Andata e ritorno

share
Poster
VOTO DEL PUBBLICO
Grazie del tuo voto
VALUTAZIONE

3.8 di 5 su 5 voti

Cameriere trentenne, fidanzato con Sara, Samuele vive una vita tutto sommato semplice. Insieme la coppia si occupa di un gruppo di anziani. Il preferito di Samuele è il signor Sorelli: un solitario fanatico di videogames. Un giorno, dopo la morte di Sorelli, Samuele scopre che questi gli ha lasciato in eredità quattro miliardi di lire. Convinto che i soldi cambino la vita, Samuele trascura amici ed il suo lavoro e perde di vista la fidanzata. Ormai Samuele vola alto: ha nuove amicizie altolocate, ha una nuova 'fiamma', la bella Vanessa. Ma, di colpo, tutto si rivela per quello che è. I nuovi amici sono tutti truffatori così come Vanessa. Di colpo il giovane si ritrova solo e senza soldi. A testa bassa torna dai suoi vecchi amici che, nonostante tutto, lo riaccolgono a braccia aperte. Tutti insieme decidono di ordire una controtruffa ai danni dei truffatori.



CRITICA DI ANDATA E RITORNO:

"'Andata e ritorno' o piuttosto discesa senza freni verso il nadir del cinema dei comici? La seconda. 'Andata e ritorno' di Alessandro Paci, simpatica spalla nei film dell'amico Massimo Ceccherini, è un esordio registico tribolato dalle vicissitudini finanziarie del produttore Cecchi Gori ma anche artefice del suo tragico destino: trama, regia, fotografia inesistenti e una comicità primitiva che non possiede nemmeno il fascino pecoreccio di Boldi & De Sica. Insieme a 'Bimba' della Guzzanti dovrebbe rappresentare la fine dei registi improvvisati. Sperarlo non fa male". (Francesco Alò, 'Il Messaggero', 6 giugno 2003).

CURIOSITÀ SU ANDATA E RITORNO:

- AIUTO REGIA: DAVIDE CINCIS.

Lascia un Commento
Lascia un Commento