Schede di riferimento
Gossip TV

Pechino Express, intervista esclusiva alle Collegiali dopo la finale: "Un altro viaggio con Enzo Miccio? Solo se non corre!"

di
115

Nicole Rossi e Jennifer Poni si raccontano in esclusiva, svelando le emozioni che hanno vissuto nel viaggio in Oriente e la sorpresa di scoprire di essere le vincitrici.

Pechino Express, intervista esclusiva alle Collegiali dopo la finale: "Un altro viaggio con Enzo Miccio? Solo se non corre!"

Jennifer Poni e Nicole Rossi sono le vincitrici dell'ottava edizione di Pechino Express. Le Collegiali hanno dimostrato tenacia, grinta e un'innata sensibilità. Un mix magnetico che le ha portare sul primo gradino del podio. Nicole e Jennifer non si sono mai arrese e hanno attraversato la Thailandia, la Cina e la Corea del Sud, sfidando tutti gli scettici e dimostrando che la loro giovane età non è un limite, ma un'arma vincente.

Jennifer e Nicole si sono raccontate in esclusiva a Comingsoon.it, svelando i momenti più difficili del viaggio in Oriente, rivelando le sensazioni provate dopo aver scoperto di essere la coppia vincitrice, in diretta Tv,  e gli effetti che questa esperienza ha avuto sul loro rapporto d'amicizia.

Dopo un viaggio intenso, emotivamente e fisicamente, avete vinto l’ottava edizione di Pechino Express. Come vi sentite?

Nicole: Un surplus di emozioni, a me è arrivato prima l’urlo che la consapevolezza di aver vinto! Una delle emozioni più forti che proveremo nella vita. Anche a diciannove anni, sono convinta che questa non ce la dimenticheremo mai.
Jennifer: Un’assunzione di tutte le emozioni che ci siamo portate dentro questi mesi. Tra gioia e nostalgia, soprattutto in un periodo come questo: è stata un’ondata di gioia assurda ed incredulità perché avevamo avversari molto temibili!

Che effetto vi ha fatto scoprire di aver vinto senza poter condividere fisicamente questo momento insieme?

Jennifer: Molto brutto! Sono sicura che non recupereremo, ammetto che avrei voluto saltare addosso a Nicole nel momento in cui ci siamo saltate addosso in Tv.
Nicole: Io mi rifiuto di chiudere il capitolo Pechino fino a quando non sarò riuscita a guardare in faccia Jennifer e gli altri concorrenti. Per me Pechino non è ancora finito.

C’è un ricordo o un episodio, accaduto a telecamere spente, di questa esperienza che porterete sempre nel cuore?

Nicole: Per me le partite a Briscola che ci facevamo prima di andare a dormire. Le carte sono l’unica cosa che abbiamo potuto portare e così mi distraevo dalla gara e dalla paura che mi viene di notte. Avevamo quei cinque minuti solo nostri… Vincevo sempre io Jennifer, diciamolo (ride ndr).
Jennifer: Non è vero ti lasciavo vincere! (ride ndr.) Io mi porterò nel cuore le emozioni che ho provato durane il viaggio. Ho tenuto un diario ma non annotavo cosa succedeva, ma le emozioni che provavo… Capire che il mondo è così diverso e così bello nella sua diversità mi fa apprezzare veramente tutto ciò che ho.”

Come ha influito il viaggio in Oriente sul vostro rapporto? Cosa vi ha messo in crisi e cosa vi ha avvicinato?

Nicole: Sicuramente il nostro rapporto è cambiato in meglio, perché adesso conosco Jennifer a 360° e tramite lei ho imparato a conoscere anche i pregi e i difetti di me stessa. Ciò che ci metteva in crisi era la non comprensione, ma il nostro motto è stato sempre andare a letto con il sorriso. Qualunque cosa succedeva durante la giornata, il giorno dopo eravamo pronte e cariche per ripartire, lasciando indietro le discussioni. Io mi fido sempre, il problema è affidarmi ma ho imparato a farlo.
Jennifer: Ci trovavamo anche la sera di un fatto successo durante la giornata, così da fare pace e non portare rancore. Credo sia stata la nostra forza giocare con la testa leggera e limpida. Ho imparato a fidarmi grazie a Nicole, fare sempre la parte della dura è orribile.

In un ipotetico viaggio, quale tra le coppie di Pechino portereste con voi e quale lascereste a casa?

Nicole: Sicuramente i Galdiatori, perché sono stati i nostri padri spirituali per tutto il viaggio e avremmo una prospettiva divertente e sicura. Se invece ci volessimo divertire come pazze porterei le Top insieme a Vera Gemma. Anche con Carolina... Farei un viaggio 'girl power'. Le personalità femminili di Pechino sono una forza della natura. Avrei approfondito con Asia, che è una personalità che apprezzo veramente tanto. Enzo Miccio me lo porterei a patto della promessa di non correre!
Jennifer: Io, onestamente, porterei anche Mamma e Figlia perché, per quanto possono essere sembrate due vipere, io gli voglio un bene dell’anima. Soleil è una persona con un’energia molto positiva e averla conosciuta mi sta aiutando molto, mi ha fatto appassionare a molte cose e sono felice.

Abbiamo notato che le sfide culinarie vi hanno messo a dura proda. Qual è la sfida peggiore che avete affrontato?

Nicole: Jennifer adesso confessa quanto mi lasciavi sola quando bisognava mangiare! Lo pretendo! (ride ndr.) Io sono partita con varie fobie, tra cui la paura dello strozzamento e la paura delle allergie, essendo un soggetto allergico. Dover mangiare di fretta, cibo incombustibile, mi ha devastata psicologicamente. Però per la gara questo ed altro… Per questo dico che ce la siamo meritata la vittoria!
Jennifer: Io vengo dall’Italia, vivo con mia nonna e potete immaginare che tipo di cibi cucina… Mangiare quel terribile insetto gigante in Thailandia è stato devastante, ma soprattutto i “Sette mostri di Pechino”...

Quali sono i vostri progetti per il futuro? Vorreste intraprendere una carriera nel mondo dello spettacolo? 

Jennifer: Io vorrei continuare in questo mondo, nonostante riesca a capire quanto complicato questa sia. Voglio vivere la mia vita nel migliore dei modi. Io mi definisco una persona artistica a 360°, ad esempio i talenti musicali che si ascoltano ora li ho scoperti io anni fa! Magari un giorno avrò un’agenzia musicale, chissà…
Nicole: Io ho appena fatto uscire un libro ("Isolament(e)o - Il diario che non ho mai scritto" ndr.), che ho scritto io e di cui sono estremamente orgogliosa. Voglio continuare a comunicare, sono ossessionata con il cinema e ho fatto per tanti anni teatro. Tutti i modi di possibile empatia sono il mio lavoro.

Infine, le Collegiali hanno lanciato un appello ai loro coetanei e al mondo della televisione, che spesso svaluta e sottovaluta i ragazzi della generazione dei 'Millenials':

Jennifer: Forza generazione 2001! Voglio dire agli adolescenti di smetterla di sottovalutarsi e di iniziare a credere in sé stessi, perché quando riesci ad apprezzarti al massimo le cose vengono da sé... Con un pizzico di fortuna!
Nicole: La nostra generazione andrà alla conquista della televisione italiana. Speriamo di aver aperto le porte a questa generazione non ancora del tutto compresa. Siamo molto di più di quello che c’è nei nostri telefoni.



di Irene Sangermano
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming