A Wong Foo, grazie di tutto! Julie Newmar

A Wong Foo, grazie di tutto! Julie Newmar

( To Wong Foo Thanks for Everything, Julie Newmar )
Voto del pubblico
Valutazione
3.6 di 5 su 5 voti
Regista: Beeban Kidron
Genere: Commedia
Anno: 1995
Paese: USA
Durata: 108 min
Distribuzione: UIP (1996) - CIC VIDEO
A Wong Foo, grazie di tutto! Julie Newmar è un film di genere commedia del 1995, diretto da Beeban Kidron, con Wesley Snipes e Patrick Swayze. Durata 108 minuti. Distribuito da UIP (1996) - CIC VIDEO.
Genere: Commedia
Anno: 1995
Paese: USA
Durata: 108 min
Formato: NORMALE DELUXE
Distribuzione: UIP (1996) - CIC VIDEO
Sceneggiatura: Douglas Carter Beane
Fotografia: Steve Mason
Montaggio: Andrew Mondshein
Produzione: G. MAC BROWN PER AMBLIN ENTERTAINMENT, UNIVERSAL PICTURES

TRAMA A WONG FOO, GRAZIE DI TUTTO! JULIE NEWMAR:

Per partecipare ad Hollywood alla finalissima di un concorso riservato ai travestiti (quello per la "Drag Queen") salgono su una vetusta automobile Cadillac tre potenziali concorrenti: l'elegante e slanciata Vida Bohème, Noxeema Jackson e la giovane Chi Chi Rodriguez. Un guasto meccanico all'automobile blocca il terzetto a Snydersville, un villagio sperduto nel Midwest. Qui le tre ospiti portano una ventata non solo di novità (di per sé già clamorosa), ma di bontà e allegria. Nel villaggio la gente è rozza, gretta e piena di pregiudizi. Come portafortuna, Vida porta con sé una foto con dedica di Julie Newmar, una vera "celebrità". I tre travestiti, sfoggiando abiti e acconciature vistose, non hanno però nulla di sguaiato, non provocano nessuno, né approfittano della occasione per mercificarsi: sono gente allegra e di buon cuore, soprattutto Vida per la quale aiutare il prossimo è una legge di natura, per cui uomini e donne ne restano colpiti ed affascinati: quelli smussando rozzezze e battute facili, le altre riscoprendosi una femminilità oppressa e repressa da mariti stupidi e violenti, come quello di Carol Ann, vittima di un coniuge autoritario. Un gruppetto di donne come Carol impara presto le gioie di un parrucchiere e di abiti meno trasandati (per la umiliata Carol l'elegante Vida è un angelo asessuato). Certe "differenze" non sembrano più importanti: sono le somiglianze della gente ad assumere un forte significato. La tolleranza di tutti verso tutti appare essenziale. Vida ha avuto una infanzia infelice e perciò vorrebbe che per ognuno l'esistenza fosse meno dura e si prodiga in comportamenti generosi ed affettuosi. Noxeema non è da meno, mentre Chi Chi conosce la propria condizione e incontra pure l'amore (anche se quel concorso hollywoodiano l'attira al massimo), tanto da rinunciarvi forzando il sentimento. Perfino una vecchietta, Beatrice, che vive di ricordi, isolata e solitaria (è stata una nota attrice) cambia stile di vita e, tramite l'ameno trio, manda un messaggio scritto a Robert Mitchum. La riparazione della Cadillac impone la partenza dal villaggio: qui resta un'impressione di allegria e di letizia, dopo la festa annuale delle fragole, in una minuscola comunità dove molte idee beffarde e crudeli hanno ceduto il passo alla accettazione sul piano umano. A Hollywood la corona di "Drag Queen" viene concessa a Chi Chi.

CRITICA DI A WONG FOO, GRAZIE DI TUTTO! JULIE NEWMAR:

"La commedia di Bebaan Kidron glorifica i travestiti, com'è moda, e porta il suo obolo all'idea sempre attuale della tolleranza, divertendosi a cambiar segno a tre attori con la pistola. Non è tutto di prima mano, anzi dopo l'avvio, il film scivola nel prevedibile, con scenate di isteria iper femminile, momenti dolci, qualche ciliegina di studiata volgarità". (Corriere della Sera, Maurizio Porro, 24/6/96)

CURIOSITÀ SU A WONG FOO, GRAZIE DI TUTTO! JULIE NEWMAR:

- REVISIONE MINISTERO MAGGIO 1996.

lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming