Anche se volessi lavorare, che faccio?

Anche se volessi lavorare, che faccio?

Voto del pubblico
Valutazione
5 di 5 su 1 voti
Genere: Commedia
Anno: 1972
Paese: Italia
Durata: 99 min
Distribuzione: TITANUS
Anche se volessi lavorare, che faccio? è un film di genere commedia del 1972, diretto da Flavio Mogherini, con Adriana Asti e Maurizio Arena. Durata 99 minuti. Distribuito da TITANUS.
Genere: Commedia
Anno: 1972
Paese: Italia
Durata: 99 min
Formato: PANORAMICA EASTMANCOLOR
Distribuzione: TITANUS
Sceneggiatura: Flavio Mogherini
Fotografia: Arturo Zavattini
Montaggio: Mario Morra
Produzione: EUROVISION

TRAMA ANCHE SE VOLESSI LAVORARE, CHE FACCIO?

Sovana (alto Lazio). Girasole, Riccetto, Lallo e Asyero sono quattro giovani tombaroli poco esperti; inoltre svolgono il proprio lavoro fra difficoltà causate loro dai carabinieri e dalle guardie di Finanza, comandati rispettivamente dai marescialli Capriotti e Dorigo. Vendono la merce a un certo Garrone, che trova sempre il modo di truffarli. Alcuni di loro hanno anche preoccupazioni familiari. Non possono seguitare a vivere così. Perciò pensano di compiere un furto al Museo Etrusco che dovrebbe mettere fine alla loro precaria condizione. Ma, per effettuare il colpo, c'è bisogno di altri uomini: chiedono aiuto al loro rivale Nereo Pirelli. Questi rivela il piano ai carabinieri e alla Finanza, sperando di ottenere un premio in denaro e di veder ridotta la sua pena (è in domicilio coatto). Alcuni uomini delle forze dell'ordine aiutano i quattro; ma al momento culminante, i tombaroli inesperti si spaventano e quindi fanno marcia indietro. Il colpo viene eseguito dai "complici" (due carabinieri e due guardie di Finanza); subito dopo si scatena una battaglia tra carabinieri e Finanza appostati: ne escono malconci sia Capriotti che Dorigo. I ragazzi, convinti di essere ricercati, si danno alla fuga: Girasole muore per un incidente stradale. Guardalo subito su Prime Video

CRITICA DI ANCHE SE VOLESSI LAVORARE, CHE FACCIO?

Il film possiede un impianto generale abbastanza originale, con spunti fecondi per descrivere situazioni e delineare personaggi. Sceneggiato senza adeguate capacità, si stempera in macchiette raramente spiritose e spesso scipite, manca di coesione, brucia del tutto la possibilità di pervenire ai traguardi di fondo (quali la poesia dell'amicizia tra giovani provinciali sbandati, e le situazioni depresse d'un mondo minore), cui non rimediano le interessanti scenografie di un Lazio cinematograficamente sconosciuto. (Segnalazioni Cinematografiche).

lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming