La spina dorsale del diavolo

Titolo originale: The Deserter

share

La spina dorsale del diavolo è un film di genere western del 1970, diretto da Burt Kennedy, Niska Fulgozi, con Bekim Fehmiu e Richard Crenna. Durata 105 minuti. Distribuito da PARAMOUNT.

VOTO DEL PUBBLICO
Grazie del tuo voto
VALUTAZIONE

4 di 5 su 3 voti


TRAMA LA SPINA DORSALE DEL DIAVOLO:

Il capitano Caleb Carter, al ritorno da un lungo servizio di pattuglia, trova la sua casa distrutta e la moglie uccisa dagli indiani. Giunto al vicino forte, accusa il suo superiore, maggiore Wade Brown di non avere efficacemente difeso, per inettitudine e paura, i territori minacciati dagli apache. Quindi, in preda all'ira, Caleb spara due colpi di pistola contro Brown, ferendolo alla gamba, dopodiché si dà alla fuga, nascondendosi nel deserto, dove inizia una guerriglia solitaria ma efficace contro gli indiani. Dopo due anni, giunge al forte il generale Miles il quale, al corrente delle gesta compiute da Caleb nel deserto, esprime il desiderio di averlo come collaboratore in vista dei futuri decisivi scontri con gli indiani e con il loro capo Mangus Durango. Benché penda ancora sul suo capo una condanna per diserzione, Carter accetta la proposta di collaborare con l'esercito: scelti trenta soldati, dopo averli condotti con sé nel deserto per un intenso periodo di addestramento, per cogliere Durango ed i suoi uomini di sorpresa decide di aggirare la montagna denominata la "spina dorsale del diavolo". Dopo una cruenta battaglia con gli apache, nella quale tutti gli indiani vengono eliminati, Caleb fa ritorno al forte dove il generale Miles gli dichiara che, nonostante il positivo esito della missione, le autorità si ostinano a considerarlo un disertore. Per sottrarlo alla pena prevista non c'è che una via d'uscita: considerarlo morto in battaglia e lasciarlo libero di andarsene per la sua strada. Amareggiato, Caleb riprende la via del deserto.

CRITICA DI LA SPINA DORSALE DEL DIAVOLO:

Spettacolare nella realizzazione, formalmente decoroso, lineare ed equilibrato nella narrazione, il film non riesce, tuttavia, ad evitare di ripetere con insistenza i più scontati luoghi comuni del genere. (Segnalazioni Cinematografiche 70)

IL CAST DI LA SPINA DORSALE DEL DIAVOLO:



Lascia un Commento
Lascia un Commento