Uomini e Donne, Mario Serpa: "Claudio Sona? Ogni tanto mettesse la faccia. Se rompete ancora, vedete che bomba che vi lancio"

-
Share
Uomini e Donne, Mario Serpa: "Claudio Sona? Ogni tanto mettesse la faccia. Se rompete ancora, vedete che bomba che vi lancio"

Mario Serpa da alcuni mesi è tornato single, vive serenamente la sua vita anche se avrebbe preferito non voltarsi indietro per dare una seconda possibilità a Claudio Sona. Proprio nelle ultime ore, il romano è tornato all'attacco contro l'ex tronista. Il motivo sembra essere legato a uno schieramento da parte di alcuni amici, probabilmente tutti dalla parte del veronese. Proprio per questo motivo l'attuale opinionista del trono classico di Uomini e Donne non ci sta e, oltre a esprimere la sua opinione, minaccia di far sapere a tutti come sono andate davvero le cose.

Mario ha letteralmente sbottato su Instagram, condividendo dei video attraverso cui manda delle dure frecciate a Claudio e ai suoi amici, da lui definiti ironicamente 'True Friends':

True friends forever, ‘sta ceppa! Perché poi alla fine de amicizie c’avete ben poco, perché se uno fa una cazzata, se sei amico puoi tranquillamente dirglielo che ha sbagliato. Comunque i true friends forever dov’erano quando un anno fa è uscito fuori quello che è uscito fuori del coniglietto? Com’è che nessuno è sbucato? C’avevate paura del coniglietto, che smerdava pure a voi, eh? Fate meno i ridicoli, pensate alla vostra vita e non rompetemi i coglioni. Tu Cristiano carissimo, che ti facevo un po’ più intelligente degli altri…se semo capiti! Al carissimo Sola gli vorrei dire soltanto una cosa: che ogni tanto mettesse la faccia lui, piuttosto di mandare i suoi scagnozzi, i suoi true friends forever a difenderlo. Perché se rompete ancora i coglioni, vedi che bomba che ve lancio! Altro che coppie, qua coppie aperte, no coppie!

Il coniglietto di cui parla Mario è ovviamente riferito al tatuaggio che Claudio si era fatto insieme al suo ex fidanzato Juan Fran Sierra poco dopo l'inizio della relazione con Serpa. Da notare anche la storpiatura del cognome del veronese in ‘Sola‘ che non fa di certo sperare su una loro possibile riconciliazione.