Un fiume di dollari

share

Un fiume di dollari è un film di genere western del 1966, diretto da Carlo Lizzani, con Thomas Hunter e Henry Silva. Durata 93 minuti. Distribuito da DEAR DE LAURENTIIS - UNITED ARTISTS.

VOTO DEL PUBBLICO
Grazie del tuo voto
VALUTAZIONE

4 di 5 su 1 voti


TRAMA UN FIUME DI DOLLARI:

Jerry, un sudista smobilitato dopo la sconfitta, dopo aver compiuto un fortunato furto insieme a un commilitone suo amico, viene raggiunto dagli inseguitori e si lascia catturare per permettere all'amico di mettersi in salvo con la refurtiva. Dopo cinque anni di carcere, quando ritorna al paese natale per riprendere contatto con l'amico, constata con sorpresa che lui è divenuto un famoso malvivente, ricco e potente, che ha al suo servizio una canaglia che agisce per suo conto. Jerry inoltre scopre che sua moglie è morta da alcuni anni a causa degli stenti patiti ed che suo figlio è costretto a fare il mozzo di stalla. Aiutato da un misterioso straniero, Jerry riesce a farsi assumere tra gli uomini del tiranno e, in una battaglia decisiva, riesce ad eliminarlo insieme a tutta la banda. Il misterioso collaboratore si rivela un inviato del governo per il recupero dei dollari rubati, e, riconoscente, nomina Jerry sceriffo della rappacificata cittadina.

CRITICA DI UN FIUME DI DOLLARI:

Dalle note di regia: "Un filmetto, girato per provare il nuovo villaggio western di De Laurentiis e un nuovo attore, Thomas Hunter, che pensavamo fosse un Henry Fonda, mentre poi non fece un granchè"."Un western della stessa forza- violenza di 'Per un pugno di dollari' (...). Un clima di autenticità (...) (anche) se predomina l'elemento italiano. Ma due specialisti americani (Duryea e Silva) sono a loro agio (...). Regia vivace e pittoresca che rende il tono giusto (...). Fotografia ottima (...)". (Anonimo, "Cinérevue", n. 14 Parigi 6 aprile 1967)."Si tratta di un western all'italiana, abbastanza denso di interessi spettacolari per il vigoroso piglio impresso alle sequenze d'azione, in cui i motivi tipici del genere, anziché deformati, vengono solo esasperati. Non privo di qualche spunto originale e di qualche momento narrativamente felice, il film è diretto con corretto mestiere." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 62, 1967)

CURIOSITÀ SU UN FIUME DI DOLLARI:

- INTORNO ALLO PSEUDONIMO DI DEAN CRAIG CI SONO MOLTE PERPLESSITA'. FONTI ATTENDIBILI ASSICURANO SI TRATTI DI PIERO REGNOLI. ALCUNI INVECE PROPENDONO PER PIERO PIEROTTI, MA SAREBBE DA ESCLUDERSI POICHE' LA FIRMA DEAN CRAIG APPARE ANCHE DOPO LA SUA MORTE.

IL CAST DI UN FIUME DI DOLLARI:



Lascia un Commento
Lascia un Commento