Anticipazioni TV

Sanremo 2020: Paolo Palumbo ospite nella seconda serata: chi è e cosa canterà

10

Tra gli ospiti della seconda serata del Festival di Sanremo 2020 c'è anche il giovane Paolo Palumbo. L'esibizione di questo ragazzo 22enne colpito dalla SLA sarà sicuramente uno dei momenti più emozionanti.

Sanremo 2020: Paolo Palumbo ospite nella seconda serata: chi è e cosa canterà

Nella seconda serata del Festival di Sanremo 2020 torneranno sul palco dell’Ariston alcuni tra i più famosi artisti della storia della musica italiana, come i Ricchi e Poveri nella loro formazione originale con Marina Occhiena, Zucchero e Gigi D'Alessio. Ma non saranno gli unici ospiti musicali ad esibirsi in aggiunta ai dodici Big in scaletta: oltre a loro, c'è Paolo Palumbo, il più giovane malato di SLA (sclerosi laterale amiotorofica) di tutta Europa. 

Chi è Paolo Palumbo, ospite della seconda serata di Sanremo 2020

Palumbo è un ragazzo di soli 22 anni originario di Oristano, che da quattro anni lotta contro la cosiddetta malattia di Lou Gehrig, dal nome del giocatore di baseball che ne fu colpito nel 1939 sotto gli occhi del mondo intero. Era uno dei prefinalisti del concorso di Sanremo Giovani e quando è stato escluso dalla gara ha ricevuto l’invito di Amadeus ad esibirsi in qualità di ospite. Sul palco della 70esima edizione del Festival della Canzone Italiana canterà "Io sono Paolo", il brano che ha scritto e composto insieme a Cristian Pintus, in arte Kumalibre, con la direzione di Andrea Cutri. 

"L'idea di partecipare a Sanremo è venuta per caso, quasi per gioco, quando Cristian Pintus ed io abbiamo pensato alla canzone, e ci siamo detti "perché non tentiamo la fortuna?"", ha raccontato in un'intervista con Fanpage. "Non mi aspettavo né di arrivare tra i prefinalisti, né di essere calcolato da Amadeus. È stato una sorpresa, e un regalo. Un'esperienza che mi ha fatto uscire di casa dopo tanto tempo, cosa che non è molto comune per chi è nella mia condizione". 

Come si esibirà Paolo Palumbo

Palumbo potrà esibirsi grazie ad un sintetizzatore vocale, un computer che può controllare grazie ad una calibrazione fatta con i suoi occhi, e arriverà all’Ariston in ambulanza, con un’equipe medica pronta a garantirgli l’assistenza e l’ossigeno di cui necessita dopo l’intervento di tracheotomia a cui si è sottoposto di recente. "La sola preparazione al momento dell'esibizione è forse quella più stancante", ha aggiunto nella stessa intervista, spiegando anche il messaggio che sta cercando di veicolare: "per prima cosa voglio che le persone capiscano che le disabilità non guardano in faccia a nessuno, e per questo ognuno di noi dovrebbe essere più altruista nei confronti del prossimo, perché gli imprevisti sono dietro l'angolo ed è importante avere qualcuno al nostro fianco o essere al fianco di qualcuno. Appurato questo, voglio ribadire l'importanza dell'usare bene il proprio tempo. È poco, e per questo dovremmo fare del nostro meglio affinché sia un tempo indimenticabile". 

Cos’è la SLA e quanto costa la terapia sperimentale a cui può sottoporsi Palumbo

La Sclerosi Laterale Amiotrofica è una patologia neurodegenerativa progressiva dell’età adulta che, a seguito della perdita delle cellule nervose spirali, bulbari e corticali, conduce alla paralisi dei muscoli volontari e respiratori. Non si tratta della stessa malattia degenerativa da cui è affetto Ezio Bosso, come inizialmente era stato riportato da molti media proprio in occasione della sua ospitata al Festival di Sanremo nel 2016, sebbene gli effetti siano sostanzialmente gli stessi. Attualmente non esistono terapie farmacologiche efficaci nell’eliminazione e nel rallentamento dei sintomi, che in Italia colpiscono più di 6.000 persone, mentre su scala mondiale hanno un’incidenza di 1.9 per 100.000 persone ogni anno. Per fortuna, però, Paolo è stato ammesso ad un protocollo sperimentale lanciato dall’azienda americana ‘BrainStorm Cellular Therapeutics’, che ritarda la progressione della malattia, ma per poter partecipare dovrà pagare una cifra cospicua, vicina al mezzo milione di euro. Per questo, su GoFundMe è già stata lanciata una campagna di crowdfunding, alla quale sicuramente questa partecipazione a Sanremo darà un contributo significativo.

L'appuntamento con la seconda serata del Festival di Sanremo 2020 è per questa sera, mercoledì 5 febbraio dalla 20.40, in diretta su Rai 1



  • Giornalista pubblicista specializzata in comunicazione musicale e televisiva
  • Consulente musicale
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming