A levante...

share

A levante... è un film di genere commedia, drammatico del 2003, diretto da Marcella Libonati, Luigi Filotico, Stefano Chiodini, Gianni De Blasi, Gianluca Camerino, Carlo Michele Schirinzi, Alessandro Valenti, con Fabrice Scott e Chiara Torelli. Uscita al cinema il 28 maggio 2004. Durata 105 minuti. Distribuito da PABLO (2004).

Poster
VOTO DEL PUBBLICO
Grazie del tuo voto
VALUTAZIONE

3 di 5 su 5 voti

TRAMA A LEVANTE...:

A LEVANTEFabrice, un giovane fotografo sulla trentina sbarca nel porto di Brindisi. Sta cercando il modo di arrivare a Otranto via mare. Un pescatore si offre di accompagnarlo per pochi soldi. Sul molo di Otranto vede una ragazza attraversare il mercato in bicicletta. Fabrice è immediatamente affascinato da questo posto, dai volti della gente, e soprattutto dagli occhi e dal sorriso di Chiara, quella ragazza che sfreccia via a cavallo della sua bicicletta. Vuole conoscerla e la segue mentre lei sparisce tra la folla. Mentre si guarda attorno in cerca di lei, i suoi occhi si impigliano in quelli di Saverio, infastidito dalla curiosità di uno sconosciuto. Fabrice sembra già presagire ciò che accadrà?I EPISODIO "LA CACCIA"Saverio, all'alba, al termine di una notte brava, percorre in auto con due amici la litoranea. Prendono in giro un vecchio alla guida di un camion, ma sarà proprio lui a fermarsi per soccorrere i ragazzi che hanno avuto un incidente e ad estrarre Saverio prima che l'auto precipiti in una scarpata. Si sveglierà nel garage del vecchio, pensando di essere in salvo, ma in realtà l'uomo lo darà in pasto ai cani. Fabrice, in sella a uno scooter continua la ricerca di Chiara. Segue una ragazza che le assomiglia nella piazza di un paese. Capisce che non è lei e entra in una chiesa guidato dall'eco di un canto grico benché dentro non vi sia nessuno che canti. Ancora una volta il ragazzo percepisce ciò che sta per accadere in quel luogo.II EPISODIO "IFONI"Irene, una cantante affermata è tornata nel suo paese natio per cantare nella stessa chiesa, dove è stato restaurato l'antico organo. Poco prima del suo concerto si celebrerà il funerale della sua maestra di canto. Lei ancora non lo sa e non proverà dolore a inoltrarsi per le vie del suo passato. Così la ragazza si lascia andare sulla via della memoria, alle suggestioni, al riemergere dei sentimenti. Nel suo "sogno" rincontrerà la maestra morta, accorsa per donarle, in modo insolito, lo spartito che Irene canterà la sera.III EPISODIO "QUELLO DEI TRENINI"Antonio è l'uomo del trenino, l'eroe di tutti i bambini, specialmente di Luigino che gli è particolarmente affezionato. Quando il bambino vede su un manifesto mortuario il nome del suo amico, lo piange. Luigino non sa che Antonio ha dei rapporti poco chiari con i malviventi del luogo, che lo cercano per punirlo di aver chiesto loro del denaro. Non sa neppure che l'uomo è l'amante di una prostituta, Annalisa e che vorrebbe sciogliere questo legame. Poiché la donna se ne rende conto, si precipita a raggiungerlo quando è braccato dai malviventi, ma non vuole salvarlo. Vuole essere proprio lei a sparargli un colpo alla tempia.IV EPISODIO "PORTO DI MARE"Un comitato spontaneo si forma per combattere un altro scempio edilizio. Tra loro c'è un ragazzo in crisi, è tra quelli che vorrebbero scegliere le maniere forti per la lotta. Anche il suo vecchio maestro, un professore gentile e tollerante è tra i dissenzienti, ma cerca di convincere i più giovani a non farsi trascinare in reazioni violente. Due generazioni a confronto, sull'orlo del baratro. Il ragazzo troverà la redenzione nell'acqua, l'elemento primigenio, e nella vita che vi brulica. Intanto Fabrice continua la sua ricerca. Ha con sé la foto di Chiara ripresa di spalle. La mostra cercando notizie su di lei. Un ragazzo, al vederla, gliela strappa di mano e fugge via.V EPISODIO "IL NIDO"Il ragazzo che ha rubato la foto è un cleptomane. Il frutto dei suoi furti è ammassato in un luogo che nessun altro conosce. Da un venditore di uccelli incontra una ragazza divenuta anoressica per poter volare come fanno gli uccelli. Ama i volatili e li fotografa. Uno è caduto morto sulla sua terrazza e lei, con la sua macchina fotografica, ne documenta gli stati di decomposizione. Il ragazzo, innamorato, si appende per i pantaloni ai fili della biancheria, ma il tessuto cede e lui cade in mutande di fronte a lei. Nella tasca ha un uccellino che lei aveva visto


Lascia un Commento
Lascia un Commento