VIRTUAL SEXUALITY

Titolo originale: VIRTUAL SEXUALITY

share

VIRTUAL SEXUALITY è un film di genere commedia del 1999, diretto da Nick Hurran, con Laura Fraser e Ruth Sheen. Durata 93 minuti. Distribuito da COLUMBIA TRISTAR FILMS ITALIA (2000).

VOTO DEL PUBBLICO
Grazie del tuo voto
VALUTAZIONE

5 di 5 su 2 voti


TRAMA VIRTUAL SEXUALITY:

Justine non riesce a trovare il suo uomo ideale, decide allora di affidarsi alla realtà virtuale e crea un uomo perfetto. Un giorno a causa di un incidente la creatura si materializza nella realtà e...TRAMA LUNGAJustine, 17 anni, è amareggiata per lo scarso successo che ottiene con i ragazzi, per i quali tutto sembra più facile. Per essere sicura di scegliere la persona giusta, chiede aiuto a Fran, la sua migliore amica, una che si dà arie di donna vissuta. La scelta cade su Alex, che tutte indicano come il fusto della scuola. Justine, Fran e l'amico Chas architettano un piano per portare Alex ad una mostra di informatica dove lui dovrà cedere a Justine. Ma all'ultimo momento Alex esce con Hoover, nota conquistatrice di uomini. Molto delusa, Justine si fa convincere dagli amici a sperimentare il potere di Narcissus, una macchina in grado di creare le fattezze che ciascuno desidera. Justine allora fornisce alla macchina le indicazioni sul proprio uomo ideale. Arriva all'improvviso un'esplosione. Narcissus crolla e dalle macerie riemerge Jake, un ragazzo in carne ed ossa con i vestiti di Justine. Dopo il grande imbarazzo iniziale, Chas si offre di ospitare a casa Jake/Justine in attesa di capire che cosa fare. La situazione si complica quando Justine riacquista la propria identità e può finalmente rendersi conto della presenza di Jake. Quest'ultimo nel frattempo è preso di mira dai creatori di Narcissus, che se ne vogliono impossessare per lavorarci in laboratorio. Jake viene rapito, Justine e Chas riescono a liberarlo e portano via anche la cabina delle trasformazioni. A casa di Chas, Justine con molto dolore preme il pulsante che fa scomparire Jake, ragazzo virtuale. Tempo dopo, Justine e Chas si incontrano, parlano, si baciano. E Justine alla fine dice che Chas è stato il suo primo ragazzo, che sono stati insieme per un po', dopodiché ognuno ha avuto altre storie: e così si è risolto il problema che la assillava all'inizio.

CRITICA DI VIRTUAL SEXUALITY:

"Tra 'La donna esplosiva' e 'Nei panni di una bionda' (ma solo per non scomodare i vari classici della commedia 'travestita'), 'Virtual Sexuality' si trascina senza picchi fino a un finale mal riuscito". (Ro. Me. 'Segnocinema', settembre/ottobre 2000)

SOGGETTO:

TRATTO DAL ROMANZO OMONIMO DI CHLOE RAYBAN

IL CAST DI VIRTUAL SEXUALITY:



Lascia un Commento
Lascia un Commento