La discesa di Aclà a Floristella

La discesa di Aclà a Floristella

( La discesa di Aclà a Floristella )
Voto del pubblico
Valutazione
4.2 di 5 su 6 voti
Genere: Drammatico
Anno: 1992
Paese: Italia
Durata: 84 min
Distribuzione: SACIS/ISTITUTO LUCE ITALNOLOGGIO CINEMATOGRAFICO - MEDUSA VIDEO (PEPITE), PENTAVIDEO
La discesa di Aclà a Floristella è un film di genere drammatico del 1992, diretto da Aurelio Grimaldi, con Luigi Maria Burruano e Luigi Capizzi. Durata 84 minuti. Distribuito da SACIS/ISTITUTO LUCE ITALNOLOGGIO CINEMATOGRAFICO - MEDUSA VIDEO (PEPITE), PENTAVIDEO.
Genere: Drammatico
Anno: 1992
Paese: Italia
Durata: 84 min
Formato: PANORAMICA A COLORI
Distribuzione: SACIS/ISTITUTO LUCE ITALNOLOGGIO CINEMATOGRAFICO - MEDUSA VIDEO (PEPITE), PENTAVIDEO
Sceneggiatura: Aurelio Grimaldi
Fotografia: Maurizio Calvesi
Produzione: CINEUROPA '92, NOVA FILMS

TRAMA LA DISCESA DI ACLÀ A FLORISTELLA

I coniugi Rizzuto, con molti figli da sfamare, unitamente alla piccola illegittima Santina, che la loro figlia Concetta ha avuto a diciotto anni dal picconiere Caramazza, vivono miseramente in una zona interna della Sicilia, dove si trova la miniera di zolfo di Floristella. Oltre al padre coi due fratelli maggiori, Calogero e Pino, minatori, anche l'undicenne e biondissimo Aclà andrà in miniera: è stato infatti venduto per otto anni come "caruso" - addetto al trasporto a spalla in superficie dello zolfo - al picconiere Caramazza, in cambio di cinquecento lire, cioè del "soccorso morto", che andrebbe restituito se il bambino scappasse. Salutato da uno schiaffo d'avvertimento del suo padrone, Aclà il lunedì discende nella galleria, dove trova un ambiente infernale: lo zolfo rende l'aria irrespirabile e un caldo soffocante costringe i minatori a lavorare quasi nudi.

CRITICA DI LA DISCESA DI ACLÀ A FLORISTELLA

Malgrado alcune lungaggini narrative e qualche caduta di tono il film ha indubbiamente dei pregi nella scelta del tema, che, per quanto riferito a costumi degli anni 30, è molto toccante e vivo, e può essere paragonato all'inumana vita da schiavi, che conducono anche oggi molti bambini, in alcuni contesti sociali. La fotografia è molto curata nelle luci e nei colori, e la sceneggiatura, opera (come il soggetto) di Grimaldi ha delle qualità notevoli soprattutto nella descrizione della discesa agli "inferi" di Aclà, fra violenze fisiche e psichiche di ogni genere. Alcuni attori professionisti, come Tony Sperandeo (Caramazza) sono molto efficaci, anche se un po' sopra le righe. (Segnalazioni Cinematografiche, vol.114, p.66)

CURIOSITÀ SU LA DISCESA DI ACLÀ A FLORISTELLA

-COSTUMI: CLAUDIO CORDARO.

INTERPRETI E PERSONAGGI DI LA DISCESA DI ACLÀ A FLORISTELLA

Attore Ruolo
Luigi Maria Burruano
Padre di Aclà
Luigi Capizzi
Vecchio minatore
Giuseppe Calcagno
Secondo picconiere
Andrea Cursale
Terzo picconiere
Francesco Cusimano
Aclà Rizzuto
Giuseppe Cusimano
Maurizio Rizzuto
Liborio Decima
Quarto picconiere
Epifanio Faraci
Quinto picconiere
Mario Libro
Ciccu
Armando Largana'
Secondo carabiniere
Marco La Mattina
Picconiere "Melino"
Salvatore Rivoli
Barista
Franco Prestifilippo
Settimo picconiere
Benedetto Raneli
Prete
Alfonso Savoca
Ottavo picconiere
Lucia Sardo
Madre di Aclà
Tony Sperandeo
Caramazza
Luciano Venturino
Pino Rizzuto
Rita Barbanera
Concetta Rizzuto
Salvatore Scianna
Calogero Rizzuto
Ignazio Donato
Pietro
Giovanni Alamia
Salvo
Giuseppe Bonanno
Primo picconiere

PREMI E RICONOSCIMENTI PER LA DISCESA DI ACLÀ A FLORISTELLA

Nastri d'Argento - 1993

Ecco tutti i premi e nomination Nastri d'Argento 1993

  • Candidatura miglior regista esordiente a Aurelio Grimaldi
  • Candidatura migliore attore non protagonista a Tony Sperandeo
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming