Dove comincia la notte

Titolo originale: Dove comincia la notte

share

Dove comincia la notte è un film di genere giallo del 1991, diretto da Maurizio Zaccaro, con Blair Bybee e Marylou Dennhardt. Durata 96 minuti. Distribuito da FILMAURO - VIVIVIVDEO, PANARECORD.

VOTO DEL PUBBLICO
Grazie del tuo voto
VALUTAZIONE

4.3 di 5 su 16 voti


TRAMA DOVE COMINCIA LA NOTTE:

Ritornato nella natìa Davenport, dove ha trascorso l'infanzia, il giovane Irving, figlio di un professore di liceo, per non rientrare nella villa piena di ricordi ereditata dal padre, di recente defunto, dimora signorile dei suoi anni verdi, da cui era partito in tutta fretta con la madre quattordici anni prima, subito dopo il misterioso suicidio della sedicenne Glenda, allieva del padre, prende alloggio in un albergo. Intende infatti fermarsi solo il tempo necessario per attendere alla pratica di donazione della villa ai familiari di Glenda, a titolo di risarcimento per quell'enigmatico suicidio, nel quale risulta in qualche modo implicato il padre, a motivo di un suo legame sentimentale con la giovane allieva. Ma la sera stessa del suo arrivo in albergo, un anonimo, che si dice collega del defunto professore, gli dichiara al telefono che la ragazza è viva...

CRITICA DI DOVE COMINCIA LA NOTTE:

Pur con qualche lungaggine,"Dove comincia la notte" è un film abilmente congegnato su commissione e con un budget di soli 800 milioni. (Maurizio Porro, Il Corriere della sera)E' abbastanza facile obiettare due cose: che non è poi cosi' italiano da figurare in una vetrina incaricata di documentare le novità del cinema italiano, e che sfugge palesemente alle convenzioni non scritte del film "da festival", e da festival come Venezia. (Paolo D'Agostini, La Repubblica)Una "mistery story" a tratti intrigante, a tratti un pò scontata. (Giorgio Spagnoletti, Il Mattino)Si tratta di un giallo di solida scrittura, ma a tutti i film e questo è un pò il suo limite "diverso". Il film infatti da un lato esibisce un efficace e fluido congegno narrativo, dall'altro sconta l'eccessiva preoccupazione di riproporre gli inflazionati stereotipi del thriller, dell'horror e del fantastico, di evitare certi passaggi topici del genere. (Alberto Castellano, Il Mattino)

CURIOSITÀ SU DOVE COMINCIA LA NOTTE:

DAVID DI DONATELLO 1992 PER MIGLIOR REGISTA ESORDIENTE (MAURIZIO ZACCARO).

IL CAST DI DOVE COMINCIA LA NOTTE:



Lascia un Commento
Lascia un Commento