Avalon

Avalon

Voto del pubblico
Valutazione
4 di 5 su 1 voti
Genere: Drammatico
Anno: 1990
Paese: USA
Durata: 122 min
Distribuzione: COLUMBIA TRISTAR FILMS ITALIA (1991) - COLUMBIA TRISTAR HOME VIDEO
Avalon è un film di genere drammatico del 1990, diretto da Barry Levinson, con Leo Fuchs e Eve Gordon. Durata 122 minuti. Distribuito da COLUMBIA TRISTAR FILMS ITALIA (1991) - COLUMBIA TRISTAR HOME VIDEO.
Genere: Drammatico
Anno: 1990
Paese: USA
Durata: 122 min
Formato: PANORAMIA A COLORI
Distribuzione: COLUMBIA TRISTAR FILMS ITALIA (1991) - COLUMBIA TRISTAR HOME VIDEO
Sceneggiatura: Barry Levinson
Fotografia: Allen Daviau
Montaggio: Stu Linder
Musiche: Randy Newman
Produzione: MARK JOHNSON, BARRY LEVINSON

TRAMA AVALON

Nel 1914 emigra a Baltimora dalla natìa Polonia un baldo giovane ebreo: è Sam Krichinsky che, insediatosi nel quartiere di Avalon, comincia a lavorare tappezzando pareti di carte a fiori. L'America appare come la terra promessa: tutti gli immigrati europei si fanno appena possibile raggiungere da mogli, figli e cugini e ben presto anche i Krischinsky sono numerosi, sempre attaccati alle loro tradizioni e validi lavoratori. Gli anni trascorrono: Sam, il più conservatore, si trasferisce con la moglie Eva da Avalon in periferia, dapprima un pò squallida, poi sempre più curata e ricca di verde, per vivere con il figlio Jules, il quale è diventato un bravissimo giovane, con la nuora Anna ed il simpatico nipotino Michael. Tutta la "famiglia" si incontra spesso e nessuno manca nel "giorno del ringraziamento" per la rituale tavolata: ci sono Hymie, William, Gabriele e Nathan (fratelli di Sam e i loro parenti). I più giovani, sia pur rispettosi delle tradizioni, intraprendono nuove attività: anericanizzati i loro cognomi, Jules comincia ad entrare in affari insieme al cugino Izzy. I due mettono su un negozio di televisori; poi Izzy - più svelto e spregiudicato - suggerisce di affidarsi allo slogan ed alla pratica commerciale della garanzia del prezzo più basso, per battere la concorrenza. In seguito, malgrado mutui e debiti, i giovani hanno un grosso magazzino zeppo non solo di televisori, ma di elettrodomestici (che cominciano a tirare sul mercato). I nonni si occupano volentieri del nipotini, Eva borbotta un pò, finchè un giorno arriva a Baltimora Simka, fratello sconosciuto della donna, con moglie e bambina, polacche anche loro, tutti già in un campo di internamento tedesco. I nuovi immigrati scelgono, però, di lavorare in una "farm", ma alle riunioni del Krichinsky sono presenti anch'essi. La vita scorre nei suoi ritmi quotidiani, con piccoli eventi anche semplici, gioie, a volte battibecchi e contrattempi vari. Anna è incinta di David e, quando questi vedrà la luce, Sam ed Eva se ne andranno da soli in un altro alloggio. In occasione della festa del 4 luglio, Jules e Izzy inaugurano il loro nuovo negozio, ma questo va a fuoco. Il piccolo Michael e il cugino Teddy, molto amanti il primo dei fiammiferi e l'altro dei petardi, erano andati negli scantinati per fare uno dei loro giochetti imprudenti. Egli, consigliato dal nonno, trova il coraggio d'accusarsi con il padre del disastro. In realtà si è trattato di un corto circuito al quarto piano, ma intanto tutto è andato distrutto nel rogo. Jules e Izzy, superate le difficoltà con il duro lavoro, riprendono la loro attività mentre Eva ha un semplice malore e muore quietamente. Sam, ormai solo si trasferisce in un cronicario, dove Michael - ormai uomo fatto - porta un bimbetto, suo figlio, a conoscere il bisnonno. Ha il nome di Sam, lo stesso del vecchio polacco emigrato negli Stati Uniti, che ora vive di ricordi.

CRITICA DI AVALON

"Avalon è un film elegante e nostalgico cui manca forse un centro drammaturgico preciso. Per dar corpo ai fantasmi del passato il regista ha preferito evitare le star, privilegiando il criterio della somiglianza con i personaggi reali. E proprio gli interpreti, di eccezionale bravura, sono il punto di forza del rapsodico film". (Alessandra Levantesi, La Stampa)"Una serie di incertezze e una certa freddezza hanno nuociuto alla sceneggiatura, episodica e poco fresca". (Gabriella Giannice, Il Giornale)"In una storia di sottotoni, di ripicche e di ricatti, di espressivi silenzi, di poesia buttata all'angolo; ai confini con la banalità, e qui l'applauso va generalizzato a tutto il cast". (Maurizio Porro, Il Corriere della Sera)"Il film è da vedere per la sensibilità e la perizia tecnica con cui ricostruisce i costumi di mezzo secolo, per la commozione e lo spasso che suscita, per la colorita sveltezza dello stile, per le belle musiche, per le ricche scenografie e per i suoi bravi attori". (Giovanni Grazzini, Il Messaggero)

INTERPRETI E PERSONAGGI DI AVALON

Attore Ruolo
Leo Fuchs
Hymie Krichinsky
Eve Gordon
Dottie Kirk
Armin Mueller-Stahl
Sam Krichinsky
Elizabeth Perkins
Anna Kaye
Joan Plowright
Eva Krichinsky
Kevin Pollak
Izzy Kirk
Aidan Quinn
Jules Kaye
Israel Rubinek
Nathan Krichinsky
Elijah Wood
Michael Kaye
Grant Gelt
Teddy Kirk
Mindy Loren Isenstein
Mindy Kirk
Shifra Lerer
Nellie Krichinsky
Mina Bern
Alice Krichinsky
Frania Rubienek
Faye Krichinsky
Kevin Blum
Il Padre
Neil Kirk
Herbie
Brian Sher
Fatt. Country Club
Rachel Aviva
Elka
Ronald Guttman
Simka
Brian Shait
Nathan da ragazzo
Lou Jacobi
Gabriel Krichinsky
Bernard Hiller
Hymie da ragazzo
Moishe Rosenfeld
William da ragazzo
Herb Levinson
Rabbino al funerale
Paul Quinn
Impiegato del K & K
Michael Dabid Edelstein
Gabriel da ragazzo
Miles A. Perman
Benzinaio
Michael Krauss
Sam da ragazzo
Ralph Tabakin
Direttore Dunn
Steve Aronson
Uomo che trasloca
Beatrice Yoffe
Reception Clinica
Sylvia Weinberg
Signora Parker
Frank Tamburo
Teppista
Patrick Flynn
Capo dei pompieri
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming