Anticipazioni TV

Vincenzo Malinconico, avvocato d'insuccesso: Massimiliano Gallo e il cast sulla serie in arrivo su Rai1 il 20 ottobre 2022

In prima serata su Rai 1 dal 20 ottobre il primo di quattro appuntamenti con una serie gialla molto particolare, Vincenzo Malinconico, avvocato d'insuccesso, dai romanzi di Diego De Silva, con Massimiliano Gallo, Denise Capezza, Teresa Saponangelo e Francesco Di Leva, che lo hanno presentato alla stampa.

Vincenzo Malinconico, avvocato d'insuccesso: Massimiliano Gallo e il cast sulla serie in arrivo su Rai1 il 20 ottobre 2022

Ottime notizie per gli spettatori di Rai 1 che resteranno orfani di Imma Tataranni – Sostituto procuratore: dal 20 ottobre alle 21.25 ogni giovedì su Rai 1 iniziano gli appuntamenti con un altro personaggio letterario decisamente anomalo e c'è di più: protagonista di Vincenzo Malinconico, avvocato d'insuccesso, è Massimiliano Gallo, che porta sullo schermo le storie create dallo scrittore napoletano Diego De Silva. È una bella scommessa da parte di Rai 1, perché non si tratta della solita fiction a cui il pubblico generalista si è abituato, ma di un prodotto che mette insieme commedia, tragedia e studio di carattere in modo molto originale. A interpretarla, per di più, al fianco del protagonista ci sono attori di primissimo livello come Teresa Saponangelo, Denise Capezza, Francesco Di Leva e Lina Sastri, ospiti di puntata come Giacomo Rizzo, Michele Placido e Gianfelice Imparato e un “Grillo parlante” molto speciale, l'amico immaginario del protagonista, che è nientemeno che Carlo Massarini, che quasi 40 anni dopo riprende il suo personaggio del vj vestito di bianco nella mitica trasmissione musicale Rai Mister Fantasy – Musica da vedere. La serie, in otto episodi e quattro serate, è ambientata a Salerno e negli splendidi scenari della Costiera Amalfitana. Chi è e di cosa parla Vincenzo Malinconico, avvocato d'insuccesso, preferiamo farvelo raccontare dai protagonisti e dallo scrittore Diego De Silva.

Diego De Silva, che lo ha creato, descrive così il protagonista delle storie che vedremo e il suo interprete:

Come scrittore rifuggo dalle descrizioni, nei libri non dico mai i posti e non descrivo i tipi fisici, perché penso che impoverisca la capacità immaginifica del lettore. Posso dire che ho dedicato a Vincenzo Malinconico cinque libri ma non sapevo chi fosse, e quando Massimiliano ha voluto la parte, già dai primi provini ho capito che era lui, per cui l’ultimo libro l'ho scritto già col suo volto in mente. È stato un lavoro molto faticoso ma appassionante in sede di scrittura, perché Malinconico ha una pluralità di registri: è stupidamente depresso, stupidamente felice, intelligente, stupido, riflessivo, ritardato, tutto questo insieme, spesso nella stessa battuta e Massimiliamo ha una granidssima agilità nello scivolare tra i vari registri. Sono stato molto fortunato ad avere questo cast e Alessandro Angelini come regista, che è bravissimo nell'organizzare la scena. Malinconico è un precario, un loser (non un fallito), nel lavoro e nei sentimenti, nella vita, come genitore, come amante, come compagno delle donne che sono attratte da lui ma che non riesce a tenersi e ha la tendenza a filosofare a vanvera uscendo con frasi tipo “mi debilitano i faccia a faccia con me stesso, specie quando ha ragione quell’altro”. Però è molto amato da tutti e soprattutto dalla sua ex suocera e qua siamo nell’ambito della favola pura.

Massimiliano Gallo calca le scene da più di tre decenni, ma solo recentemente, al cinema e in televisione, sta ottenendo il successo che merita e che ha a lungo rincorso, diventando protagonista di una fiction di prima serata su Rai 1, e tiene moltissimo a quella che considera una meritata promozione, che si è conquistato sul campo:

Mi ritengo, come Malinconico, un precario nella vita. Sapere che sono protagonista di un programma in prima serata su Rai 1, dopo 35 anni di gavetta, mi dà una grandissima gioia. È un personaggio che ho amato e voluto da subito, volevo farlo a tutti i costi, sarei impazzito se lo avessi visto in tv interpretato da qualcun altro.  Sono contento di averlo cucito addosso, con quella sua valigetta che porta stretta al petto come una coperta di Linus e trovo che sia un'operazione coraggiosa con un linguaggio nuovo, un progetto da prendere con le molle, molto complesso da raccontare era un mondo che cinematograficamente andava messo su pellicola. Quando lo vedi è una boccata d’ossigeno, non riesci a decodificarlo immediatamente, e questo è merito anche della regia che ha sposato completamente il progetto, lo ha capito. Adesso aspettiamo con ansia il giudizio del pubblico, e il 21 vi dirò se sono ancora vivo.

Il ruolo della suocera che ama l'ex genero ma non ha buoni rapporti con la figlia, è ricoperto da Lina Sastri, felicissima di cimentarsi con un ruolo diverso e decisamente diverso da quelli interpretati nella sua lunga e gloriosa carriera (piccolo spoiler: nella prima puntata non si vede ancora): "Il mio personaggio si chiama Assunta detta As e parla sempre, ha trovato in Vincenzo un’anima gentile, un’anima mite in bilico tra leggerezza e malinconia. Non è una madre tipica, ha un rapporto quasi inesistente con la figlia e trova in Vincenzo una comunicazione sincera, un ascolto, come se la sua energia, la sua continua voglia di fare trovassero con lui un po' di pace, è un rapporto tra opposti molto bello. Mi sono trovata in un mondo per me nuovo, quello della commedia, che necessita di tempi rapidi, quasi in assenza di pensiero, e ringrazio tutti per questo personaggio semplice ma strano e diverso. La serie è la storia di un antieroe di cui abbiamo bisogno. In questi tempi affollati di stress, di ambizione e di voglia di vincere sempre, ci voleva uno come Vincenzo Malinconico". Teresa Saponangelo, altra interprete napoletana di grande spessore, recente David di Donatello per È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino, è l'ex moglie di Malinconico, una moglie che però non lo lascia in pace, un rapporto che ha divertito moltissimo l'attrice sul set: "Non lo molla perché è un uomo sexy, le piace ancora perché lui si distrae con un’altra e lì ritorna la sua mania di controllo. Massimiliano è sexy anche nella vita e questo continuo gioco ha portato delle punte di ironia e follia sconsiderata, c'è una scena in cui io devo sedurlo e dove cercavo di essere sexy mettendo a frutto tutte le arti femminili e lui mi bocciava completamente “Teré, però devi essere più sexy”. È stato un enorme piacere recitare con Massimiliano non si mette su un piedistallo, ti permette di avanzare delle proposte e lui rilancia continuamente, dandoti anche la possibilità di improvvisare".

Denise Capezza, che abbiamo visto di recente anche in Crimes of the Future di David Cronenberg, è Alessandra Persiano, la bella avvocata che conquista Malinconico, ma deve fare i conti col suo carattere irrisolto. La giovane attrice si dichiara, ed è, molto emozionata ad aver diviso la scena con “attori eccezionali che hanno fatto parte della mia crescita professionale”. Sul suo personaggio dice che è una donna che: “scardina il luogo comune, catalizza l’attenzione maschile ma riesce a farsi valere per il suo merito professionale, è sicura di sé e poteva risultare arrogante, invece è una donna elegante ed empatica anche nell’animo. Mi sono innamorata di Vincenzo Malinconico dai libri e dalle scene del provino, è una serie in cui è possibile commuoversi, ridere e pensare, perché lui è uno di noi. Massimiliano è un partner molto generoso, che – per usare un'espressione del personaggio - mi sbaricentrava con la sua capacità di improvvisare”

Il personaggio di Mr. Fantasy nei romanzi non esisteva, ma apparivano come coscienza di Malinconico vari personaggi, per cui in sede di sceneggiatura si è preferiti integrarli in uno solo ed è stato scelto, per tutto quello che rappresenta per la generazione di Malinconico, Carlo Massarini, giornalista musicale che nei primissimi anni Ottanta ha portato in anteprima sul piccolo schermo videoclip internazionali in una trasmissione estremamente moderna. Massarini ringrazia i produttori per aver pensato a lui: “erano 40 anni che non mi vestito di bianco con le cravatte di Memphis, spero che il personaggio funzioni. Io rappresento un po' la coscienza di Malinconico, l'amico immaginario che gli complica ancora più la vita. Per me è stata un'esperienza molto interessante, sono entrato in Rai nel '71 e da oltre cinquant'anni faccio questo mestiere ma trovandomi su un set ho capito tante cose su come si recita, che non è solo dire le battute, ma come muoversi, occupare lo spazio. Naturalmente non sarò riuscito a metterlo a frutto ma Massimiliano è veramente un grande".

Altre dichiarazioni e curiosità su Vincenzo Malinconico, avvocato d'insuccesso, ve le riveleremo in occasione della prima puntata, il 20 ottobre su Rai 1 alle 21.25. Nel caso la fiction piaccia al pubblico (e non dubitiamo che sarà così e che tutti si innamoreranno del suo protagonista), sappiate già che gli autori hanno già tante idee e tante storie per una seconda stagione dopo la prima, che si preannuncia piena di sorprese fin dall'inizio.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Saggista traduttrice e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo