Lo chiamavano Trinità: stasera in tv il film con Terence Hill e Bud Spencer

-
23
Lo chiamavano Trinità: stasera in tv il film con Terence Hill e Bud Spencer

Se con i suoi film Sergio Leone ha inventato lo spaghetti western, e cambiato la storia e l'estetica del genere cinematografico americano per eccellenza, nel 1970 E.B. Clucher (che al secolo faceva Enzo Barboni) ha cambiato la storia e il destino del western all'italiana con un film che è da considerare a pieno titolo una tappa importante del cinema italiano.
Il film, che vedrete stasera in tv su Rete 4 alle 21:30 è Lo chiamavano Trinità....

Sebbene non sia il primo film girato assieme dalla coppia formata da Bud Spencer e Terence Hill (perché prima c'erano stati i tre spaghetti western di Giuseppe Colizzi: Dio perdona... io no!, I quattro dell'Ave Maria e La collina degli stivali), Lo chiamavano Trinità... è senza dubbio quello che ha fatto balzare alle stelle il successo dei due e li ha lanciati verso tutti i successi che ben conosciamo. E dire che, inizialmente, Barboni aveva pensato ad altri due protagonisti per il suo film, George Eastman e Peter Martell, che però dovettero cedere il passo di fronte alla determinazione con cui Spencer e Hill inseguirono le parti di Bambino e Trinità.

Per i pochi che non lo sapessero, Trinità è un pistolero di straordinaria pigrizia (si sposta su una slitta trascinata dal suo cavallo sulla quale sta comodamente sdraiato), diabolica abilità con la pistola (lo chiamano ""la mano destra del diavolo"), grandissima ironia e con un cuore d'oro. Nel film, infatti, decide di proteggere una comunità di mormoni dalle angherie del perfido maggiore Harrison, che vuole le loro terre, e che lo fa con l'aiuto del fratello Bambino, burbero, scontroso ma con pugni pesanti come incudini.

Grazie a Spencer & Hill, e a un copione che prendeva in giro i principali stereotipi dello spaghetti western inventato da Leone, Lo chiamavano Trinità... diede vita a una lunga serie di commedie ambientate nel west che vennero definite da alcuni "fagioli western", dalla notoria passione di Trinità per i piatti di fagioli alla messicana, che divora senza preoccuparsi troppo dell'etichetta.
Il film fu uno straordinario successo di critica e pubblico, e oltre che nei cinema italiani arrivò anche in quelli tedeschi, australiani e statunitensi.
Il celebre tema musicale, composto da Franco Micalizzi, è stato omaggiato anche da Quentin Tarantino, che l'ha inserito nel finale del suo Django Unchained.

Nel 1971 è arrivato il sequel ...continuavano a chiamarlo Trinità, che ha bissato i successi dell'originale, mentre nel 1995, al suo ultimo film, E.B. Clucher ha girato un deludente spin off intitolato Trinità & Bambino... e adesso tocca a noi!, interpretato da Heath Kizzier e Keith Neubert.



Federico Gironi
  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival