Gossip TV

Isola dei Famosi, Intervista esclusiva ad Awed: "L'Isola mi ha cambiato, mi ha reso più forte e consapevole"

102

Il vincitore de L'Isola dei Famosi racconta tutte le emozioni vissute a L'Isola dei Famosi.

Isola dei Famosi, Intervista esclusiva ad Awed: "L'Isola mi ha cambiato, mi ha reso più forte e consapevole"

Abbiamo intervistato Awed, il vincitore della quindicesima edizione de L'Isola dei Famosi. Solare, ironico e schietto. Simone Paciello, suo vero nome all'anagrafe, ha 24 anni, vive a Milano ed è uno "youtuber, attore, comico, conduttore, cantante e bugiardo" come si autodefinisce sui suoi profili social. Raggiunge la popolarità sul web, ma nel giro di poco tempo si cimenta in altre esperienze musicali e cinematografiche che lo rendono uno dei volti in ascesa nel mondo dell'intrattenimento. Decide di partecipare al reality show condotto da Ilary Blasi per farsi conoscere davvero dal grande pubblico. Una vittoria, quindi, che ha il sapore di una vera e propria rivincita personale.

A una settimana dalla finale de L'Isola dei Famosi, che si è aggiudicata la serata con uno share del 23% e 3.317 milioni di spettatori, abbiamo avuto il piacere di conoscere e intervistare Awed. Ecco cosa ha raccontato a noi di Comingsoon.it.

Sei il vincitore della quindicesima edizione de L'Isola dei Famosi. Una bella soddisfazione, ma soprattutto una vera e propria rivincita...

Si. La mia vittoria è stata una risposta a tutti quelli che hanno sempre sottovalutato il lavoro sui social. Spero vivamente che il pubblico, ma anche il mondo della tv abbia capito che se una persona che viene dal mondo del web ha un seguito è perché ha un talento e un motivo per essere seguito. La tv e il web sono due mondi che possono tranquillamente coesistere.

Che esperienza è stata?

Davvero difficile. Venendo dal mondo del web, avevo bisogno di una vetrina importante che mi desse la possibilità di farmi conoscere al meglio. Nonostante conoscessi le difficoltà del reality, l'ho accettato ugualmente. Sono andato a fare la fame più che volentieri, ma è un'esperienza che non rifarei. È un viaggio all'interno di se stessi che mi ha scavato forse troppo in profondità, una seduta dallo psicologo dove ti poni le domande ma  l'unico che può darti delle risposte sei tu. Un incubo praticamente (ride ndr). Non cambierei nulla del mio percorso, neanche gli errori commessi. Forse sono stati proprio quelli ad avermi aiutato a capire il tipo di racconto volevo fare di me. Anche perchè se ho vinto forse qualcosa è arrivato alle persone.

Pensi di essere cambiato?

Sono cambiato tantissimo e ne sono consapevole. Dopo l'isola, ho vissuto momenti di totale alienazione, mi sono reso conto dell'importanza delle piccole cose. Lì sei privato di tutto, ogni giorno pregavo di poter tornare il prima possibile a casa perché mi mancava realmente tutto. Ora sto cercando di apprezzare tutte le piccole cose. Voglio concentrarmi sul presente. Ora mi sento più forte e sicuro di me.

Lavorando sul web e quotidianamente sui social, quanto ti è mancato il telefono?

Credevo che mi mancasse molto di più. Le proprietà sull'isola erano il cibo, cercare di instaurare rapporti e mantenere un equilibrio mentale. L'ultimo pensiero che avevo era il cellulare. Ho trascorso intere settimane senza mai pensarci, magari lavorando sui social ci divertivamo con gli altri a raccontarci qualche aneddoto divertente o ci chiedevamo che cosa stava succedendo sui social in quel momento. È un aspetto, però, che non mi è mancato. Vorrei infatti continuare a limitare anche adesso l'utilizzo del cellulare e concentrarmi su altre cose. Mi sono reso conto di quanto tempo sprecassi dietro a un dispositivo che ti porta via tante tante ore della tua vita.

Parliamo di gioco e strategie: secondo te chi è stato il più stratega?

Grandi strategie non ne ho viste. Anche io sono stato criticato. Forse la mia unica strategia è stata quella di fare delle scelte istintive, di cuore e di pancia. Vedevo che tutti i concorrenti cercavano, in un modo o nell'altro, di far prevalere la propria personalità senza mai screditare gli altri.

C'è qualcuno che ti ha deluso o su cui ti sei ricreduto una volta finito il programma?

Sono stato deluso da me stesso all'inizio, la famosa settimana con Vera Gemma, perché non ero in me, non ero lucido. Stavo vivendo una situazione di caos totale. Solo dopo sono riuscito a capire di quanto mi fossi fatto male da solo. Non mi riconoscevo più. Se non avessi sbagliato, però, non avrei fatto il percorso che mi ha portato alla vittoria. Mi sono ricreduto invece su Ignazio. All'inizio non ho avuto la possibilità di conoscerlo bene, ma quando è successo è diventata una persona fondamentale nel mio percorso. Abbiamo scoperto di avere un passato simile, abbiamo legato tanto e ci ritroviamo sotto tanti aspetti.

Il ricordo più bello e il momento più difficile vissuto sull'Isola?

I ricordi più belli sono legati a Paul Gascoigne. Con lui mi divertivo tantissimo, riusciva a rendere leggero un contesto davvero difficile in una maniera disarmante. Il momento più difficile? A metà percorso. Ero arrivato sul punto di mollare tutto, mi trascinavo proprio per la fame, ero arrivato al limite.

Cosa ti aspetti da questa esperienza? C'è qualche sogno nel cassetto che speri di realizzare?

Io ho due grandi sogni nel cassetto. Vorrei diventare un comico, fare una tourneé teatrale e portare tutti i ragazzi a teatro, e poi mi affascina tantissimo il mondo della conduzione. Voglio seguire queste due nuove strade, senza però mai abbandonare il mondo del web. Per me internet è libertà; è l'unico posto dove non ci sono autori, quello che dici è frutto di tutto ciò che pensi.

Scopri le ultime news su L'Isola dei Famosi.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming