Anticipazioni TV

La passione e la serenità a Masterchef 10, incontro con Eduard e Jia bi, ultimi concorrenti internazionali eliminati

2

Sono esempi di grande passione e di serena saggezza, Eduard si fa trascinare dalla competizione, mentre Jia bi è una delle concorrenti più amate di Masterchef 10. Intervista con gli ultimi due aspiranti chef internazionali, eliminati nella decima puntata.

La passione e la serenità a Masterchef 10, incontro con Eduard e Jia bi, ultimi concorrenti internazionali eliminati

“Jiayou”. Una parola urlata rigorosamente con il pugnetto in movimento. Un grido di incoraggiamento in cinese che è diventato marchio di fabbrica per Jia bi, concorrente della decima edizione di Masterchef 10 molto amata dai telespettatori, ma anche dai compagni d’avventura. La signora di Shanghai, di casa con il marito autoctono a Bari vecchia, si è fatta apprezzare per la sua serena saggezza, oltre allo stile con cui ha sempre inseguito il miglioramento personale delle sue capacità in cucina, senza dimenticare educazione e rispetto per gli altri. Motivo per cui la sua eliminazione nel corso della decima puntata è dispiaciuta a molti.

“Sono stata circondata da tanto affetto caloroso che non mi aspettavo”, ha dichiarato durante un'intervista via zoom, con trecce e gran sorriso d’ordinanza. “Ho visto molte edizioni come spettatrice sul divano ma partecipare è un’altra cosa. Gli chef sono stati davvero bravi, ho legato in particolare con Giorgio Locatelli, che conosce molto bene la cultura culinaria cinese. Prima di Masterchef conoscevo un po’ di cucina italiana al livello di una casalinga, la cucina della nonna. Invece entrando ho imparato a cucinare per i cuochi, per i giudici, è una maniera diversa, ho approfondito la conoscenza culinaria italiana. La mia forza è l’amore per la cucina e voglio imparare ancora di più la tradizione italiana, la mia debolezza sono state la lingua, l’impiattamento, sempre abbondante, e il tempo, perché a casa sono abituata a preparare tutto con calma. La cucina è cultura, non si possono cambiare le tradizioni, ma si può innovare.”

Jia bi dice che i sei concorrenti rimasti sono tutti bravi, “altrimenti non sarebbero arrivati così avanti. Ho sempre detto che i migliori sono per me Antonio e Aquila, ma serve anche la fortuna per vincere, ma non voglio dire il nome di chi penso vincerà per non portare sfiga, lo tengo per me. Il ricordo più bello è forse quello dell’esterna a Valeggio sul Mincio, in cui abbiamo cucinato i casoncelli, i cosiddetti ‘nodi d’amore’, ma in assoluto la prova con chef Giacomello, non solo perché ho vinto, ma anche perché rispecchia la mia cucina, unisce il gusto orientale con quello occidentale, in armonia, abbracciandosi.”

La concorrente di Bari via Shanghai cosa farà ora, la sua vita cambierà? “Deluderò in molti”, ha risposto, “ma non farò la cuoca, né aprirò un ristorante, il mio motivo per andarci è stato fare un’esperienza, che effettivamente mi ha arricchita. Vorrei presentare la cucina e la cultura italiana alla Cina e viceversa, penso di poterlo fare. Non voglio però certo mischiare la tradizione, riso patate e cozze rimangono baresi, così come sono”.

Nella decima puntata, però, non è stata eliminata solo Jia Bin, ma ha dovuto lasciare per sempre la cucina di Masterchef anche Eduard, veronese originario di Santo Domingo. ”Prima volevo fare il barista, poi il barbiere, ma la passione per la cucina c’è sempre stata”, dice in collegamento da casa, “con amici e parenti c’ero sempre io dietro ai fornelli, una passione che mi portavo dietro da anni, ma non sapevo che avrebbe potuto portarmi a Masterchef, è stata la mia compagna a spingere per iscrivermi. Anche io devo citare come piatto cucinato preferito in trasmissione i ‘nodi d’amore’ della mia amatissima Verona, da cui vengo, poi c’è il petto d’anatra, che è il mio cavallo di battaglia. Mi sento vicino a chef Barbieri, mi ispiro molto ai suoi piatti, al suo uso delle spezie”.

Un percorso fatto di passione, e di qualche perdita di controllo, come durante la sfida in coppia insieme a Max, che ha portato poi all’eliminazione dell’americano a Roma, molto amato dal popolo dei social, che non ha perdonato Eduard. “Abbiamo chiarito, mi dispiace quello che è successo con Max, non ho saputo resistere alla tentazione di voler vincere. Mi sono arrivati insulti duri, ma ho le spalle larghe, è una competizione, ma è assurdo che senza conoscerti ti dicano certe cose, ma sapevamo che poteva andare così. Quando vedevo le puntate, con la mia compagna, i suoi genitori e degli amici, certe volte mi sembrava che in trasmissione ci fosse il mio avatar, volevo cambiare delle cose e commentavo.”

A questo punto Eduard ha comunque le idee chiare, “voglio dedicarmi al mondo della cucina, prima però voglio viaggiare, studiare e conoscere le materie prime e come vengono utilizzate, in Sudamerica, Asia, Europa. Voglio fare una cucina di contrasti. Sono partito dai ricordi d’infanzia della nonna, poi l’esperienza in Italia, voglio mettere tutto insieme e fare in modo che assaggiando i miei piatti, per ogni boccone sembri di essere in un posto diverso. La mia forza è stata sempre quella di cercare di migliorarmi, la debolezza è stata l’ossessione di vincere, di essere sempre fra i migliori. Non aiuta, è un’arma a doppio taglio, ma ora ho imparato la lezione”.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • critico e giornalista cinematografico
  • intervistatore seriale non pentito
Suggerisci una correzione per l'articolo