I Giardini dell'Eden

share

TRAMA I GIARDINI DELL'EDEN:

In Galilea il piccolo Jeousha si prepara ad affrontare il momento più importante nella vita di un adolescente, ossia il Bar Mitzwah, il rito di ingresso nel mondo degli adulti. Si reca così a Gerusalemme, accompagnato da altre famiglie del suo villaggio e dal cugino e coetaneo Johannan. Nel tempio, Jeousha impressiona i saggi per la sua sensibilità ed intelligenza, e poi a contatto con la vita convulsa della città ha modo di fare esperienze e conoscere meglio le persone e i loro problemi. Crescendo, lavora con i fratelli nella bottega da carpentiere del padre Joseph. Ma il lavoro non riesce a coinvolgerlo completamente. Morto il padre, decide di abbandonare il villaggio e di mettersi di nuovo in viaggio alla volta di Gerusalemme e di altri luoghi, dove ha modo di verificare di persona le situazioni di scontentezza della popolazione nei confronti dei soldati romani. Lo avvicinano alcuni zeloti, che stanno organizzando azioni di ribellione ma rifiuta l'uso che essi fanno della violenza e di nuovo parte, mettendosi al seguito dei carovanieri che battono le piste dei mercati nelle provincie più lontane. Nel corso di questi viaggi, si mescola a costumi, religioni e filosofie diverse, a fronte delle quali sente giunto il momento di trasmettere agli altri il bagaglio di conoscenze e di esperienze finora acquisito. Chiama a seguirlo alcuni uomini e con loro si mette in movimento per portare a tutte le genti un messaggio di rispetto e di amore reciproco tra tutti gli esseri umani.

CRITICA DI I GIARDINI DELL'EDEN:

"Decoroso melodramma ispirato ai vangeli apocrifi, in cui il regista Alessandro D'Alatri (popolare per gli spot Telecom nel deserto) racconta con sobrietà la vita di Gesù, dall'adolescenza ai trent'anni. Gli presta il volto, indiscutibilmente bellissimo, Kim Rossi Stuart, biondo e occhi azzurri, che fa un po' a pugni col ditratto di aceso contestaotre politico. L'apparizione di Jovanotti nei panni dell'esseno David dà un tocco di sublime umorismo involontario". (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 3 aprile 2001)

CURIOSITÀ SU I GIARDINI DELL'EDEN:

- REVISIONE MINISTERO SETTEMBRE 1998.- PREMIO PASINETTI COME MIGLIOR ATTORE A KIM ROSSI STUART E PREMIO SERGIO TRASATTI AD ALESSANDRO D'ALATRI ALLA 55MA MOSTRA INTERNAZIONALE D'ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA (1998).- NASTRO D'ARGENTO 1999 A CECILIA ZANUSO PER IL MIGLIOR MONTAGGIO.

IL CAST DI I GIARDINI DELL'EDEN:



Lascia un Commento
Lascia un Commento