR (ROMA) DIA (MADRID)

TRAMA GRAZIE AMORE MIO

Luigi Rubio, vecchia gloria del football spagnolo, torna in patria, dopo un lungo soggiorno in America Latina, per dirigere, come allenatore, la squadra in cui aveva militato, la quale corre il rischio di finire in serie C. Grazie alla sua abilità, le sorti dell'équipe - dopo alcuni insuccessi iniziali - volgono ben presto al bello, ed essa termina al primo posto della classifica il girone d'andata. Legatosi sentimentalmente a Maria, moglie infelice di un dirigente della sua associazione, Rubio, combattuto fra l'amore per la donna, che vorrebbe fuggire con lui, e la volontà di terminare il campionato, comincia a trascurare il proprio lavoro di allenatore, tanto che la squadra, che sembrava avviata al successo, se lo vede contendere da un'équipe concorrente. Dopo tanta indecisione, l'allenatore decide di abbandonare tutto e di fuggire in Francia con Maria. La donna, però, si dice non più disposta a seguirlo e lo abbandona. Licenziato dai suoi dirigenti, Rubio, sapendo che le sorti della squadra dipendono tutte da una imminente partita, decide di ignorare il provvedimento e di riprendere gli allenamenti. Galvanizzata, la squadra vince. Confusa tra gli spettatori, Maria sorride contenta.

CRITICA DI GRAZIE AMORE MIO

Il film, che vorrebbe descrivere la vita professionale di un allenatore, finisce invece, per mancanza di idee, per dilungarsi su quella sentimentale. Non è il solo difetto di una quanto mai mediocre sceneggiatura: vi si aggiungano la banalità dei dialoghi e l'inconsistenza psicologica dei personaggi. Oltre a presentare in una luce romanticheggiante la relazione adulterina dei protagonisti, il film lascia nell'ambiguità sia il modo in cui si è conclusa, sia, conseguentemente, il giudizio di valore etico sulla medesima. (Segnalazioni Cinematografiche).

lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming