QUELLA VILLA IN FONDO AL PARCO

QUELLA VILLA IN FONDO AL PARCO

Voto del pubblico
Valutazione
3.7 di 5 su 3 voti
Regista: Anthony Ascot
Genere: Horror
Anno: 1988
Paese: Italia, USA
Durata: 82 min
Distribuzione: FULVIA FILM (1988) - AVO FILM, PLAYTIME
QUELLA VILLA IN FONDO AL PARCO è un film di genere horror del 1988, diretto da Anthony Ascot, con Janet Agren e David Warbeck. Durata 82 minuti. Distribuito da FULVIA FILM (1988) - AVO FILM, PLAYTIME.
Genere: Horror
Anno: 1988
Paese: Italia, USA
Durata: 82 min
Formato: PANORAMICA
Distribuzione: FULVIA FILM (1988) - AVO FILM, PLAYTIME
Fotografia: Roberto Girometti
Montaggio: Vincenzo Tomassi
Produzione: FULVIA FILM ROMA

TRAMA QUELLA VILLA IN FONDO AL PARCO

Un medico, che intende incrociare ratti e scimmie nel laboratorio installato in un'isola dei Caraibi, è riuscito a creare un mostriciattolo: una specie di umanoide alto quaranta centimetri, che ha muso di topo e i cui graffi sono mortali. Scappato dalla gabbia il mostriciattolo incomincia ad uccidere: la prima vittima è Marlis, una top-model, arrivata sul posto con un fotografo ed una compagna di lavoro. Del suo corpo viene fatto scempio in una casa abbandonata e la polizia locale pensa ad un delitto per motivi rituali ad opera di qualche indigeno. Per indagare giunge nell'isola la sorella Terry (ma all'obitorio scopre che la defunta non appartiene alla propria famiglia) e nelle ricerche l'aiuterà Fred, scrittore di libri gialli conosciuto all'aeroporto e ora interessato all'intricata matassa. I due si addentrano nella boscaglia, dove intanto circolano il fotografo con la modella. Poi si scopre un altro cadavere, orrendamente sfigurato dagli artigli del mostro. Ad uno ad uno muoiono non solo il fotografo e la modella, ma anche l'assistente del medico e pure quest'ultimo. All'aeroporto la giovane Terry si imbarca per tornarsene negli Stati Uniti. Ha con sé anche una sacca da viaggio. E il mostro ripugnante, che era stato ritenuto morto e invece negli stessi uffici della polizia aveva fatto fuori un'impiegata, si scatenerà a bordo dell'aereo.

CRITICA DI QUELLA VILLA IN FONDO AL PARCO

"Vai in vacanza al cinema. Potrai così provare l'emozione di farti trasportare ai Caraibi, dove uno scienziato pazzo ha creato un ibrido ratto/scimmia, un esserino aggressivo, sanguinario e venefico che per tutto il film fa strage di chiunque gli capiti a tiro. Vai in vacanza al cinema. Potrai così cavarti il gusto di vedere un film che è al di sotto del minimo livello accettabile di professionalità, a cominciare dal soggetto, per continuare con la strutturazione della sceneggiatura, con la recitazione, con il tono delle riprese e le scansioni del montaggio, per finire con il rapporto musica-immagini. Vai in vacanza al cinema. Sappi però che c'è in giro di tutto, dal film per i quali vale la pena di farsi le ferie in città a quelli che passano d'estate perché sarebbe troppo impudente (oltre che imprudente) presentarli nelle altre stagioni. Sappi anche che 'Quella villa in fondo al parco' appartiene a questa seconda categoria, anche se ti viene offerto alle stesse condizioni di un film, diciamo così, normale. Buona vacanza." ('Bergamo Oggi', 6 Agosto 1988)"Un biochimico accademicamente fallito è riuscito a ottenere, per premio alle sue ricerche solitarie, l'incrocio tra un ratto e una scimmia: pericolosissimo, perché uccide fulmineamente col veleno delle unghie e dei denti. E' questa la sola invenzione di 'Quella villa in fondo al parco', mal secondata dal contorno, una volta che l'ibrido fugge e prende a uccidere, seguendo la troupe di un fotografo e due modelle. La prima, è già caduta quando i superstiti s'inoltrano nella giungla, alla ricerca di luoghi suggestivi; con l'animale alle calcagna arrivano all'abitazione dello scienziato, dove avviene la strage riparatrice. Non è finita qui: il mostro - un indio nano, dal volto spaventevole - prosegue la sua ventura omicida a bordo di un aereo in volo, raccolto e spedito maldestramente con gli effetti personali di una delle vittime. Dall'improbabile intreccio, ai personaggi e alle situazioni, niente ha carattere: neanche l'animale, che uccide in un anonimato al quale la sua origine gli avrebbe pure permesso di sfuggire." (Fabio Bo, 'Il Messaggero', 13 Agosto 1988)"Ha un senso per gli spettatori che amano il brivido perverso e sottile dell'horror autentico suggerire che molto dipende dall'ibridazione clamorosa del ventre d'una scimmia con il seme d'un topo? E che t trucchi all'italiana non ricordano nemmeno lontanamente le fabbriche degli effetti e delle illusioni di marca hollywoodiana? Girato alla meglio con una netta economia di tempo e di materiale, 'Quella villa in fondo al parco' richiama nel titolo ma non nelle emozioni altri piccoli gioielli del genere orrifico. Va da sé che chi ha stipulato un contratto con un'impresa di derattizzazione, all'uscita del film telefonerà agli addetti per sollecitare le disinfestazioni. Anche in questo consiste il rilievo sociale del cinema." ('La Stampa', 1 Giugno 1988)

INTERPRETI E PERSONAGGI DI QUELLA VILLA IN FONDO AL PARCO

Attore Ruolo
Janet Agren
Terry
David Warbeck
Fred
Eva Grimaldi
Marlis
Werner Pochath
Mark
Luish Menon
Peggy
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming