Anticipazioni TV

Sanremo 2020: Bugo e Morgan squalificati, la spiegazione dei diretti interessati

10

I due artisti sono stati protagonisti del momento più chiacchierato della quarta serata del Festival.

Sanremo 2020: Bugo e Morgan squalificati, la spiegazione dei diretti interessati

Dopo quello che abbiamo visto nella quarta serata, possiamo dichiarare solennemente che il Festival di Sanremo 2020 ha fatto la storia: per la prima volta in 70 anni di kermesse, un artista è stato squalificato in diretta, per aver abbandonato il palco senza esibirsi. Bugo e Morgan sono stati esclusi dalla gara dopo essere stati protagonisti di un siparietto che rimarrà negli annali, il cui video su YouTube ha già raccolto quasi due milioni di visualizzazioni. Mentre l'etichetta discografica di Bugo ha spiegato i motivi della rottura, noi ripercorriamo l'intera vicenda. 

Bugo e Morgan: cos’è successo nella quarta serata del Festival

Ad un quarto alle due, la coppia di artisti è stata chiamata ad esibirsi sul palco dell’Ariston e già al suo ingresso in scena è apparsa piuttosto distante. Morgan è sceso dalle scale tenendo dei fogli in mano, mentre il collega è rimasto per qualche secondo in più dietro le quinte prima di seguirlo. Le luci si sono spente e Morgan ha iniziato a cantare, modificando però le parole del testo della canzone.

Morgan ha modificato di “Sincero” e Bugo ha lasciato il palco

Il testo originale del brano recitava: "Le buone intenzioni, l’educazione, la tua foto profilo, buongiorno e buonasera, e la gratitudine, le circostanze. Bevi se vuoi ma fallo responsabilmente, rimetti in ordine tutte le cose, lavati i denti e non provare invidia. Non lamentarti, che c’è sempre peggio, ricorda che devi fare benzina, ma sono solo io". Morgan, invece, ne ha stravolto il significato per attaccare Bugo, cantando senza pensare all’intonazione: "Le brutte intenzioni, la maleducazione, la tua brutta figura di ieri sera, l’ingratitudine, la tua arroganza, fai ciò che vuoi mettendo i piedi in testa. Certo disordine è una forma d’arte, ma tu sai solo coltivare invidia, ringrazia il cielo se sei su questo palco, rispetta chi ti ci ha portato dentro e questo sono io". A questo punto, Bugo ha preso uno dei fogli da cui stava leggendo il collega, si è voltato e ha lasciato il palco senza dire niente. Morgan si è interrotto, ha guardato l’orchestra e ha detto: "che succede? Dov’è andato?".

Le reazioni di Amadeus e Fiorello

Amadeus lo ha raggiunto sul palco, cercando di capire cosa fosse successo e dicendo al pubblico che non si trattava di uno sketch preparato. Fiorello ha cercato di tamponare la situazione con qualche battuta: "M’hanno detto ‘corri, vai, vai, che sta a succede quarcosa!’", ha spiegato, chiedendo poi a Morgan: "Chi s’è sentito male? Che è successo?". "Credo che l’esibizione non si possa fare", ha annunciato Amadeus: "Bugo se n’è andato e quindi ovviamente... mi dispiace, ma l’esibizione non si può fare". Poco dopo, Fiorello è tornato sul palco: "Allora... allora... ehm... non ho capito niente di quello che è successo", ha detto, scatenando una risata generale, per poi prendersela scherzosamente con l’amico.  "Qualsiasi cosa sia, per quello che è successo in tutta la prima puntata... anzi, è da ottobre che fai danni... perché anche questo è colpa tua, sei tu che li hai messi insieme! Comunque, questo festival se lo ricorderanno tutti! E io sai cosa farei? Eleggerei il vincitore questa sera e domani non veniamo! Ma che ci importa? Andiamo via un giorno prima, non ce la facciamo più!".

La spiegazione di Morgan

In un’intervista rilasciata nella notte a Repubblica, Morgan ha dato la sua versione dei fatti: "La partecipazione a Sanremo è nata perché Bugo mi ha chiesto di fare un pezzo con lui per andare a Sanremo", ha detto. La canzone in gara a Sanremo è infatti tratta dal nuovo album di Bugo, “Cristian Bugatti”, uscito proprio ieri, nel quale è presente anche un duetto con Ermal Meta. "Sarei stato la persona che gli avrebbe permesso di fare il Festival, perché senza di me non lo avrebbe certamente fatto", ha continuato. "Io l’apprezzo come cantautore e amico, ed avevo un debito di gratitudine nei suoi confronti perché mi è stato vicino nella storia della casa. Ma non mi sarei mai aspettato che un gesto di bontà da parte mia sarebbe stato ricambiato con una situazione di sciacallaggio. Bugo è caduto vittima di una gestione che lo ha caricato a molla contro di me". A "caricarlo", sarebbe stato il suo staff, a detta di Morgan. "Lui a un certo punto ha addirittura smesso di parlarmi da solo, è arrivato al punto di voler presente il suo manager a ogni nostro incontro, io ho cercato di appianare la situazione, ho scritto messaggi, tentato in tutti i modi, ma alla fine tutto si è rotto".

La lite è nata dalla serata delle cover

"La serata dei duetti è stata un’odissea", ha continuato. "Mancanza di prove, problemi con l’orchestra, arrangiamenti sbagliati e scomparsi, ma alla fine io faccio un'impresa eroica e riusciamo ad andare in scena. E lì Bugo prende il microfono e, senza badare a quello che era previsto e concordato anche con la regia, va davanti, sul proscenio e canta tutta la canzone, non solo il pezzo che doveva cantare lui, fa la strofa e il ritornello. Come quei dilettanti che vogliono andare avanti a tutti per farsi notare e fare i protagonisti. È stato un gesto di sfida nei miei confronti, un affronto che ha fatto a me". Questo sarebbe stato il motivo della sua decisione di modificare il testo di “Sincero”. "Ho pensato a una contromossa: avrei fatto una versione karaoke della canzone, come lui ha rovinato la canzone di Endrigo ieri sera. Ho preparato dei fogli con su scritto il testo del brano e volevo darli in mano alle persone in platea per farlo cantare a tutti, crearne una versione gioviale e collettiva, mettere la canzone in mano alle persone. Ma pochi minuti prima di andare in scena ho pensato che la gente la canzone l’aveva sentita una volta sola, non la sapeva, non avrebbe potuto cantarla e quello che avevo immaginato non sarebbe riuscito. Quindi, poco prima di salire sul palco, ho cambiato il testo, l’ho finito sulle scale dietro al palco. Il testo è mio, l’ho scritto io e io lo cambio come voglio". Ovviamente, Bugo non ne sapeva nulla. "Poteva coglierne l’ironia. Diciamo che lui voleva liberarsi di me e io invece mi sono liberato di lui e l’ho fatto con le parole".

Le dichiarazioni di Bugo

Già prima della terza serata, Bugo aveva fatto delle dichiarazioni piuttosto decise dopo che i giornali avevano riportato le intenzioni di Morgan di non esibirsi se non gli avessero permesso di dirigere l’orchestra. "Se l’organizzazione me lo chiede, io mi esibisco da solo", aveva detto, come riporta TgCom24. "Avete presente i puffi?", ha poi tweettato, riferendosi con una metafora al collega: "Ecco ci sono i puffi da una parte e dall’altra ci sono io, i puffi poveretti giocano, io no e tiro dritto. Non manco ad un appuntamento, forza". 



  • Giornalista pubblicista specializzata in comunicazione musicale e televisiva
  • Consulente musicale
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming