Sara Affi Fella, l'intervista integrale dopo lo scandalo

-
210
Sara Affi Fella, l'intervista integrale dopo lo scandalo

A distanza di ben cinque mesi dallo scandalo che l'ha vista protagonista, Sara Affi Fella ha deciso di rompere il silenzio e raccontare tutta la verità al settimanale Chi. L’ex tronista di Uomini e Donne, che durante la sua partecipazione al dating show ha mantenuto segreta la sua storia d'amore con Nicola Panico, ha affermato di non volersi giustificare ma di voler semplicemente chiedere scusa a Maria De Filippi e a tutte quelle persone che le hanno dato un'opportunità che non ha saputo cogliere.

Uomini e Donne: Sara Affi Fella racconta tutta la verità

Dopo mesi di silenzio, Sara ha trovato la forza di uscire allo scoperto:

Chiedo scusa a Maria De Filippi, a Raffaella Mennoia, alla redazione di Uomini e Donne, insomma a tutti. Ho tradito la loro fiducia. Quando ero sul trono ero ancora fidanzata con Nicola, ma non avevo il coraggio di dirlo a chi mi stava offrendo un'opportunità. Non ce l'ho fatta. Più volte gli ho detto che volevo lasciarlo. Dovevo ascoltare me stessa. Non ho avuto la forza, anzi ne ho approfittato come se fossi drogata dalla tv. Lui era complice quanto me. In video c'ero io, ma dietro eravamo in due. Durante il trono, in silenzio, sono stata male fisicamente. Nicola lo ha raccontato e ha violato un mio dato sensibile. Ho subito un intervento grave. In quel momento lui era con me. Avevo un melanoma maligno, non c'ero con la testa. Quando ho ripreso in mano la mia vita ho capito che Nicola era un affetto fraterno. Per me era finita. Questo succedeva ad agosto. Dopo il trono e prima che il caos scoppiasse. Non è vera neanche la storia dell'armadio. Follia. Quando è uscita la storia con Vittorio Parigini si è vendicato. Per me diventa un film horror. Vittorio mi lascia e fa bene. Mi sono sentita un involucro vuoto. Sono entrata in anoressia e ora mi segue uno psicologo. Prendo farmaci che gonfiano molto. Questo è un urlo di dolore. Ho chiuso i social perchè gli haters mi stavano massacrando il cervello. Ho conosciuto il cyberbullismo che nasce dai social e fa malissimo. Del lavoro perso non mi importa. La testa quando viene colpita fa brutti scherzi. Sono stata chiusa in casa per mesi. Tutte le stupidate scritte sui social erano fake news. Non vedevo la luce. Ho subito minacce di morte, mio padre è stato umiliato sul lavoro. Io merito di vivere come una ragazza normale.

La Affi Fella ha concluso dichiarando:

Se potessi tornare indietro? Non accetterei il trono, non prenderei in giro professionisti come Maria, alla quale chiedo ancora scusa. Mi sono fatta schifo. Non cerco di nuovo fama e popolarità ma voglio andare a prendermi un caffè senza sguardi d'odio della gente. Abbiate pietà. C'è stato un momento in cui non volevo più essere Sara, ho odiato me stessa, mi sono fatta schifo. Ma ripeto: abbiate pietà. Voglio tornare a vivere!