Gossip TV

Giancarlo Magalli: "Mai stato cattivo in vita mia, dopo 60 anni dalla Rai mi aspettavo di più"

Giancarlo Magalli spiega al Corriere della Sera che, dopo la malattia, avrebbe pensato a un reintegro in Rai almeno in seconda serata. Respinge la fama di cattivo: "Non ho mai litigato con nessuno, a parte l'innominabile."

Giancarlo Magalli: "Mai stato cattivo in vita mia, dopo 60 anni dalla Rai mi aspettavo di più"

Intervistato dal Corriere della Sera, Giancarlo Magalli, reduce dalla malattia che lo ha indebolito nel fisico ma non nello spirito, ha ricordato qualcosa del passato, come l'amicizia con Gianni Boncompagni, l'adolescenza con Christian De Sica, affrontando anche la sua situazione professionale. Dopo sessant'anni in Rai si aspettava di non essere messo da parte così velocemente, e non è vero come pensano molti che sia "cattivo". Un Festival di Sanremo lo condurrebbe? Per carità!

Giancarlo Magalli: "Sono stato male e quando sono tornato i miei programmi li avevano dati ad altri"

Classe 1947, Giancarlo Magalli ha lasciato I fatti vostri nel 2021, per affrontare un linfoma alla milza, dal quale è guarito. Rientrato nel cast del programma ora condotto da Tiberio Timperi, sta avendo difficoltà a tornare pienamente sulla rete con un programma suo. Nell'intervista al Corriere è pragmatico ma anche duro: "Sono stato male e quando sono tornato i miei programmi li avevano dati ad altri. Dopo sessant'anni di militanza mi aspettavo di più. Mica chiedo il sabato sera di Rai Uno, bastava una seconda serata. Ri-lavora Renzo [Arbore], più vecchio di me, torna pure Chiambretti, i giovani virgulti non funzionano, con certi c’è accanimento terapeutico". Una frecciatina che riporta a galla la fama del Magalli "cattivo", che lui respinge: "Mai stato in vita mia. [...] Non ho mai litigato con nessuno, a parte l’innominabile. [Adriana Volpe, ndr] Lei ci ha campato per un sacco di tempo. Ma l’ho cancellata dalla vita e dalla memoria". Tornerebbe in tv dalla porta principale, magari con Sanremo? "Sarà una trappola mortale, dopo cinque anni di trionfi con Amadeus. Un punto di share in meno e scriveranno che è stato un flop. [...] Il Festival è come la prima notte di nozze: se vai bene, hai fatto il tuo dovere. Se vai male, te lo rinfaccerà tutta la vita."
Magalli ricorda il passato, la scuola, il liceo con Mario Draghi ("Un secchione ma simpatico, passava i compiti"), Christian De Sica ("All’inizio era un po’ montato, arrivava con la Mercedes e l’autista. Grassoccio, veniva preso in giro."), Carlo Verdone ("Io presentavo gli spettacolini, Carlo imitava perfettamente preside e professori"). Altra vecchia conoscenza è Fiorello: "Facevo lezioni al Valtur di Ostuni. Lui è rimasto quello. Simpatico animatore che canta, fa parodie, inventa puttanate tipo il ballo del Qua Qua." Più di tutti, ricorda l'amicizia profonda con Gianni Boncompagni: "Era il mio vicino di casa, faceva il fotografo. Lo aiutai a entrare in radio. 'Conosco un toscano che fa per voi'. [...] Gianni è la persona più importante della mia vita".

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming