L'amico immaginario

L'amico immaginario

Voto del pubblico
Genere: Drammatico
Anno: 1994
Paese: Italia
Durata: 85 min
Distribuzione: MIKADO FILM (1995) - CECCHI GORI HOME VIDEO
L'amico immaginario è un film di genere drammatico del 1994, diretto da Nico D'Alessandria, con Victor Cavallo e Valeria D'Obici. Durata 85 minuti. Distribuito da MIKADO FILM (1995) - CECCHI GORI HOME VIDEO.
Genere: Drammatico
Anno: 1994
Paese: Italia
Durata: 85 min
Formato: PANORAMICA A COLORI
Distribuzione: MIKADO FILM (1995) - CECCHI GORI HOME VIDEO
Sceneggiatura: Nico D'Alessandria
Fotografia: Bruno Di Virgilio
Montaggio: Maurizio Baglivo
Produzione: DOMENICO D'ALESSANDRIA

TRAMA L'AMICO IMMAGINARIO

Un sacerdote, don Daniele, si sente male in treno e muore alla stazione. Il suo amico, Dino Raider, ripercorre le tappe della sua lunga amicizia con lui, e nel contempo tenta un inventario della sua esistenza: il suo analista, il dottor Parodi, non riesce a farlo uscire da una sorta di solitudine profonda, di scollamento dalla realtà e di conseguente apatia che lui tenta di esorcizzare con un attaccamento quasi maniacale ad oggetti personali come un fischietto, vecchio residuato di attività sportive giovanili, o le scarpe che fa risuolare anche se ormai logore. I legami con la moglie sono incrinati: i due non hanno rapporti da sei mesi e si rimproverano a vicenda di non aiutarsi a superare la crisi. Tornano, nei ricordi, il primo incontro con Daniele, la sua ordinazione, il battesimo del figlio Mario, e pian piano la figura del sacerdote gli viene come un fantasma gentile, un angelo custode che segue passo passo il vagabondaggio mentale e fisico di Dino, che del suo passato comunista, impegnato in un quartiere popolare romano, non riesce a conservare che i brandelli di un sogno rivoluzionario spezzato. Una compagna del collettivo tenta di essergli vicino, come gli altri, ma nonostante le apparizioni tranquillizzanti e le parole di incoraggiamento che il defunto Daniele gli rivolge lungo l'arco delle sue giornate, davanti ad un bar o mentre fa jogging a Villa Borghese, Dino non sembra trovare stimoli ad uscire dalla "morta gora" in cui si dibatte. Finché l'immaginario amico lo precede verso una porta finalmente aperta sulla luce.

CRITICA DI L'AMICO IMMAGINARIO

"C'è tutta una parte del cinema italiano che, se non proprio sommersa, è perlomeno emarginata, confinata negli angoli di uscite estive frettolose, fatte di poche sale d'essai e di cineclub. (...) Anche se girato in un evidente stato di precarietà, con pochi mezzi a disposizione e con penuria di pellicola, anche se qua e là acerbo e stentato, 'L'amico immaginario' - interpretato da quello straordinario attore colpevolmente trascurato dal cinema italiano che è Victor Cavallo - trae il suo vigore poetico dalla commossa sincerità con la quale Nico D'Alessandria va alla ricerca di quella strada smarrita che è la concezione religiosa della vita." (Enzo Natta, 'Famiglia Cristiana', 9 agosto 1995)

INTERPRETI E PERSONAGGI DI L'AMICO IMMAGINARIO

Attore Ruolo
Victor Cavallo
Dino
Valeria D'Obici
Luce
Rocco Mortelliti
Daniele
Roberto D'Alessandria
Mario, il figlio di Dino
Fulvia Mosconi
Maria Rosa
Giancarlo Parodi
Dottor Parodi
Emiliano Vitolo
Dino da giovane
Tommaso Gili
Daniele da adolescente
Ghigo Alberani
Dottore
Maria Cristina Mastrangeli
La madre
Mario Marino
Secondo internato
Luigi Ramundo
Sassofonista
Gerardo Sperandini
Primo internato
Ugo Adilardi
Uno dei compagni
Giuseppe Amodio
Vagabondo
Maurizio Castè
Ottico
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming