Schede di riferimento
Gossip TV

Uomini e Donne, Davide Basolo, l’ex "Alchimista" confessa: "Ero un passo dal baratro poi ho conosciuto Gaia"

Il racconto di Davide Basolo, l'ex corteggiatore di Uomini e Donne che partecipò al trono di Giovanna Abate.

Uomini e Donne, Davide Basolo, l’ex "Alchimista" confessa: "Ero un passo dal baratro poi ho conosciuto Gaia"

Davide Basolo, l'ex corteggiatore di Uomini e Donne che partecipò al trono di Giovanna Abate nel 2020, ha confessato su Instagram di aver attraversato un momento particolarmente buio dopo il dating show e che oggi ha finalmente ritrovato il sorriso accanto a Gaia Bassani, un amore travolgente che non aveva mai provato prima grazie al quale è rinato.

Davide, l'ex "Alchimista" di Uomini e Donne, ha raccontato come l'ha conosciuta e di quanto il destino sia stato determinante per loro. Si erano infatti conosciuti nel 2018 ritrovandosi solo diversi anni dopo.

"Destino. Fondamentalmente ho sempre creduto al destino. Sono un bilancia puro, illuso sognatore. Uno pieno di ambizioni con ali spesso troppo piccole per volare così in alto. Si sa, le cose molte volte non vanno come vorremmo. La strada dinanzi a noi, da pianeggiante, si trasforma in una salita invalicabile. Tuttavia, talvolta, il destino bussa forte alla porta della vita e diventa impossibile non sentirsi travolti. Tre anni fa ho terminato la mia seconda stagione a Formentera carico di buoni propositi. Volevo diventare un barman e tornare l’anno successivo per salire finalmente dietro al bancone del mio posto preferito. Ho fatto un corso importante, ho passato mesi tra Milano (prima) e Firenze (poi). Ho fatto la famosa “gavetta”, ho sudato, ho sofferto ed ho imprecato. Mi sono spesso adattato. Poi? Poi il covid. Uomini e Donne. Instagram. La “popolarità”. Temptation Island. Due anni lontano dalla mia isola. Due anni lontano, non solo fisicamente, ma anche, e soprattutto, a livello mentale. Contatti per tornare ce ne erano stati, ma sentivo quel capitolo della mia vita come chiuso e passato. Non so bene perché, ma era così. Il presente, a quel tempo, era tutt’altro che rose e fiori. Non avevo assolutamente avuto un successo dirompente, né tantomeno strade spianate a livello social o televisivo. Come al solito, ogni sentiero si era fin da subito reso non-percorribile, tremendamente in salita e pieno di ostacoli invalicabili. Ho sofferto. Ho provato ad insistere, a capire. Ho provato a farmi strada sgomitando, cercando un’opportunità. Niente. Ho raschiato il fondo più profondo del barile. Ho visto chiaramente il baratro."

Davide ha raccontato che ha voluto ricominciare proprio dal lavoro, "ripartendo dalle cose concrete:"

Poi 8 mesi fa ho capito che dovevo ripartire. Ripartire davvero. Da zero. Lasciar perdere social, televisione, sponsorizzazioni ridicole e desideri irrealizzabili. Ho deciso di ripartire dalle cose concrete, dal lavoro vero, dallo sporcarmi le mani.
Avevo bisogno di sporcarmi le mani. .Il 2 maggio sono ripartito per formentera e da quel giorno ho passato 5 mesi immerso nel lavoro. Dodici ore al giorno: personal trainer di giorno e barman di sera. Sette su sette, ma non mi ha mai pesato. Non ho mai pensato di tornare a casa, di riposarmi o di voler dire “basta”. Mai! Mi sono sentito maledettamente vivo. Di nuovo. E “sentirsi vivo di nuovo”, per uno sprofondato negli abissi della depressione più nera, è quasi un miracolo. Sono rinato. E il destino cosa c’entra? Beh già così il destino sembra essere un buon protagonista, quantomeno un attore secondario. Cambiando prospettiva, però, assume un ruolo decisamente più importante.  Riguardo cosa? L’amore. 

Il primo incontro con Gaia nel 2018: 

Estate 2018. Formentera. Conosco Gaia. Bella ragazza, un po’ particolare. Non troppo il mio tipo a primo impatto, ma carina.
È simpatica, espansiva, ma sembra non mostrare il minimo interesse fisico nei miei confronti. Poco male. Non è l’unica in quella prima stagione a Formentera. Mi sento poco sicuro di me, poco attraente. Sono ancora molto immaturo e con una soglia di autostima bassissima.

Dopo quattro anni, l'ex corteggiatore la incontra nuovamente: 

Ancora Formentera. Sono passati 4 anni. Gaia rimane un ricordo lontano, una conoscenza superficiale. Ho pure silenziato le sue storie e disattivato gli aggiornamenti ai post. Non mi sta affatto antipatica ma non la vedo da anni e non mi interessa.
Un giorno, però, torna in vacanza sull’isola. È giugno, sono passati 4 anni. Io sono cambiato, sono cresciuto. Lei pure. Non appena i nostri sguardi si incrociano, noto un’energia diversa. Non siamo gli stessi di quattro anni prima. Ma lei è in vacanza, io sto facendo la stagione ed ho appena riniziato a vivere e divertirmi. Il pensiero di “conoscerla” non mi sfiora. Una notte, verso le 5:00, appena finito di lavorare le scrivo “dormi?” in direct su Instagram. Ho bevuto qualche chupito di troppo ma gli sguardi di quei giorni mi fanno pensare che magari le va di passare un po’ di tempo solo io e lei. È già a casa. Riparte dopo poche ore per rientrare in Italia.
Niente, non va. Mi dice, però, che vorrebbe tornare. Ha trovato un lavoro ad Es Pujols e se troverà anche una stanza, tornerà di li a breve. Il destino, o qualcosa di simile, vuole che lei torni. In quei momenti non penso molto a cosa potrebbe succedere, non penso di volerla davvero conoscere. Torna davvero. Torna e passa da me a bere un drink quasi ogni sera. Fa battute, mostra un certo avvicinamento. Una sera, finalmente, ci vediamo solo io e lei dopo lavoro.
Stiamo insieme, ridiamo e scherziamo. Mi piace.
Scatta un bacio. Conosce un lato di Davide probabilmente difficile da percepire in superficie. Questa cosa la spiazza e la incuriosisce ancora di più. Ma Davide non vuole una relazione, non vuole davvero impegnarsi. Qualcosa lo stuzzica, ma il lavoro e altre mille cose lo distraggono.Passa un mese.Passa a salutarla verso pranzo, ma senza darle nulla. Le dirà di andare a ritirare il “regalo” solo quando sarà già tornato in Italia.
Un mese e mezzo dopo.A quella giornata non c’è stato seguito. Nessun bacio, nessuna uscita.
Tanti appuntamenti dati e non rispettati da Davide. Tante situazioni spiacevoli per Gaia.
Gaia che lo “aspetta” in tutti i sensi, come se davvero ne valesse la pena. Lui, nel frattempo, è assorbito dal lavoro, dalla vita e dai pensieri. Ha poco spazio per lei.
Nonostante ciò un filo li lega sempre, non si spezza mai del tutto.
Sguardi.
Sorrisi.
Qualche messaggio.
Qualche drink. Si allontanano senza mai perdersi davvero di vista. Gaia lo sa, lo vuole.
Davide non lo sa ma si accorge di avere un occhio speciale per lei. Così, la mattina del 7 ottobre, qualche ora prima di prendere il volo di ritorno, decide di scrivere un pensiero per lei. Scrive senza fermarsi, senza bisogno di impegnarsi. Le parole scorrono via semplici e le accompagna ad una collanina. Un pensiero per il compleanno di lei, il giorno successivo, con lui lontano ormai migliaia di chilometri.
 Entra nel negozio in cui Gaia lavora. Si guardano. Lei emana una luce potentissima dagli occhi. Prova qualcosa, lo si percepisce Forse anche Davide prova qualcosa, anche se non lo sa. Però la abbraccia forte. FortissimoLe da un bacio a stampo e se ne va.Un arrivederci.Una speranza. Mai un addio.

E il racconto arriva ad oggi: un presente nel quale Davide si è reso conto di non aver mai provato nulla del genere per nessuna: 

"Milano. Due mesi dopo. Il racconto di cui sopra sembra lontano anni luce.
Davide anche oggi si è svegliato con lei accanto. È bellissima anche appena sveglia, con quegli occhioni meravigliosi un po’ stropicciati. Davide non pensava di poter fondersi così con qualcuno di nuovo.
L’ultima relazione risaliva a cinque anni fa e da allora nulla lo aveva legato davvero.
Aveva provato interessi forti, ma più che altro spinti da rifiuti, una costante nella sua vita.
Le sue due ultime (e uniche) relazioni importanti erano nate proprio così: da un rifiuto.
Dal non riuscire ad “avere” quella persona, da non riuscire a conquistarla.
Il “no” lo ha sempre fatto impazzire, portandolo ad elevare sentimenti e sensazioni.
Davide non aveva mai amato un “si” scritto.
Non aveva mai amato una persona al secondo sguardo. Non aveva mai imparato a conoscere una persona partendo da una situazione normale. Aveva sempre indossato le vesti del conquistatore, dell’amante non ricambiato, di colui che deve per forza soffrire per amare davvero.
Poi è arrivata Gaia.
È arrivata Gaia con il suo sorriso, con la sua energia.
Con la sua forza, il suo carattere, il suo entusiasmo.
I suoi valori, le sue idee, il suo modo di vivere e condividere.
Il suo modo di rapportarsi con gli altri, di vedere il mondo. I suoi interessi e le sue passioni.
Il suo modo di capire Davide, incredibile.
Il suo modo di metterlo sempre a suo agio, di farlo sentire come nessuno mai era riuscito a farlo sentire.
Se l’amore fosse una ricetta, Gaia sarebbe la ricetta perfetta.
Di più. Quella che ti fa scoprire sapori che adori ma che non conoscevi.
Gaia è quella che non solo ti completa, ma ti eleva.
Davide sono io. E non mi sono mai sentito così. Non ho mai amato così.
Non ho mai provato emozioni così forti.
E so di essere fortunato.
Nessuna al posto di Gaia sarebbe qui ora.
Nessuna sarebbe stata abbastanza testarda e visionaria.Nessuna.
Solo lei. La mia lei."

Scopri le ultime news su Uomini e Donne.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Schede di riferimento
  • Co-responsabile della sezione TV
  • Autore del romanzo "Cento Battiti al Minuto"
Suggerisci una correzione per l'articolo